Lutti nel mondo della canzone popolare toscana

Vogliamo ricordare la scomparsa di amici legati al nostro mondo delle tradizioni

LUTTI

16 luglio 2007: la scomparsa di Caterina BuenoCaterina Bueno ha rappresentato per oltre 30 anni la musica popolare toscana, che ha diffuso in Italia e all’estero con impegno vibrante e appassionato. Ricercatrice, studiosa ed esecutrice attenta, dotata di eccellenti mezzi vocali, ma soprattutto di rigore e correttezza filologica, sin dagli anni ’60 si è dedicata alla raccolta di testi e melodie dalla viva voce di contadini e lavoratori stagionali, divenendo un punto di riferimento per altri operatori e cantanti toscani. Le sue esecuzioni, sempre riconducibili a precedenti esperienze di ricerca sul campo, le hanno consentito di acquisire buona reputazione fra gli addetti ai lavori e non solo. Ha militato per qualche tempo con il Nuovo canzoniere italiano, assieme al quale ha preso parte agli spettacoli “Bella ciao” “Ci ragiono e canto”.Sicuramente, pur non avendo forse raggiunto una elevata fama a livello nazionale, è stato il primo importante punto riferimento del canto popolare toscano. Negli ultimi anni scarse sono state le sue apparizioni in pubblico, tra cui ci piace ricordare quella al convegno “L’arte del dire” a Grosseto.

 

3 luglio 2007: la scomparsa di Altamante LogliScomparso all’età di 86 anni, era nato a Pistoia ma da sempre residente a Scandicci, in provincia di Firenze. Logli era considerato anche un maestro dell’arte del “contrasto”, il duello verbale tra due poeti a colpi di rime alternate, oltre ad essere per tutti il decano tra gli improvvisatori in ottava rima. Quando qualcuno gli ricordava che era stato “maestro” di Roberto Benigni, si schermiva e ricordava i duetti con quel giovanotto di Vergaio alle feste dell’Unità. Celebri anche i suoi duetti con Francesco Guccini, Logli era stato garzone e poi operaio e aveva frequentato soltanto le elementari, ma le sue rime sapevano far ridere e riflettere un pubblico di tutte le età e di ogni cultura.Frequenti sono stati i suoi rapporti con la Maremma, non solo per le sue partecipazioni al Raduno di Ribolla, ma ha anche per aver guidato squadre del maggio locali, tra cui quella delle Fate di Monterotondo M.mo, con la quale partecipò alla Festa del 1 Maggio di Braccagni.

 

Altamante come poeta era una forza della natura, e sapeva coinvolgere in maniera unica chi lo ascoltava, con uo inconfondibile accento fiorentino.

La scomparsa di Ivo Vichi (nato il 25 febbraio 1941 deceduto il 27 gennaio 2007) ) e Albino Vichi (nato il 29 gennaio 1925 deceduto il 15 novembre 2007)I Vichi erano quattro fratelli, e tutti cantavano il maggio nella stessa squadra, nella campagna di Scarlino. Nel maggio le figure più conosciute e se vogliamo “strategiche” sono quelle del poeta e del fisarmonicista. Ma chi conosce questa tradizione sa che il cuore della squadra è rappresentata dai “cantori”, che identificano anche la località della squadra. Il poeta (come il fisarmonicista), spesso viene ingaggiato sul mercato e non di rado viene da fuori zona, ma i maggerini sono quelli del luogo. Sono quelli che con il loro canto portano il messaggio del maggio. Per questo persone come Ivo e Albino Vichi sono importanti: perché rappresentano il cuore della tradizione. Rappresentano la passione, la semplicità, senza bisogno di ricercare la visibilità a tutti i costi. Per questa la famiglia Vichi, che anche a Braccagni conosciamo bene, rappresenta un modello sano e genuino di tipica famiglia maremmana. Ringraziamo il nostro collaboratore Ivo Bernardini che ci ha inviato le foto; proprio Ivo a suonato a lungo con il gruppo dei fratelli Vichi, e li ricorda come persone serie e nello stesso tempo che infondevano allegria.Vogliamo anche segnalare la scomparsa di Polido Pandolfi, per anni abitante nel piano tra Buriano e Braccagni. A Polido eravamo particolarmente affezionati perché nel 1980 fu il primo poeta ad accompagnare la nostra squadra di maggerini. Ci piace ricordare la sua celebre rima di chiusura “A questo punto voglio fa un imbroglio/una mano al petto e l’altra al portafoglio”.

Archiviato in: I RICORDI E I PERSONAGGI

Tag:

RSSCommenti (0)

Trackback URL

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.