Per chi suona la campana?

Riceviamo e pubblichiamo

 Salve io sono un nuovo abitante di Braccagni. Vivo qua da quattro mesi e devo dire che mi trovo benissimo; c’è solo una cosa che proprio non sopporto…. le campane che tutte le mattine mi svegliano alle 6.30!!
 Volevo sapere se il problema è comune perchè per me è davvero insopportabile anche perchè vivo in via Canzio a circa 20 metri dal campanile. Volevo solo solevare il problema. Fatemi sapere grazie ciao

Archiviato in: LA VITA DI PAESE

Tag:

RSSNumero commenti (65)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Roberto Spadi ha detto:

    Ma TUTTE le mattine alle 6,30????

  2. Nonsonodeltuttod’accordo ha detto:

    no, solo i giorni dispari e il giorno successivo

  3. pizzicato ha detto:

    finalmente ho capito ‘per chi suona la campana’…

  4. Roberto Spadi ha detto:

    Caro pizzicato, capiti proprio a fagiolo, te che tiri fori sempre leggi e regolamenti a mitraglia, che si dice nei sacri testi dell’inquinamento acustico?

  5. redazione ha detto:

    … e te Spadi che sei un po’ dell’Olmini che usanza c’è da quelle parti a proposito di scampanate?

  6. Roberto Spadi ha detto:

    Uhhhh!!! Figliolo, la campana sona ogni ora, mezz’ora, e fa anche il quarto, se capiti da Tito fra le 10 e l’una è tutto uno scampanio, per non parlà della domenica con le scampanate pè la Messa ecc…

  7. Nonsonodeltuttod’accordo ha detto:

    C’è solo un precedente di cittadino che non solo non le sopportava, ma, pare, si sia allontanato da Braccagni anche per questo motivo.
    Mi pare si chiamasse Fidenzi o qualcosa di simile, e io, come presumo altri, ho provato a sopravvivere anche senza di lui.

    Viviamo, a Braccagni in Maremma, terronia della Toscana, in Italia dove ancora , per fortuna, di Zappaterri non se ne vedono all’orizzonte , badilanti si, ma Zappaterri no. A meno che non siano dietro la collina.

    Chi ha girato un po’ di mondo, anche solo un poco, avrà magari visitato qualche paese arabo, magari appena giù di fronte a noi, mica di la dal mondo.
    Se c’è stato credo abbia avuto il piacere di udire il bravo Muezzin quando chiama alla prima preghiera, quella dell’alba, che notoriamente inizia “alla prima alba e termina poco prima del sorgere del sole”.
    Costui non è che faccia meno casino di una scampanata, anzi, specie ora che hanno adottato adeguati amplificatori, le voci e le melodie, cui non siamo peraltro ben allenati ad apprezzare, ti danno più di un motivo per rimpiangere le amate scampanate caserecce.

    Non credo si voglia arrivare a discutere d’inquinamento acustico. E lo dico solo per fare una battuta anti pizzicante: ti prego Pizzicato, non reagire alla provocazione di Sciabolikke, lui di sicuro scherzava.

  8. redazione ha detto:

    …. Fidenzi…. solo ora ho capito la battuta…

  9. pizzicato ha detto:

    amici conosciuti e sconosciuti, in effetti di leggi sull’inquinamento acustico che ne sono, e ci sono pure alcune sentenze che condannano il sacerdote che non le rispetta, ma per una che obbliga la chiesa a diminuire lo scampanio, ce ne sono dieci che non riconoscono questo.
    Sul caso di braccagni, non credo si possa parlare di inquinamento acustico, anche se la cosa va vista con strumenti particolari, ai miei orecchi il fastidio non arriva, e a chi ha comprato da poco vicino alla chiesa, dico di cercare di farsene una ragione, le campane suonanavano gia da decenni in quel modo, e suonano al massimo tre volte al giorno, servono per scandire il tempo di chi lavora, io stesso mi svegliavo al loro suono e a mezzo giorno mi fermavo per mangiare, e la sera riconoscevo i vespri con le nostre campane (eppure non sono un frequentatore di chiese), non servono solo per ricordare la presenza di Dio, che poi comunque essendo il dio delle tre maggiori religioni monoteiste, il ricordarlo è un resvizio comune per tutte; se uno compra una casa vicino ad una chiesa non può che sperare che le campane suonino come a Braccagni, cioè poco, perchè ci sono casi come quello riportato da Spadi, dove forse forse si dovrebbe parlare di orologio a cuculo, perchè suonare le mezz’ore non ha altra spiegazione… di certo non quella di chiamare i fedeli alle funzioni giornaliere; insomma, come l’inquinamento luminoso, quello elettromagnetico (ricordo che radio Vaticana è stata condannata per quasto, ad esempio) anche quello acustico ha notevole importanza nella vita civile delle persone, la soluzione secondo me è cercare di essere tolleranti con chi è tollerante, ma di chiedere il rispetto della legge con chi di questa se ne frega. Personalmente, diversamente dal caso cirtato da Spadi, a Braccagni non c’è questo bisogno di far tacere le campane, ma questa è la mia opinione. Aspetto interventi di altri braccagnini per dare ulteriori e più precisi riferimenti giuridici, meglio però che la cosa venga discussa sul piano morale, etico, piuttosto che religioso e giuridico, che come sappiamo rischiano di portare diritti diritti ad atteggiamenti ‘integralisti o estremisti’.. non vorrei che su una sentenza il paese si dividesse come è successo per gli usi civici… Propongo al concittadino di porsi in modo diverso verso quel suono, di non sentirlo nemico, ma amico, come un momento che ogni giorno si ripete dando una cadenza sicura alla vita, una cosa che si ritrova sempre eguale e che non fa del male, ma ricorda che il tempo passa, che una giornata si sta aprendo davanti con i suoi problemi, ma anche con la fortuna di poterla vivere, piano piano il suono delle 6,30, che poi è un’ora decente per svegliarsi, diventerà una piacevole abitudine cui non si rinuncerà, e se una volta non suonassero se ne sentirebbe la mancanza. Ora non mi dite che so smielato.. perchè io comunque la penso così veramente.

  10. Carlo Vellutini ha detto:

    Mi sono trasferito da poche settimane in via Canzio dalla “lontana” via Pilo. Sinceramente dalla mia camera con vista campanile (sì e no 50 metri in linea d’aria, forse anche meno -il tutto senza ostacoli e quasi ad altezza campana-) la sveglia mattutina non mi dà fastidio…anzi in realtà non me ne accorgo nemmeno…Credo che una volta ho sentoto la scampanata perchè ero in partenza per lavoro ed ero già alzato…Se dipendesse da me protesterei per quella delle 10,30 della domenica mattina, perchè quando torno tardi da qualche trasferta del sabato a quell’ora sono sempre a letto… (ovviamente è uno scherzo, ma paradossalmente sento di più quest’ultima che la prima). Comunque credo che chi acquista (come è accaduto a me) una casa vicina al campanile (o anche alla ferrovia) certi rumori debba metterli in conto…

  11. Catuscia Scoccati ha detto:

    Quando non siamo abituati a nuovi rumori sembrano giganti, fastidiosi, ti fanno innervosire, ma poi” quando hai fatto l’orecchio”, passa tutto, anzi sono motivo di discussione con chi ospiti sporadicamente nella propria abitazione, soprattutto l’indomani al risveglio, dopo un pò di tempo non ci fa più caso! Al nuovo cittadino di Braccagni, vorrei portare il mio esempio: Quando arrivai nella mia casa alla periferia di Braccagni, al mattino mi arrabbbiavo terribilmente con gli uccellini che mi svegliavano e scorrazzavano sopra la grondaia, era una cosa che mi stizziva,ora non mi accorgo più che cantano, anzi se voglio ascoltare i rumori che la campagna mi offre devo farlo mettendomi d’impegno ad ascoltarli, come ad esempio il rumore del grano quando tira il maestrale. Con questo non voglio obbligare nessuno a pensarla come me sui rumori nuovi che possono dare fastidio, ma consiglio di farli diventare parte della consuetudine, penso che il suono della campana è forte, ma diventa un elemento che identifica quel luogo, spero in modo positivo, la campana è indice di villaggio e quindi di vitalità.

  12. Roberto Spadi ha detto:

    Caro nosonodeltuttoeccetera, il bravo muezzin “non è che faccia meno casino di una scampanata, anzi, specie ora che hanno adottato adeguati amplificatori, le voci e le melodie, cui non siamo peraltro ben allenati ad apprezzare, ti danno più di un motivo per rimpiangere le amate scampanate caserecce.”‘un c’ha mica l’impianto megagalattico di don Giovanni all’Olmini, quello lì a Vasco Rossi gli fa una pippa!!

  13. Nonsonodeltuttod’accordo ha detto:

    caro Sciabolik

    c’è chi è più fortunato e chi è lo è meno

    c’è chi riesce a sentire “il rumore del grano quando tira il maestrale”, e mi sembra una fortuna non indifferente, per diversi motivi, e c’è chi è sordo e quindi sfortunato

    io la cosa la metterei così:

    te sei uno capace di udire come Catuscia, e quindi sei un fortunato

    don Giovanni all’Olmini, forse anche perchè ha un territorio aperto e più ampio di un ristretto ambito paesano, è costretto ad avere il mega impianto a mega volume per farsi sentire da tutti…….

    oppure, e questo sarebbe ancora peggio per lui, ma bisognoso di ancor più comprensione, è lui a esse sordo, e quindi sfortunato!

  14. redazione ha detto:

    Mi pare che ci sia comprensione per questi nuovi abitanti di Braccagni, ma anche un invito a fare l’abitudine al suono delle campane.
    Mi stupisce che ancora non sia intervenuto il diretto interessato: Tòto, “quello che un tempo suonava le campane” (ma questo lo possono sapere solo i braccagnini al 101%).

  15. Tòto ha detto:

    le campane come ogni cosa su questa terra hanno un senso se sono accettate e non soportate, sta al sacerdote e alla collettività saperle far accettare a chi non le sopporta. Non sopportare le campane non è un delitto, mentre utilizzarle in modo anomalo può essere un illecito, sia giuridico che anche, e questo è più grave per un sacerdote, sul piano del rispetto del prossimo, e non della mera tolleranza.
    chi diceva che anche la ‘tolleranza’ cristiana è un atto di razzismo?…
    a che cosa si riferiva? semplicemente al fatto che le tre religioni monoteiste hanno un piccolo grande difetto, si siedono sullo scranno della verità assoluta e tutto ciò che non concorda con loro è sbagliato, da rieducare. In questa ottica la tolleranza rientra nel ‘sopportare’ chi poverino non la pensa come noi e va pietosamente compreso per poi aiutarlo a rientrare nei ‘ranghi’. cosa ben diversa dal rispetto della diversità.
    ma io non voglio addentrarmi in discorsi troppo strani per questa piazza, mi basta però ricordare un grande sacerdote, Don Milani, lui diceva che anche una processione nel momento in cui occupava una pubblica via, di fatto se non la si faceva in modo da non imporre la processione a tutti, impedendo il transito per quella pubblica via, obbligando a subirla, era un atto sbagliato, una imposizione dall’alto… una cosa che non serviva a niente, all’anima di chi la faceva, ne a quella di chi la subiva; ecco, anche le campane dovrebbero essere utilizzate in questa ligica, a braccagni ritengo sia rispettata (ma sai, io ormai le ho dentro, quindi sono meno sensibile rispeto ai nuovi arrivati), e se il suono eccede i limiti della legge, basterà misurarlo e parlare col sacerdote che ritengo provvederà ad abbassarlo (sennò si prenderà la citazone come ogni buon cristiano pronto a dare a cesare quel che è di cesare, come radio vaticana e così via), mentre per l’olmini li la cosa è molto diversa, se il sacerdote vuole farsi sentire, basta che vada casa per casa dai suoi fedeli, senza ‘inquinare’ l’aria con le scampanate senza motivo… o meglio solo per il ‘suo di motivi’, bisogna rispettare il diverso ed il prossimo e soprattutto non fare agli altri ciò che non vorremmo che gli alti facessero a noi. Se Roberto Spadi e chi come lui la pensa, mettessero alle finestre di casa sua un impianto bose che sovrasta quello delle campane e ogni quarto d’ora mandasse il segnale orario o la sua voce registrata dove dice, ricordatevi che siete terra e terra ridiventerete, oppure votate Spadi a sindaco le prossime elezioni, pensate che nessuno penserebbe a fermarlo? allora perchè una chiesa deve poter fare quello che altri non possono? le leggi terrene devono essere rispettate, ci sono leggi terrene anche nella chiesa, salvo non dire c he da noi vale la legge religiosa come nei paesi che con tanta tronfia e menzognera verità l’occidente ha bombardato, invaso, distrutto sol per i suoi interessi economici, non certo per l’antiterrorismo.
    ecco cosa pensa Tòto, a dispetto dei molti benpensanti che adesso arriccieranno il pelo e ringhieranno, mal per loro.

  16. redazione ha detto:

    … e meno male sei quello che suonava le campane…!

  17. gazon ha detto:

    Sono 3 anni che vivo a Braccagni poco distante dalla chiesa e devo dire che il suono delle campane tutte le mattine alle 6.30 è veramente irritante ed odioso. Altro che gioia…a quell’ora rompono proprio i cosiddetti ancor di più quando qualche mattina potresti dormire un pò di più senza l’assillo del lavoro!!!E poi mi son sempre chiesto “perchè e per chi suonano a quell’ora” (per circa 5 minuti)! Credo che il parroco debba valutare l’ipotesi di cessare questo suono troppo “mattutino”. Grazie

  18. Roberto Spadi ha detto:

    Caro gazon, io t’avverto, il parroco di Braccagni è un osso duro…

  19. Sarchiapone ha detto:

    Senti gazon

    Ma te da ‘ndove vieni, dove abitavi tre anni fa?
    Nel Butàn? Nel Nepàl? Nel Gabon? O nel Gazon?
    O magari sei un E.T. fresco fresco sbarcato sul pianeta?

    Che sonavano al tu paese, i pifferi? I campanelli? O i violini, ma solo mezz’ora dopo il calar del sole?

  20. Nonsonodeltuttod’accordo ha detto:

    Per Tòto

    Vediamo di fa sto giochino: cambiando il nome dei fattori il risultato non cambia (?)
    Questa è una tua frase

    le campane come ogni cosa su questa terra hanno un senso se sono accettate e non sopportate, sta al sacerdote e alla collettività saperle far accettare a chi non le sopporta. Non sopportare le campane non è un delitto, mentre utilizzarle in modo anomalo può essere un illecito, sia giuridico che anche, e questo è più grave per un sacerdote, sul piano del rispetto del prossimo, e non della mera tolleranza.
    chi diceva che anche la ‘tolleranza’ cristiana è un atto di razzismo?…

    proviamo a sostituire “campane” con “insegnamenti”, e la parola “sacerdote” con la parola “genitori”, la frase allora suona così:

    “gli insegnamenti” (le campane), come ogni cosa su questa terra, hanno un senso se sono accettati e non sopportati, sta “ai genitori” (sacerdote) e alla collettività saperle far accettare a chi non le sopporta. Non sopportare “gli insegnamenti” (le campane) non è un delitto, mentre utilizzarli in modo anomalo può essere un illecito, sia giuridico che anche, e questo è più grave per un “genitore” (sacerdote), sul piano del rispetto del prossimo, e non della mera tolleranza.

    Ti piace il giochino? Vogliamo provare a continuarlo?

    Don Milani, lui diceva che anche una “educazione” (processione) nel momento in cui occupava una “coscienza” (pubblica via), di fatto se non la si faceva in modo da non imporre la’“educazione” (processione) a tutti, impedendo il transito per quella “coscienza” (pubblica via), obbligando a subirla, era un atto sbagliato, una imposizione dall’alto… una cosa che non serviva a niente, all’anima di chi la faceva, ne a quella di chi la subiva; ecco, anche “gli insegnamenti” (le campane) dovrebbero essere utilizzati in questa logica, a Braccagni ritengo sia rispettata (ma sai, io ormai le ho dentro, quindi sono meno sensibile rispetto ai nuovi arrivati), e se il suono eccede i limiti della legge, basterà misurarlo e parlare “ai genitori” (sacerdote) che ritengo provvederà ad abbassarlo (sennò si prenderà la citazione come ogni buon cristiano pronto a dare a cesare quel che è di cesare, come radio vaticana e così via), mentre per l’Olmini li la cosa è molto diversa, se il “genitore” (sacerdote) vuole farsi sentire, basta che vada casa per casa dai suoi “figlioli” (fedeli), senza ‘inquinare’ l’aria con “gli insegnamenti” (le scampanate) senza motivo… o meglio solo per il ’suo di motivi’, bisogna rispettare il diverso ed il prossimo e soprattutto non fare agli altri ciò che non vorremmo che gli alti facessero a noi. Se Roberto Spadi e chi come lui la pensa, mettessero alle finestre di casa sua un impianto Bose che sovrasta quello dei “genitori” (sacerdote) e ogni quarto d’ora mandasse il segnale orario o la sua voce registrata dove dice, ricordatevi che siete terra e terra ridiventerete, oppure votate Spadi a sindaco le prossime elezioni, pensate che nessuno penserebbe a fermarlo? allora perchè una “famiglia” (chiesa) deve poter fare quello che altri non possono? le leggi terrene devono essere rispettate, ci sono leggi terrene anche nella “famiglia” (chiesa), salvo non dire che da noi vale la legge religiosa come nei paesi che con tanta tronfia e menzognera verità l’occidente ha bombardato, invaso, distrutto sol per i suoi interessi economici, non certo per l’antiterrorismo.(*)
    ecco cosa pensa Tòto, a dispetto dei molti benpensanti che adesso arricceranno il pelo e ringhieranno, mal per loro.

    (*) mentre l’oriente ed il medio oriente cosa hanno fatto o che cosa stanno facendo?

  21. Sonoabbastanzad’accordo ha detto:

    Pe Sciabolik

    Io il parroco di Braccagni non l’ho mai roso, ma vecchio com’è ci sta che sia abbastanza tosto, pe un’ di’ tenace.

    Se non lo fosse a sufficienza e non ce la facesse lui, speriamo che abbia miglior sorte il sentire comune.

  22. gazon ha detto:

    Caro Spadi lo so che il parroco è un osso duro..me lo hanno detto che è un bel crostino… ma chissà.. le vie del Sinore sono infinite… quindi mai dire mai

    Sarchiapone invece non merita nemmeno risposta!

  23. Sarchiapone ha detto:

    caro Gazon

    Se un mi volevi risponde un mi dovevi cita’
    Se l’hai fatto è perché in fondo mi ami, cioè ami le mie osservazioni.

    E allora t’accontento e te ne regalo un’antra: quanto pensi di esse sballone te?
    Al 100%?, al 200%?, al 300%?, al 400%?, o al 500%?

    Dato che nell’occasione dici di esse sveglio, prova allora a cronometra’ quanto dura l’odiata scampanata, poi dividi 5 minuti per il tempo effettivo e la relazione tra i due numeri ti da’ la misura in percentuale di quanto sei sballone!

    Ti saluta Sarchiapone!

  24. redazione ha detto:

    Caro Roberto (Spadi), mi sbaglierò ma ho l’impressione che tu voglia aizzare la canizza…. Prima stuzzichi Pizzicato invitandolo a tirare fuori le varie leggi sull’inquinamento acustico… Poi dici che il nostro parroco è un osso duro, quasi a provocare una reazione contro…

    Devo confessare però la mia ignoranza: non so’ se c’è un motivo particolare per la scampanata mattutina, forse è solo per dire: Buongiorno Braccagni. Comunque basta informarsi.

  25. Roberto Spadi ha detto:

    Qui se c’è uno che aizza ‘un sò di certo io…

  26. pizzicato ha detto:

    Perché sussista la contravvenzione di cui alllart. 659, comma 1, c.p. è sufficiente la dimostrazione che la condotta posta in essere dalllagente sia tale da poter disturbare un numero indeterminato di persone (nella specie, si è ritenuto che i rumori costituiti dai rintocchi delle campane superavano i limiti normali di tollerabilità ed erano comunque tali da disturbare per la loro intensità e per la loro diffusione alllesterno il riposo e le occupazioni di un numero indeterminato di persone). (scassazione Cassazione penale sez. I 13 ottobre 2000)
    ma ne ho presa una a caso… perchè ci sono siti interi dedicati a questo problema…

  27. Tòto ha detto:

    leggo scassazione… o sbaglio?

  28. Sarchiapone ha detto:

    caro Pizzicato

    ce ne saranno pure millanta, ma mica tutti nel senso della citata scassazione……..

    sennò mi fai il partigiano………..

    Lapsus linguae, caro Tòto, non ti sbagli affatto!

  29. Nervinus ha detto:

    ma avete rotto le campaneee e basta..!!! che volete demolì la chiesa che c’era prima di voi…?!x il nuovo cittadino: comprati i tappini! 🙂

  30. Emiliano ha detto:

    Ciao sono quello che ha scritto la prima mail…. mi sembra di aver alzato un bel “polverino”… sono contento 🙂
    Vorrei rispondere a gazon; mi trovi pienamente d’accordo perchè alle 6.30 per circa 5 minuti le campane sono davvero irritanti. Speriamo di abituarcisi… Comunque io ci sono andato a parlare con il parroco e mi ha risposto che il paese si sveglia tutto a quell’ora… è normale che (dice lui) la gente si svegli alle 6.30… per chi porta i figli a scuola e chi va a lavoro, stando a Braccagni,è normale svegliarsi a quell’ora!… mmah!… io credo che nel 2008 anzi quasi 2009 esistano le sveglie…. A quel punto ho chiesto almeno che non suonino per 5 minuti di seguito e devo dire che adesso le “scampanate” si sono ridotte di parecchio (1 minuto forse 2). Quindi non mi sembrerebbe un osso troppo duro… basterebbe che la gente a cui danno noia queste benedette campane andasse a lamentarsi civilmente come ho fatto io… magari se ci vanno diverse persone invece che uno solo, il parroco si rende conto che dà un attimino di fastidio invece che svegliare la gente…!! ciao a tutti

  31. pizzicato ha detto:

    Mi sembra che tu ti sia mosso bene, hai chiesto sul blogghe chi avesse il tuo stesso problema, per cercare di trovare altre persone e parlarne serenamente;

    hai parlato con il prete, ed hai ricevuto le risposte che però a questo punto mi sembrano un pò sconcertanti, io pensavo che suonassero a quell’ora per via di una funzione; se suonano per cinque minuti per svegliare il paese allora è altra cosa.

    Mi pare giusto che nel paese , chi non vuole sentirle suonare a quell’ora, si ritrovi e ponga il problema .

    Credo che tener conto delle esigenze di tutti sia la cosa migliore che un sacerdote, non vincolato a scampanate per ragioni di sacerdozio, possa fare.

    Non mi sembra di intravvedere crociate contro la chiesa e i preti, ma una semplice esigenza di vita in comune; spero che tutto si risolva magari spostando in avanti il suono, e son contento che si sia ridotto ad un minuto, segno che si è cercato di capire anche le tue esigenze.
    Buona fortuna.

    • loredana ha detto:

      2008??un po’ tardi per rispondere….come si è risolta la storia di “campane spaccaglorie”???
      Abito da tre mesi in val di susa…in un paese, ove il parroco mantiene ferrea la levataccia mattutina:ore 6,30 sveglia con campane a schiera per un minuto…ore 7…per chi non l’avesse capito prima: giu’ dal letto con scampanellio di tre campane a mo di festa Pasquale.Di rimando i miei due cani ululano per i lancinanti dolori ai loro timpani (non urlano nemmeno per i 12 rintocchi giornalieri…segno che è i decibel alle 6,30 sono in eccesso.Ora…aspetto che qualcuno si lamenti dei miei cani….ma, dato che danno fastidio anche a me, e sono per il “quieto vivere” alle 6,30 mi sgolo e li faccio stare zitti, ma..chi dorme piu’?? ecco una ragione per odiare la chiesa……penso di esporre il problema a chi di competenza…ma chi è di competenza???l’ARPA ?? il comune??? l’ASL??

      • mezzolitro ha detto:

        Accidenti! Sò già passati quasi quattro anni! Il tempo vola!
        Nel frattempo è cambiato il prete, questo è un pò più “sportivo”, almeno così mi sembra a me.

  32. Emiliano ha detto:

    grazie pizzicato, ho cercato solo di capire se il problema era solo mio, se ero l’unico stolto a cui dava fastidio lo scampanio mattutino. Sono felice di sapere che c’è qualcuno che non le sopporta come me (gazon) e meno felice di sentirmi dire (ancghe se con la faccina sorridente) di comprarmi i tappini perchè la chiesa c’era prima di me… come mi fa notare Carlo Vellutini uno che compra la casa tra la ferrovia e la chiesa qualche rumorino lo dovrebbe mettere in conto, infatti non sono cieco la chiesa l’avevo vista ma non pensavo certo che scampanasse alle 6.30 tutte le sante mattine. Che la chiesa ci fosse prima non lo metto in dubbio, vorrei soltanto capire perchè quel campanile deve suonare a quell’ora quando la maggior parte delle persone dorme ancora; tutto qui. ciao

  33. redazione ha detto:

    Questo blog, anzi blogghe come diciamo noi, serve anche ad ospitare critiche ed osservazioni come la tua, e naturalmente i commenti conseguenti.

  34. Emiliano ha detto:

    non capisco la precisazione…

  35. Emiliano ha detto:

    che ci siano persone d’accordo con me e altre meno mi sembra ovvio…

  36. Emiliano ha detto:

    io mi riferivo a nervinus che mi dice di comprarmi i tappini perchè la chiesa c’era da prima e ho detto la mia… non capisco la vostra precisazione

  37. redazione ha detto:

    Purtroppo quando si scrive su internet non si capisce il tono. Il mio ero solo un invito rivolto a tutti a discutere civilmente (come in questo caso) delle cose che ci stanno a cuore all’interno del nostro paese.
    Piuttosto una cosa: mi pare strano che un concittadino bussi alla porta del nostro parroco, si lamenti del suono delle campane, ed immediatamente cessi lo scampanìo.

  38. fra martino ha detto:

    Vorrei tranquillizzare tutti i concittadini: si è trattato solo di un guasto.
    Presto torneranno a scandire ed accompagnare la nostra sveglia più gaiose che mai!
    din don dan!

  39. Emiliano ha detto:

    si, in effetti i toni non si capiscono e spesso si può fraintendere… verissimo. Per quanto riguarda il tuo dubbio posso assicurarti che ho suonato al parroco una mattina del mese scorso e abbiamo parlato civilmente e mi è sembrato una persona anche disponibile ad ascoltare i problemi che gli ho posto.E’ rimasto fermo sul fatto che le campane “debbano” secondo lui suonare (infatti suonano sempre) ma che il tempo sia diminuito a 1minuto o poco più puoi cronometrarlo tu stesso (e che prima fossero 5 minuti puoi chiedere in giro). Se poi è un caso questo non posso saperlo. Ah… faccio gli auguri di buon Natale e buon anno a tutti

  40. gazon ha detto:

    Caro Emiliano grazie per essere venuto in mio soccorso. Parlando con il Parroco hai dimostrato che le campane suonano perchè secondo lui la gente si sveglia alle 6.30!!! Può darsi che qualcuno, tra cui il sottoscritto si alzi a quell’ora o giù di lì, ma la cosa è più irritante quando uno vorrebbe godrsi un pò di riposo (magari quando si è in ferie..) e deve comunque sentire il suono elle campane e di consegenza svegliarsi senza più riaddormentarsi! Inoltre esistono anche delle persone che non vanno a lavoro (vedi casalinghe ad esempio!!) che farebbero volentieri a meno dello scampanio!!
    Per quanto riguarda Nervinus credo che come Sarchiapone non meriti risposta! Di stolti purtroppo ce ne sono a bizzeffe e non potevano certamente mancare nella comunità di Braccagni!!! Senza rancore, auguri di buone feste a tutti i Braccagnini (parroco compreso!!)e a tutti i BLOGGHINI ! Buona Natale e Buon 2009

  41. redazione ha detto:

    Gli auguri di buone feste sono d’obbligo a tutti coloro che frequentano questo blog: a chi legge, a chi commenta, a chi è in favore della scampanata mattutina e a chi non lo è.
    Raccomandiamo sempre a tutti, lo dico in generale, di usare un linguaggio moderato, proprio al fine di presevare questo spazio che abbiamo a disposizione.

  42. pizzicato ha detto:

    Caro gazon, tutta la storia delle campane, si era difficilmente, ma pacataente , svolta in questo blogghe fino a quando, te.. e devo dirtelo senza che te la prendi, autorizzandoti a riprender me quando io sbaglio come hai fatto te, dicevo fino quando non ti sei lasciato andare a qualificare due perone che discutono con noi con il ‘difficile’ e ‘complicato’ termine di ‘STOLTI’ che nessuno qui si merita.
    Ovviamente capirai che se ci si lascia andare a certe qualificazini per contrastare chi un la pensa come noi, o chi fa battute anche forti, ma sempre battute sono, alla fine un si sa dove si finisce..

    In una piazza vera certi termini forti un si usano senza il rischio di quattro labbrate, e allora chi si arrischia almeno sa il pezzo che gli costerebbe, ma in una piazza virtuale un si rischia niente, e proprio per questo sarebbe bene che tu chiedessi scusa agli amici che sbagliando in quel modo hai chiosato… sarebbe un bel gesto, e riscatteresti ai miei occhi il tuo pseudonimo. Se poi non vuoi farlo libero, ma allora chiedo ala redazionedi far togliere l’epiteto, perchè non sia di insegnaento e di esempio ad altri, mettendo così a rischio l’esistenza del blogghete stesso.

  43. Carlo Vellutini ha detto:

    Sapevo dell’iniziativa di Emiliano (andare a parlare con Don Luigi) e credo che sia stata giusta. E’ chiaro che a qualche persona con il sonno più leggero la campana può dare fastidio. Il mio riferimento sulla presenza del campanile nelle vicinanze era abbastanza logico, come lo è il fatto che uno che viene da fuori non abbia la cognizione del momento in cui le campane vengono suonate. Anche io quando comprai la casa mi sono domandato quanto le campane e la ferrovia potessero disturbarmi e alla fine dico che non lo fanno per nulla. Ma è chiaro che parlo per la mia persona e non posso generalizzare per tutti. Magari è vero che se alle 6.30 qualsiasi altro soggetto facesse lo stesso rumore sarebbe tacciato di non so cosa. Credo anche che il ruolo di sveglia della campana non abbia più senso…ma forse in un mondo che cambia è anche bello che qualche tradizione sia rimasta. E quella del suono della campana, alla fine, lo è indipendentemente dal fatto che uno sia amante della Chiesa o meno…Basta che, ovviamente, non si esageri e non si creino disagi!!!!

  44. gazon ha detto:

    Innanzitutto auguri di Buon anno a tutti i BLOGGHINI. Caro Nervinus il mio aggettivo “stolti” non voleva essere di offesa verso nessuno, ma solo a far notare che comunque gli strulli o grulli o che dir si voglia sono un qualsiasi posto. In effetti per me che sono una persona spiritosa mi è parso un pò fuori luogo il commento di Sarchiapone (sicuramente più offensivo del mio termine!) più che quello tuo e comunque chiedo SCUSA se qualcuno si potesse essere offeso. come dici tu qui si dice ognuno la sua ma ovviamente in difesa di ciò che uno mi scrive io rispondo a tono, tutto qui! Comunque alla prossimn e di nuovo auguri Ciao

  45. moderator ha detto:

    Bene Gazon, questi sono i toni che ci garbano.

  46. Nicola ha detto:

    Buongiorno a tutti e complimenti alla redazione per il lavoro svolto e per l’ottimo strumento che ha messo in piedi.
    Mi sono trasferito da poco a braccagni e sinceramente non sono ancora mai intervenuto negli argomenti di discussione anche se di tanto in tanto mi fa piacere aggiornarmi su quello che accade in paese, dove sto benissimo
    Ieri sera mi sono ricordato di questa discussione sul campanile, che per fortuna vista la disposizione di casa non disturba il mio sonno, e ho pensato di confrontarmi con voi su un altra questione ed avere il vostro parere e se il mio è un caso isolato.
    Da quando abito a braccagni mi capita di avvertire nelle giornate con un po’ di vento un irritante stridolio metallico che probabilmente proviene da una pala a vento che dovrebbe essere ubicata in zona del campo sportivo.
    dato che ieri era una serata ventosa il rumore continuo si stentiva anche a finestre doppie chiuse e ciò mi preoccupa in vista della bella stagione e in particolar modo dell’estate quando la notte capita di dormire a finestre aperte.
    che mi sapete dire?
    ciao e grazie a tutti

  47. pizzicato ha detto:

    ma a dir la verità non mi pare che li ci siano pale a vento, potrebbe dipendere da tante altre cose, ad esempio le gru deicantieri li vicino, oppure qualche banderuola vecchia sul tetto, cerca di capire meglio quando senti il rumore da dove viene e poi, questo il mio consiglio, parla con il proprietario, in fondo si tratta solo di farci mettere un pò d’olio, e se è in alto, basta un pennello su una canna con olio di motore. una cosa da niente.
    Piuttosto, sentendo le notizie della toscana hanno detto che un sacerdote di prato è stato multato di un migliaio di euro e poco più per il rumore delle campane che suonavano anche di notte, con l’obbligo di non suonare più (inquinamento acustico)dall’agenzia regionale per il controllo di queste cose… non ho capito bene, ma forse si tratta dell’ARPA, se mi sbaglio mi ‘corriggirete’, disse qualcuno che non c’è più e che era un grand’uomo oltre che Papa.

  48. moderator ha detto:

    Per Nicola: ci fa piacere che ti trovi bene a Braccagni. Tra l’altro notiamo che questo blog, oltre che da coloro che hanno visto svilupparsi questo paese, è seguito anche dai “nuovi” abitanti di Braccagni. Gradiamo sentire le loro impressioni, anche perchè spesso certe cose è più facile che siano notate da chi viene da fuori rispetto a chi ci convive da tanti anni.

  49. Roberto Spadi ha detto:

    Quella pompa a vento che “rumoreggia” è uno dei motivi per cui ho smesso di andare allo stadio.

  50. Nicola ha detto:

    ah ma allora non sono il solo a sentirla. menomale
    scusa roberto e da dove rumoreggia?

  51. Roberto Spadi ha detto:

    La struttura in questione si trova sud del campo sportivo, in una proprietà privata di cui non saprei ricondurre l’appartenenza.

  52. Gra Gra Gra ha detto:

    Caro Nicola

    Ti rispondo io prima che “Dotti, Medici & Sapienti” di questo blogghe con mille arzigoglii e tremila seghe mentali ti confondano le idee.

    Questa era la mia intenzione stamani appena ho visto il tuo intervento. Nonostante il tentativo di difesa del Moderator, come tanti avvoltoi questi si sono buttati sull’innocente agnellino che pudicamente ma anche ingenuamente si era presentato.

    Comunque provo a risponderti cercando di ignorare gli interventi sopra ipotizzati.

    Ora che sei venuto a Braccagni è bene che tu prepari ad una scelta di vita: o piena di difficoltà e patimenti o piena di soddisfazioni uniche e irripetibili. Non dipende dagli altri, ma solo da te, perché se hai più che legittime abitudini come dormire con la finestra aperta d’estate in Maremma, devi decidere se i suoni, le musiche, le voci e gli umori che inevitabilmente entreranno in casa tua possono essere o la cosa più bella e tipica del territorio o una grande rottura di coglioni.

    Vediamo se riesco a darti una delucidazione e quindi, no pe impauritti, ma pe prepartti un po’ alla cosa, ti segnalo cosa ti POTREBBE succedere a dormi co la finestra aperta. Niente di eccezionale, anzi, il meglio di ciò che localmente offre la Maremma, insomma prodotti nostrali, tipici del territorio.

    GRILLI
    Cominciamo allora con quello che è di più romantico e tipico nella stagione estiva: serenate di grilli che non andranno a comando come nei filmi, ma ti accompagneranno con il loro frinire fino a quando glielo richiede la pancina e la voglia di compagnia. Ovviamente decidono loro quando iniziare e quando smettere, a che volume esibirsi e in quale tonalità. La qualità e l’originalità non si discute: è D.O.C., questo te l’assicuro io.

    CANI
    Pei cani invece è sufficiente arrivare alle prime famate dei cinghiali che scorrazzando pe fa’ il loro shoppinghe pe i campi. Allora aizzeranno di passaggio tutti i cani sportivi, borghesi o da lavoro, di tutti i cignalai. Questi di solito non si limitano a qualche assolo, ma anzi, molto solidali, si aggregano volentieri in cori polifonici di tipo prolungato, insomma quelle che molti chiameno anco “canizze”. La durata? Dipende da quando ripassano in su i cignali e da quanto gli fa voglia di abbaia: certo con l’allenamento che hanno non è che gli manchi il fiato né la voglia.

    AUTO MOTO E TRENI
    Potrei anche indicarti come rumore di fondo il passaggio auto e motociclistico sulle nostre strade, da quelle paesane, ormai piu piste di velocità che di scorrimento pe i locali, ma anche l’Aurelia a quattro corsie, e la ferrovia che ormai non sente più nessuno perché è come fosse entrata nel DNA di ciascuno di noi.

    ZANZARE
    Purtroppo c’è di peggio. Con le finestre aperte è assai probabile che tu possa provare l’ebrezza del verace ronzio della ancor più verace delle zanzare: la nostrale, piccola, ma micidiale. Ma anche l’extracomunitaria e paffuta zanzara tigre che oltre essere un’intrusa, ci’ha il brutto vizio di esercita’ la professione 24 ore al giorno: una vera crumira: ti pole zanzarà anche alle 7 e ¼ di mattina.

    EFFLUVI NATURALI
    In quanto agli effluvi, se ho ben capito dove abiti, è assai probabile che in certe serate di scirocco tu posso godere di leggere ma inconfondidibili folate di stallatico di pura chianina, segno e testimonianza di biologiche gestioni della nostra agricoltura locale.

    UCCELLACCI E UCCELLINI
    A di la verita nella mattine primaverili ed estive si sente anche l’allegro cinguettio di molti uccellini, ma anche loro – va fan culo – lo fanno in orari mica tanto agevoli per noi! Quando si dice l’intempestività! Allora si pole parla di uccellacci.

    Io non so tanto esperto in queste cose, ci vorrebbe il mi amico Carlo, lui ascolta e legge anche il vento, figurati ste cose. Spero comunque di avetti dato un’idea di quello che t’aspetta.

    Ora sta a te decide se sei fortunato o te la sei presa nel c. a veni a sta in camagna.
    Io non so certamente del partito di decide su di un suono o un rumore con il codice alla mano. E al calcio ci ho rinunciato pe motivi un po’ diversi da un cigolio di una vecchia pompa a vento.

    E così scomodo incazzassi! Se lo faccio cerco di fallo pe cose serie.

    p.s. a chi può servire perché non lo sa: tutta la zona a sud del campo sportivo per diversi svariati ettari, i terreni credo siano di proprietà della famiglia Concialini. Forse ho svelato un segreto, ma è proprio quello che si dice in giro.

  53. Nicola ha detto:

    grazie gra gra gra, da maremmano docche so quello che mi aspetta e ti dirò che alcuni dei suoni che mi hai elencato ben vengano xchè fanno parte del contesto naturale di cui si può vantare braccagni. è solo che tra tutti i suoni questo della pala a vento è metallico e di naturale non ha nulla. oddio ti dico la verità quando venivo le prime volte a sistemare casa non avevo ancora chiare le idee e pensavo addirittura fosse il ragliare di qualche asino in qualche stalla delle vicinanze. :-))
    come diceva uno storico presentatore “la domanda sorge spontanea: ma ai proprietari della pala e alle palazzine che ci sono lì a 50 metri quel rumore non dà noia?”

    un saluto a tutti

  54. Biadone ha detto:

    Grande Gra Gra Gra, stupendo intervento, volevo aggiungere la presenza silenziosa di pipistrelli e gechi, badate bene specie protette, non v’azzardate a toccalli. Caro Nicola se voi tene’ le finestre aperte attrezzati!
    A Braccagni o ci nasci o è una scelta di vita.
    Viva la biodiversità, viva Braccagni!

  55. Gra Gra Gra ha detto:

    Caro Nicola,

    benvenuto in Maremma!

    Complimenti per il giusto spirito che hai subito annusato e cavalcato. A questo punto ogni parola potrebbe essere superflua perché mi sa che parecchie risposte le sai di già.

    Quindi ti dirò solo qualche frasetta scontata tipo “un c’è rosa senza spine”, se voi il prosciutto bono “bisogna che tu mangi un po’ di magro e un po’ di grasso”, e così via. E poi quello ti ho elencato non è che siano pel’appunto tutte belle e lodevoli cose, canizze per esempio……

    Con questo ci so delle cose che rischiano di entratti nel cervello e non sai come fanno gli altri – proprietari compresi – a sopporta quello strazio. Mah, forse questi so i veri misteri della vita! So na sega io

    Grazie anche al Biadone

    E io ti ci’aggiungo pure la stirpe dei barbagianni che ci’ho in soffitta da 30 anni! Con gioia e orgogli mia, con incazzature e maledizioni da parte della mi moglie. Il fatto è che, come certo saprai, oltre che rigurgitare gli avanzi di topi, serpi, e similari, prima di rientrare alla loro base, da bravi e attenti alla pulizia dei loro locali, cacano dal davanzale direttamente sul nostro marciapiedi di casa, con firme e disegni fantasiosi, ma inevitabilmente di un bianco quasi indelebile, che la mi moglie stenta poi a levare anche con l’acido! E te vagli a di che da quando ci so loro, pur abitando tutto sommato in campagna, non vediamo topi o topolini, serpi e serpentelli né in garage, né in soffitta, né in cantina………………

    Solo un altro piccolo esempio. Ci’ho un poco di orto pe casa con qualche insalata, qualche odore, e du pomodori d’estate. Ma soprattutto insalata e radicchio da taglio. E li ci campano, come nei campi e nelle fossette adiacenti, una certa quantità di lumache, per l’esattezza di Mezzanelle, Lumaconi” e Bianchette. Ora io mi guardo bene da metteci l’antilumaca con il duplice effetto di: trovare spesso l’insalata mangiucchiata dalle lumache (ed è come ben sai come avere una medaglia al valore o un bollino di qualità DOC) magari con qualche lumachina nascosta nelle pieghe, ma anche un altro non trascurabile vantaggio. Quando mi piglia la voglia di mangia du lumache vado di mattina presto e dopo un’acquata a “coglierne” un paio giusto pe senti il profumo del sugo, mangiacci un tozzo di pane casereccio di un giorno, e un gotto di bono rosso giovane.

    E te chiamalo fumo, diceva Tacco!

    Ciao e tutti e due

  56. Nicola ha detto:

    non fraintendetemi ma i “disturbi” di origine naturale non sono controllabili e, che ti piacciano o no, devi conviverci.
    mentre penso che per il rumore che si avverte nella zona del campo sportivo possa bastare qualche goccia di buon olio, non quello DOCG che mi serve per le bruschette. Non credo che chi gestisce la pompa a vento abbia problemi se in maniera garbata e gentile gli si propone un po’ di manutenzione

    poi ragazzi ma d’estate con la finestra chiusa come si fa, mi volete fà morire di caldo?
    il condizionatore un si pole mette che mi fà male agli ossi

    un saluto a tutti, non vi disturbo più

  57. Roberto Spadi ha detto:

    Non ti preoccupare, disturbali, che ‘un gli pare vero…

  58. Gra Gra Gra ha detto:

    Sciabolik: sei un bel para..gnostico!!!

  59. Gra Gra Gra ha detto:

    caro Nikke

    sulle du gocce d’olio si pol’esse d’accordo c

    però sul condizionatore se permetti mi sembra come quella che
    “L’OMBRA DEL FICO FA MALE…………”

    si, ha chi un ce l’ha!

  60. dorminpiedi ha detto:

    Ragazzi, mica pe fa il polemico a forza, ma stanotte per braccagni c’è un
    SILENZIO ASSORDANTE!!!
    un va mica bene…
    non riesco a dormì……
    allora ho preso la macchina e so andato al campo sportivo, ma non c’è vento e la pala un fa il su lavoro, silenzio pure li…
    so andato alle sbarre, si so chiuse tre o quattro volte senza fa un rumore….
    mi so portato sotto la finestra del granocchiaio e li finalmente al dolce rumore del su russo mi so addormentato…
    ma na cacata in testa del su uccellaccio m’ha risvegliato e un so più riuscito a prende sonno…
    sconsolato mi so messo sotto le logge della chiesa ad aspetta le 6 e 30….
    sperando di addormentarmi al dolce suono delle campane….
    che razza di campanga è questa? manco un gatto ingrifato a sgnagulà per fa dormì un poveraccio che domani deve lavorà…

  61. Gra Gra Gra ha detto:

    sarai anche dorminpiedi

    ma musicista un sei di sicuro!

    guarda che quel russo che sentivi unn’ero io, era il mi gufo che, siccome hai cominciato a russa te, ti ha GIUSTAMENTE cacato sulla chiorba pe svegliatti e fatti sposta un po più la e un disturba la quiete della nostra magione: siamo già in due a russa una volta io e una volta lui, ci abbasta e ci avanza

    mi spiace ma devi trovatti un’altro angolo di pace pe anda’ a russa………………….

    se invece ti accomoda un po di allegria la prossima volta fatti una giratina pe la stradina sotto i canili del paese: vedrai quanti amici che ti vogliono parla che ti trovi!

  62. moderator ha detto:

    Su un forum sportivo grossetano, a seguito della partita di domenica tra Braccagni e Orbetello, anche i tifosi lagunari hanno scritto che a Braccagni c’è un rumore fastidioso di una pompa a vento!!!!

  63. Roberto Spadi ha detto:

    giust’appunto!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.