Montepescali dimenticato dalla politica

Pubblicato il 15 febbraio 2009 sul Corriere di Maremma “La voce dei lettori”

a firma di: Giorgio Cipriani

 

Montepescali dimenticato dalla politica. In tutto il panorama politico grossetano non riesce a trovare un elemento, di un qualsiasi schieramento, che ritenga utile e giusto interessarsi a Montepescali… Anzi, se qualcuno, nel tempo, ci ha messo pensiero è stato sempre negativo, tagliando, ogni volta, qualcosa.  Quando la musica sembrava cambiata, eravamo stati inseriti nel programma “centro storici di Grosseto-Batignano-Montepescali”. Gli, allora, amministratori di centro-destra pensarono bene di non terminare i lavori programmati e dirottare i residui fondi in altre faccende. Questo, però, non gli è bastato perché per completare l’opera risultò indispensabile eliminare la  “zona di completamento” dal piano regolatore… atto giustificativo del non spendere più un centesimo per questa comunità. Elezioni 2006. amministrazione centro-sinistra. Cambia qualcosa? Illusione… Gli abitanti di Montepescali, tacciati di essere “cattivi e inospitali”, perdono, in uno stillicidio continuo, il diritto a tutti quei servizi che il Comune di Grosseto eroga a quasi tutti i residenti (non siamo nemmeno degni del trasporto scolastico) e rimangono sistematicamente all’esterno di quel circuito di avvenimenti, programmi e investimenti che i nostri amministratori pubblicizzano tanto. Ultimo esempio lampante è il piano triennale degli interventi (come comunicato stampa dell’11 febbraio) dove pomposamente si afferma che: “E’ un impegno che ci contraddistingue sin dal nostro insediamento. Quello della manutenzione è un settore sul quale stiamo investendo molto. Siamo consapevoli che la vivibilità di una città passa anche da interventi di recupero e sistemazione del patrimonio esistente. L’obiettivo è ristrutturare, nel giro di un triennio, tutte le strade e i marciapiedi della città e delle frazioni”. Ci domandiamo:ma Montepescali non fa più parte del Comune di Grosseto? Sembra proprio che sia così visto, anche (ultimo esempio) il mancato passaggio del forum itinerante sul “regolamento urbanistico”. Unica frazione dimenticata da questa iniziativa (…). Chissà se riusciremo a far parlare di Montepescali, se alle prossime elezioni uscirà dalle urne un considerevole numero di schede bianche. Che vorrebbe ire tutti bocciati.

Archiviato in: LA VITA DI PAESE

Tag:

RSSNumero commenti (51)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. mezzamestola ha detto:

    quello che scrivi è molto grave, e deve far riflettere prima di tutto noi, Braccagnini e Montepescalini…. non possiamo essere divisi o farci dividere, solo l’unità di intensti può farci avere una qualche possibilità di essere ascoltati. Oggi non si ascolta che è nel giusto, la politica ti da se hai da dare… loro vogliono consenso, se hai da spendere solo 200 voti, non sei nessuno, se ne hai 1200 allora diventi più forte e ti scaoltano…
    Montepescali non può, da questo punto di vista, aspettarsi niente… solo se si unisce a Braccagni nelle sue legittime richieste, può pensare di ottenre qualche soddisfazione… l’alternativa è la via dei favori agli amici degli amici…

  2. alpinolo ha detto:

    …per gli usi civici disertare le urne, per le prossime elezioni votare scheda bianca… ma allora questa dell’appello al boicotaggio delle elezioni a Montepescali è una “fissa”!

  3. Nello ha detto:

    Spero che Giorgio abbia scritto solo al “Corriere della Maremma”, perchè sul “Il Tirreno” non ho letto nulla (non leggo La Nazione) per cui non solo i politici si disinteressano di Montepescali e anche questo dovrebbe far riflettere.
    Chiaramente Giorgio , da abitante, ha esposto i problemi del paese, io cittadino qualunque in altro blog portai ad esempio, quello che per un paese è l’immagine, la “unica” strada d’accesso: fa veramente schifo e notate bene che faceva schifo già 15 anni fa. Quindi trovo giusto il “ribellarsi”, ma come dice Mezzamestola unendo le forze dei due paesi perchè anche Braccagni non è che sia un oasi felice (vedere blog sulla viabilità, sul verde sulle “cacche”).
    L’unica cosa su cui dissento da Giorgio è la forma di protesta che vorrebbe attuare: non voglio rinvangare una polemica che sembra sopita (che personalmente non mi ha interessato) ma l’ultima volta avete raccolto un pugno di mosche.
    Per quanto riguarda il forum del Piano Urbanistico hai ragione: doveva far tappa anche a Montepescali perchè i due paesi hanno natura diversa, per cui soluzioni da presentare e possibilità di realizzazione diverse (uno del X sec. l’altro del XX). Comunque avevo richiesto l’apertura di un blog ad hoc, ma la redazione decise diversamente.

  4. mastrociliegia ha detto:

    Per come la penso io:
    esiste UNA circoscrizione,
    esiste UNA frazione
    ma esiste anche un DELIRIO generale.
    Delirio che nel tempo ha prodotto i suoi effetti.

    CHI HA DIVISO, COSA?

    Si è preferito chiudersi ognuno nel proprio guscio, si sono alzate barricate tra chi doveva e DEVE convivere e collaborare.
    Si sono e si stanno sprecando, per cause assurde, risorse ed energie che dovrebbero essere investite sul territorio, per il miglioramento della qualità della vita dei suoi abitanti.
    Occorre alzare gli occhi e andare oltre il nostro orticello e i nostri interessi personali.
    Occorre controllare e gestire quello che accade intorno a noi, altrimenti lo steccato del nostro orticello non reggerà e perderemo quel poco che cercavamo di difendere.
    Non necessariamente l’unione deve fare la forza, sicuramente aiuta a vedere le cose con occhi diversi e a dare grandi idee per contribuire a risolvere i problemi di questo territorio e della sua gente.
    Prima di tutto riconoscersi come UNICA comunità, che ha il diritto e il dovere di decidere sul governo del proprio territorio attraverso tutte le istituzioni.
    I due paesi non hanno natura diversa perché nascono dalla stessa storia, nello stesso territorio. I recenti sondaggi archeologici (San Martino De Plano) dimostrano la ciclicità degli insediamenti sul territorio, non a caso, la storia ci insegna che in tempi di pace gli insediamenti umani si sviluppano in pianura, possibilmente vicino a corsi d’acqua, mentre in tempi instabili, di guerra, si sviluppano arroccati sulle colline, a difesa anche di chi abita la pianura.
    Non si può pensare di separare i due paesi, che pur avendo problematiche diverse possono essere viste in maniera complessiva, basta allargare il nostro orizzonte, razionalizzando gli interventi in sinergia fra i due nuclei, superando la logica che quello che succede a Braccagni non riguarda Montepescali e viceversa.
    Anch’io vivo il mio delirio, una comunità unita che si aiuta a vicenda e guarda lontano.

    Mastrociliegia
    Piazza Grande s.n.c.
    Frazione di Montepescali – Loc. Braccagni
    58100 GROSSETO

  5. moderator ha detto:

    Su questo blog l’argomento Montepescali ricorre spesso, e anche in questa piazza virtuale abbiamo avuto modo di constatare l’invidiabile attaccamento che i montepescalini hanno nei confronti del loro paese.
    Mi corre anche l’obbligo di spiegare, a chi segue il blog, come mai sono spariti tutti i precedenti argomenti di discussione. Ciò è dovuto al fatto che sono stati inseriti i vari articoli della Sentinella, e per far spazio ad essi abbiamo dovuto togliere argomenti che avevano riscosso un notevole interesse.
    Naturalmente siamo sempre a disposizione di coloro che vogliono segnalarci dei problemi; c’è un indirizzo mail apposito sentinella@maggerini.it
    Per concludere, una considerazione: su Il Tirreno c’è una rubrica a disposizione dei lettori chiamata “Le sentinelle del degrado” (mica ci avranno copiato?), dove appunto vengono raccolte e segnalate situazioni di degrado. State sicuri che se su questo blog avessimo avuto sentore che nella nostra zona c’era qualcosa che non andava sarebbe stato subito segnalato. Invece nulla, e questa è già una cosa positiva.

  6. Carlo Vellutini ha detto:

    Purtroppo la lettera di Giorgio al Corriere evidenzia una cosa che – e qui va detto – tutti noi avvertiamo, cioè che siamo la periferia della periferia di Grosseto. Sarà perché pesiamo poco come voti, sarà perché non riusciamo a farci sentire o metteteci quello che volete, però i fari della politica sulla nostra zona sono sempre poco puntati. Essere una frazione di un comune capoluogo può avere tanti vantaggi, ma anche molti svantaggi, principalmente quelli di far divenire i problemi o le attenzioni marginali rispetto a quelli della città. Detto questo ritorno a quell’argomento divisioni tra i due paesi che è emerso in tema di usi civici. Io sono tra gli “unionisti” cioè nel senso di pensare che Braccagni e Montepescali, pur con le loro differenze, abbiano esigenze e necessità comuni che coinvolgono servizi, viabilità e sociale, tipo scuola, asilo, posta, autobus, treni ecc. ecc. . Chiaro che se quando giro per gli uffici la cosa principale che sento dire di Braccagni e Montepescali è che siamo in lotta per gli Usi Civici (che fra l’altro in tanti a Grosseto non sanno neppure che cosa siano!!!) allora che qualcosa non funzioni ci deve essere. Ciò denota anche l’attenzione che verso le nostre comunità viene riposta. In più, per legarmi strettamente a ciò che diceva Giorgio, io tempo fa sollevai una questione che, forse, non da tutti è stata colta. Quella, cioè, che riguarda il mondo della politica, cioè quale è la ragione per cui dal 1982 la nostra comunità (Braccagni e Montepescali, intendo) non ha un assessore nel comune di Grosseto. Che ci sia stata la destra o la sinistra questo è quanto è avvenuto. Motivi di capacità e competenze dei nostri politici locali di ogni colore? Disattenzione? Scarso peso? Ditemi voi…Il punto è uno: in Comune contiamo poco…Credo che questo spazio, in una politica che va verso il “lobbismo”, nel senso americano del termine (cioè quello in cui le lobby sono i gruppi di pressione che influenzano gli amministratori…ma anche i presidenti) il blog possa recitare un ruolo importante sia per Braccagni che per Montepescali. Sarà strano, ma – mi è stato raccontato- nell’ultimo incontro con l’assessore Capperucci questi aveva stampato le pagine del nostro sito sulla viabilità, studiandosele a fondo. Dunque credo che questo strumento sia utile per Braccagni e potrebbe diventarlo anche per Montepescali, magari, come è stato scritto, con una pagina ad hoc.

  7. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Salve, questa volta sono d’accordo con Carlo Vellutini, politicamente, l’unità territoriale delle due frazioni è fondamentale al fine di ottenere risultati e la giusta attenzione. L’idea di un blog per questo mi sembra buona, anche se questo pare sia lo spazio/blog adatto. Naturalmente Montepescali e Braccagni, indipendentemente dagli Usi Civici, i quali purtroppo, ormai seguono le vie legali e saranno le autorità giudiziare a decretare le ragioni ed i torti, dovrebbero confrontarsi e “guardarsi” a vicenda, l’uno dal basso e l’altro dall’alto, ciascuno con le proprie problematiche da riferire, dopodichè conferire, con la Pubblica Amministrazione.
    Lo sviluppo turistico del Borgo Medioevale, magari con un’autentica ristrutturazione delle sue Antiche Mura, con adeguati parcheggi atti a ricevere tanti turisti porterà naturalmente bene anche al Piano, magari arricchito con attrezzature turistiche, servizi e quant’altro necessario alla ricettività, oltre naturalmente ad uno sviluppo artigianale creato e studiato adeguatamente da non “stuprare” l’ambiente circostante. Anche se quest’ultimo sviluppo, in questi ultimi anni sta già invadendo la Pianura di Braccagni con antiestetiche strutture e fabbricati. Vediamo come avviene lo sviluppo artigianale in zone turistiche, magari più conosciute di questa. Non so se vi è capitato, ma girovagando per le dolomiti, capita spesso di imbattersi in zone artigianali, ma li non si vedono capannoni industriali, si incontrano strutture integrate con il territorio, supermarket che sembrano villette etc. tutto molto simile alle abitazioni, decoroso e non a danno dell’ambiente circostante. Proponiamo anche noi qualcosa di simile. Come del resto gli abitanti di Braccagni, coloro i quali dalla loro finestra vedono con orgoglio il Paesino dalle 3 Torri, li disturba vedere queste mura deturpate dal verde incolto, male illuminate la sera, quasi in pericolo di stabilità e magari la sera d’estate qualora vogliano godere di arietta più fresca debbono “ingegnarsi” a trovare parcheggio. Dall’alto al basso e dal basso all’alto, appunto dicevo, confrontiamoci e cerchiamo così di poter questa volta contare un po’ di più.
    Con l’aspettativa di non aver proposto “cialtronerie”, spero di aver apportato utilità ed adeguatezza e poca “utopia” al dibattito.

  8. Mastrociliegia ha detto:

    Caro Moderator, è vero “abbiamo avuto modo di constatare l’invidiabile attaccamento che i montepescalini hanno nei confronti del loro paese”.
    Infatti fra coloro che maggiormente si sono distinti nella orgogliosa difesa degli antichi valori, tradizioni e diritti locali, mi dicono che ci sia qualcuno che sta per lasciare Montepescali.
    Un attaccamento veramente invidiabile e commovente.

  9. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Prima di scrivere “cialtronerie” pensate a ciò che fate! Sign. Mastrociliegia, chiunque lei sia, stia tranquillo che come a tutti i “pettegoli di chiara fama” le raccontano giusto, quella che purtroppo deve lasciare il paese sono proprio io. Cosa ne sa Lei dell’attaccamento invidiabile e commovente, cosa ne sa Lei delle motivazione per cui si deve lasciare il paese, cosa ne sa Lei di ciò che una persona può provare per un paese che ha dato origini alla propria famiglia e dove parte di questa è tutt’ora sepolta in questo Paese! Cosa ne sa lei dei bellissimi ricordi della gioventù trascorsa tra le vecchie mura del Paese! Cosa ne sa LEI! NIENTE!
    Poi mi sembra che un rappresentante più che degno di Braccagni, nonchè della Sentinella stessa non abiti a Braccagni, ma diffonda i suoi “sentimenti” tramite e-mail (e potrebbe trovarsi in capo al mondo) nessumo si è mai permesso di giudicare i sentimenti espressi dallo stesso su questo Blog!
    Sig. Mastrociliegia, non mi abbasso a dirgli SI VERGOGNI, ma almento prima di scrivere pensi a ciò che vuole esprimere!

  10. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Tra l’altro Lei Sig. mastrociliegia, da un suo precedente intervento non mi pare neanche tanto meritevole di abitare a Braccagni visto che ha riportato il Suo stesso indirizzo sbagliato:
    Mastrociliegia
    Piazza Grande s.n.c.
    Frazione di Montepescali – Loc. Braccagni
    58100 GROSSETO

    ebbene non deve mettere Loc. Braccagni, ma Frazione Braccagni
    Le frazioni nella Circoscrizione sono 2 MONTEPESCALI e BRACCAGNI
    BEATA INCONSAPEVOLEZZA!

  11. moderator ha detto:

    In effetti ogni considerazione che potrebbe sembrare rivolta alla persona sarebbe meglio evitarla, altrimenti si potrebbe innescare un tipo di polemica che proprio non ci interssa.
    Ma io dico una cosa: ma non sarebbe meglio fare tutti come quei quattro nella foto alla “cacciata” dal Grottanelli? Tra l’altro uno è l’amico Pasqualino di Montepescali.

  12. Sandra Bonaiuti ha detto:

    In effetti io sto intervenendo in questo blog, come negli altri con questo spirito, almeno vorrei farlo intendere anche se a volte gli animi si surriscalldano per gli argomenti trattati. E questo, devo dire, al momento, per me, è un blog interessantissimo!!! Alla faccia di chi dubita sull’attaccamento più o meno invidiabile al territorio.

  13. Geppetto ha detto:

    Come minimo, vista la situazione, Sig. Mastrociliegia dovrebbe chiedere scusa, dato che se non fosse stato per me, neanche una mosca poteva sapere chi Lei fosse, e quindi doveva magari anche firmarsi con il vero nome, dopo avermi regalato quel pezzo di legno da bruciare, che sempre grazie a me divenne…PINOCCHIO!

  14. pizzicato ha detto:

    Cara Sandra, compagna di questa piazza virtuale, mi dispiace che tu debba lasciare Monte, ma spero che tu continui, scrivendo come hai fatto fino ad ora sul blog, a sentirti comunque vicina a casa.

  15. Geppetto ha detto:

    Grazie per la solidarietà, sicuramente continuerò e sperate che l’aria di Grosseto non mi faccia diventare ancora più acida (visto lo smog!). Comunque basta con i convenevoli e addosso a chi politicamente o meno intende continuare a snobbare future potenzialità di sviluppo sia della Frazione di Montepescali che quella di Braccagni.

  16. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Grazie per la solidarietà, sicuramente continuerò e sperate che l’aria di Grosseto non mi faccia diventare ancora più acida (visto lo smog!). Comunque basta con i convenevoli e addosso a chi politicamente o meno intende continuare a snobbare future potenzialità di sviluppo sia della Frazione di Montepescali che quella di Braccagni.

    Ricopiato dal post di mio marito abile difensore in veste di geppetto vs mastrociliegia

  17. Nello ha detto:

    Sono contrario a nascondersi dietro nomi di fantasia specie se si dicono cose contro persone, per cui va tutta la mia solidarietà verso Sandra. Nei suoi interventi, che si possono condividere o meno, ha dimostrato un attaccamento forte per Montepescali e questo gli fa onore e, come ha affermato, continuerà la partecipazione al blog per lo sviluppo della Circoscrizione. Ho un solo appunto da farle: non si sente un pò come me, braccagnino ma figlio di montepescalina (quasi sicuramente visto il tuo cognome mezzi imparentati) che ha passato molto tempo della sua adolescenza con Bibe, Iole, Lazio e Rina in Grancia e Baluardo, ma che non sono da te considerato come degno (se lo volessi) utilizzatore dei beni degli Usi Civici?

  18. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Salve Nello, ora qualcuno, giustamente ci farà ammenda per il blog sbagliato, ma vedo che l’argomento degli Usi Civici, comunque, viene sempre alla ribalta. Forse nella “disputa scritta” estivo/autunnale sulla materia, in fondo in fondo non ci siamo compresi bene. In effetti la corrispondenza scritta, talvolta impedisce quella comunicazione diretta e forse anche più chiara, in quanto interpretata direttamente da chi la esprime a chi ascolta. La mia teoria sugli Usi è di fatto questa:
    “L’Amministrazione, la Sede Legale dell’ASBUC” e quindi la loro tutela e tutti gli oneri derivanti spettano ai “naturali” di Montepescali, ovvero a coloro i cui parenti, i cui avi hanno lottato per ciò, quindi anche i tuoi parenti, e quindi anche tu, come molti altri a Braccagni. Non precludendo niente a coloro i quali successivamente hanno acquistato casa, sono immigrati in Braccagni per lavoro, per diletto, per i cavoli loro etc, anche loro potrebbero accedere agli Usi, naturalmente laddove ci siano disponibilità una volta “accontentati di diritto” i naturali.
    Mi scuso per queso outing sugli Usi, che sono disgiunti dalla politica amministrativa delle Frazioni. Anche questo, ad alcuni, che sono tutt’ora convinti che la Circoscrizione e la Frazione siano la stessa cosa e che la Frazione sia una sola, ovvero Montepescali, solo scrivendolo, e non potendoglielo dire in faccia, come puoi vedere dal blog, pare strano, ma è difficile farglielo comprendere. Ebbene a questi “crognoli” bisogna scrivere che E’ SBAGLIATO!!” Le Frazioni della Circoscrizione sono 2: Montepescali e Braccagni. Non è voler fare la “maestrina” come mi hanno anche appellato nel blog, ma è semplice conoscenza di dove ci troviamo a vivere la nostra vita sociale.
    Spero di essere stata chiara. Spero inoltre che in questo blog affiorino altre problematiche, oltre agli Usi Civici, da comunicare agli Amministratori Locali di Comune e Provincia, che in questo periodo, sono molto interessati a ciò. Ve lo assicuro! Sta poi ai singoli individui saper interpretare la veridicità o meno di tale interesse!
    Grazie molto anche per le informazioni sui “nostri” parenti, alcune di queste persone le ho sentite nominare molte volte dai nonni, babbo e zie ora comunque mi informerò meglio.

  19. Carlo Vellutini ha detto:

    Anche io credo che gli attacchi personali abbiano poco senso. Su questo Sandra ha ragione. Io per anni sono stato a Braccagni solo il sabato, la domenica e per le vacanze, però questo non vuol dire che non abbia sempre avuto attaccamento per il mio paese, tanto da decidere di tornarci a vivere stabilmente. Ma tanti dei nostri navigatori sono nelle stesse condizioni. Qui conta veramente chi siamo ed a cosa teniamo, non dove abbiamo la residenza…per la cronaca e per sdrammatizzare: sugli usi civici pur rivendicando diritti non ho neppure potuto votare in quanto non erano almeno tre mesi che avevo di nuovo la residenza a Braccagni (premesso che a differenza di tanti non sono neppure interessato a legnatico o uliveti…)!!! Dunque cerchiamo di guardare al concreto e non alla forma, soprattutto per ottenere qualcosa di buono per la nostra circoscrizione, che – non dimentichiamocelo- è Braccagni, Montepescali, ma anche la campagna circostante che è ugualmente importante!!!

  20. Monica Cipriani ha detto:

    Certo che parlare solo per una lettera scritta sul giornale (e pubblicata solamente dal Corriere dalla Maremma) e giudicare una protesta è un po’ limitativo. Dovreste sapere tutti i retroscena e le “incazzature” e le “prese di culo” che una persona si prende per l’amore del proprio paese e per la rinascita dallo scempio in cui è crollato!!!!
    Chiedere che siano tenuti di conto i disagi di un intero paese credo che sia anche un pur minimo ringraziamento per una delle frazioni che ha portato una delle più alte percentuali a favore di questa giunta.
    E quindi se i politici non possono fare niente per Montepescali sarebbe giusto che il paese non abbia nulla da dare alla politica neppure un voto alle elezioni!!!
    E se questa cosa si facesse in più persone forse questi politici comincerebbero a sentirsi con l’acqua alla gola e non con il “cecce al caldo”!!!!

  21. cipriani giorgio ha detto:

    Quando si intende portare un “documento” in una discussione, è buona regola (per correttezza e onestà intellettuale) trascriverlo integralmente, magari richiedendo l’originale al primo firmatario.
    Non intervengo molto volentieri ma certi giudizi mi danno fastidio quindi mi preme affermare che tutti hanno il diritto di esprimersi come gredono basta non lo facciano per mettersi in “mostra” ma per cercare di rendersi utili.
    Detto questo desidero precisare che non serve fare i tuttologi ma è più proficuo occuparsi umilmente e seriamente di pochi ma concreti argomenti…… Sappi, caro Nello, che la stampa si comporta come i politici perchè la lettera l’ho spedita amche alle rubriche competenti de IL TIRRENO.
    Per ultimo, attenti cari signori che votare scheda bianca non vuol dire boicottare….. ma significa esprimere sfiducia a tutto il tabellone dei candidati… meditate gente… meditate
    da Montepescali Giorgio

  22. moderator ha detto:

    Su una cosa comunque credo che siamo tutti d’accordo: la cosa peggiore è l’indifferenza.
    Quindi se una lettera ad un giornale non cade nel vuoto ma suscita interesse (anche critiche), questa credo sia una cosa positiva.

  23. Carlo Vellutini ha detto:

    Giorgio, non per “filosofeggiare”, ma credo che se tu vuoi effettivamente dare un voto di protesta, allora conviene annullare la scheda. La scheda bianca vuol dire che, alla fine, ti importa poco di chi vince e, di fatto, ti stanno bene tutti. Un saluto

  24. patrizio g. ha detto:

    soprattutto la scheda bianca si presta ad operazioni del tipo mozzicone di matica tra le dita… meglio annullare la scheda se proprio non si vuole votare per protesta.

  25. Monica Cipriani ha detto:

    se proprio allora si vuole filosofeggiare…. la scheda bianca è un voto non dato a nessuno, la scheda annullata è un affermazione di errore e una constatazione di essere “un nonnulla”!!!!!!
    E’ vero che ognuno la vede come vuole e non c’è legge che ci dia una distinzione netta.
    La legge ci dice solo che si contano anche le schede bianche e le schede nulle….quindi a ogni l’ardua sentenza!!!!

  26. cipriani giorgio ha detto:

    il punto non è scheda bianca o scheda nulla ma importante sarebbe, sceglierne una e magari essere in tanti…….. io ho cercato di lanciare una provocazione e sono disposto ad impegnarmi in iniziative che dovessimo decidere e scegliere insieme, naturalmente mi viene più semplice dialogare con chi si firma e non con chi si nasconde anche perchè il carnevale è finito quindi giù la maschera

  27. Sandra Bonaiuti ha detto:

    La protesta delle schede bianche o nulle o il non voto poteva avere un senso per gli Usi Civici, laddove la classe politica ha prevaricato il buon senso ed il rispetto di chi non c’è più, dei nostri avi che certamente si saranno rigirati nelle tombe, con le prevaricazioni ed i soprusi attuati, ma per un immediato futuro, aperto a nuove aspettative sia per Montepescali che per Braccagni, secondo me un voto ci vuole.
    Certo non a chi fa offerte lastminute. Vedi l’asfaltatura della vecchia Aurelia da Grosseto a Braccagni. Sono “solo” 9 anni che la percorro quotidianamente e non è mai, mai stata fatta alcuna manutenzione!! Non so proprio chi possono illudere in questi ultimi 5 mesi. Era il 2000 (mi sembra) ovvero a metà tra i due precedenti mandati, quando Montepescali, per la prima volta, dopo….presumo un secolo o forse più non sentiva aria di rinnovamento. Strade divelte, camminamenti posticci, per far spazio a nuovi impianti elettrici e fognari. Alcune piazzette rimesse a nuovo (a parte il gusto architettonico più o meno condivisibile), nuova illuminazione. Ed anche allora lamentele a destra e a manca. Hanno iniziato e non hanno terminato! Ed altro ancora. Della serie non siamo mai contenti. Ed allora meglio ora che tutto è ritornato all’immobilità, all’indifferenza, all’oscurantismo di una classe politica che, forse solo nei piccoli centri (ma ancora per poco, almeno spero)incute soggezione, quando si presenta con prosopopea ed arroganza, come nello scorso mese di Maggio a Montepescali. Con falsi saluti davanti e “l’arma segreta” pronta dietro: vedi proprio gli Usi Civici. Se in questi ultimi tempi è stato reso poco ai cittadini, rispetto a quanto elargito in contributi…allora ricambiamo (almeno per la Provincia). E fra 2 anni tocca al Comune. Chissà! Può darsi che si respirino nuovamente altri cambiamenti! Ma se non votiamo per questo o per quello non potremmo fare paragoni!

  28. cipriani giorgio ha detto:

    Non accetto lezioni di “senso civile” da chi col vizietto di faziosa propaganda politica intende strumentalizzare l’amore per il mio Paese. Giorgio non ci sta’….. soprattutto perchè (per chi ancora non l’avesse capito) è proprio da destra che è arrivata la ferità più grossa inferta a Montepescali e che la prossima volta potrebbe essere mortale.

  29. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Bene rinnovate la fiducia, ma almeno abbiate il coraggio di non lamentarvi! Accettate e godete di ciò che queste Amministrazioni vi offrono e vi forniscono! Non so se avete notato la risposta del Sindaco Bonifazi alla proposta lanciata sul Monumento di Santi Guadalti….Sti ca..i!!!! Che considerazione, quasi commovente! E pare che qualcuno sia anche contento di cotanta risposta! Il Guru ha parlato!
    Chi s’accontenta gode, ma spesse volte stenta, disse quello che rosicava un osso!
    Giorgio, purtroppo, non è faziosa propaganda, ma triste realtà! Basta anche guardare la situazione a livello nazionale, ed alla luce di ciò, non mi capacito di come sia “penoso” o faticoso sostenere certe posizioni. Certo è ammirevole il coraggio di tanto attaccamento e tanta fiducia! E comincio a comprendere anche un po’ queste risposte astiose.
    Chissà, mi dicono che stanno già distribuendo degli antidoti per i prossimi “colpi mortali” inferti dai “Bobi neri” (che non sono gli stercorari! Vi piacerebbe paragonarli a ciò), ma per adesso la m…. almeno in Maremma da 50 anni l’hanno rivoltata altri che certo non la pensavano come me, ma piuttosto come te Sig. Giorgio. E poi…un po’ di allegria! c’è un’aria un po’ pesantuccia, beate vitalità, spensieratezza e buonumore! Solo a leggervi infondete tristezza.

  30. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Scusami Giorgio, se mi viene un po’ da sorridere, non mi riesce essere triste come te, però almeno non imitare Scalfaro (che mi pare fece un’affermazione uguale alla tua: “….Io non ci Stò”. Hai visto il poveretto, si è ridotto a sostenere Franceschini che è stato addirittura soprannominato dalla stampa nazionale il “Vicedisastro”.
    W l’insalta russa!
    Abbasso le “soviet” cellule!

  31. cipriani giorgio ha detto:

    da quanto sei brava non capisci nemmeno quale può essere la mia estrazione e per giunti lo dimostri te tutto il tuo livore nei confronti di chi ha capito quanto tu possa valere…….. non sei riuscita a capire nemmeno che io sto solo dalla parte del mio paese…. e solo li che mi sento a mio agio, senza bisogno di voler insegnare niente a nessuno… e con questo chiudo la discussione perchè con certa gente non conviene

  32. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Giorgio, mi dispiace se ho in qualche modo oltraggiato i tuoi sentimenti, cosa che non intendevo, credimi. Io mi permetto di non condividere con te questa sorta di “rabbia astiosa” che si desume da ogni tuo intervento, la quale, credo non si combatta con l’ammutinamento di massa alle elezioni come hai consigliato tu. In fondo il diverbio è nato tutto da questo concetto. Comunque tu la pensi politicamente, la difesa delle Frazioni di Montepescali e Braccagni, per chi interviene in questo Blog è quasi sempre scontata e sottointesa, senza bisogno di sottolinearla, tranne qualche incursione estemporanea di chi vuole mettere “zizzania”. E fin ad ora tranne qualche affermazione extra politica e solamente a titolo personale pare che non sia avvenuto. Ritornando a noi, io ho proposto solo di provare a “ri…cambiare” il verso della matassa. Gli altri a loro tempo sbagliarono, questi attualmente fanno schifo, dobbiamo riprovare! Mi sembra che l’anarchia per ora non esista (menomale). Tanto io sono dell’idea che a “questi” è inutile cantargliela!!! Forse gli “Altri” sono più propensi al dialogo e questo è stato anche dimostrato.
    Spero che anche tu ritorni sui tuoi passi nei miei confronti, credo che il bene per il Paese ognuno lo dimostra come può e nelle proprie possibilità, possibilità che anche io, specialmente in questi ultimi anni ho cercato oltremodo di sfruttare. E poi non credo che il valore non si possa dimostrare attraverso 2 righe tra serio e “faceto”. Vediamo seriamente cosa è stato fatto veramente in Paese. Mi sembra che le uniche occasioni di reale convivio tra una moltitudine di turisti, curiosi e quant’altro sono state create unicamente dalle nostre associazioni presenti a Montepescali e non certo dall’Amministrazione Comunale o Provinciale. Mi pare che l’unico incontro organizzato dalla prima che ho detto è risultato un gran flop!
    Io, al contrario di te, accetto, come ho accettato fino ad ora (mi pare…) e continuerò ad accettare, consigli, critiche e confronti (tranne che i riferimenti ai sentimenti personali) senza mai sentirmi al di sopra di qualcuno.

  33. moderator ha detto:

    La linea di questa “piazza” è chiara: ci interessa la politica quella nobile, quella del “fare”; la dispute tra opposte fazioni di partito non solo non ci interessano ma non fanno bene al nostro territorio.

  34. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Sono d’accordo con moderator, la politica del “fare” non è certo quella attuata al momento per queste 2 frazioni. Perchè non organizziamo un confronto diretto, un incontro e facciamo proposte concrete, anche per Montepescali. A Braccagni al momento c’è un dibattito per un monumento, è già qualcosa, anche se la risposta politica, almeno per il momento non mi è sembrata tra le più entusiaste. Comunque è sempre qualcosa che bolle in pentola!
    A Montepescali cosa serve? Siamo disposti a chiedercelo? Per il momento, e questo è grave perchè mi riferisco al mio paese, non riusciamo neanche a trovare una stanza disponibile per parlarne! (Ci stiamo attivando per questo) Se poi questa si troverà (lo spero) vorrò constatare la presenza e le proposte concrete che verranno fatte! Spero tanto di poter disquisire in merito.

  35. moderator ha detto:

    Una precisazione: per il monumento a Santi Quadalti abbiamo fatto una riunione preliminare e l’istituzione politica locale era presente. Tra poco ufficializzeremo il comitato promotore, ma abbiamo già avuto l’incoraggiamento del Sindaco.
    Così va più che bene.

  36. Nello ha detto:

    Moderator ha ragione, non credo e voglio sperare che questa “piazza” sia nata per farne una tribuna politica.
    I problemi esposti non sono stati sviluppati dalla sola sinistra o sola destra, ma sono continui, accentuatasi (come in altro blog a detto Carlo) dopo che la circoscrizione ha dato un assessore. Addirittura alcuni problemi che ci affliggono hanno solo in piccolissima parte cause locali, mi riferisco alla chiusura completa dell’Ufficio Postale, all’abbandono totale della Stazione FS, alla limitata presenza dei Carabinieri e sai qunte me ne dimentico.
    Sono d’accordo con Sandra di parlare in una “sede” di problemi di Circoscrizione, mi sona male il fatto che a Montepescali non ci siano locali, che fine hanno fatto la sala operai e quella della musica (erano private?) e, non voglio creare nuovo caos, ma gli Usi Civici non hanno una sala per riunioni? (quest’ultima è una domanda sulla mia ignoranza in materia).

  37. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Allora,
    tempo fa, mi capitò di assistere ad un interessante incontro con il Circolo Culturale di Montepescali, e tra una proposta organizzativa e 2 chiacchiere, non ricordo bene di quale iniziativa di paese si trattasse, ci fu una eccellente proposta da parte di Gianluca Franci ed altri sul possibile sfruttamento dei vecchi lavatoi come luogo di incontri culturali ed altro. Addirittura lo stesso, propose di “alleggerire” i costi di progettazione per il Comune, tramite l’organizzazione di un Concorso per progettisti al fine di redigere il progetto. Forse Giorgio lo ricordi anche te in quanto presente in qualità di Consigliere di Circoscrizione e con rammarico ti lamentasti della latitanza del Comune nei confronti di Montepescali, la non elargizione di fondi, praticamente il non ascolto da parte dell’Amministrazione.
    Dopodichè il vuoto, il nulla, il “non fare”.
    Se a Gianluca capita di leggere questo Blog, o se qualcuno lo invita a farlo, perchè non ci proponiamo affinchè si concreti questa bellissima iniziativa, troviamoci! Io di concreto non ho altro da proporre, per il momento. E Te Giorgio, ritenta un approccio al Comune, magari con più “vérve” e se ti rispondono “picche” fatti valere come degno rappresentante di un Paese a cui tiene tanto! Ed a questo ci credo. Certo, personalmente non mi accontenterei di una risposta come quella data per il Monumento a Santi Quadalti ovvero:
    “Caro Patrizio,

    non ci sono dubbi: l’amministrazione comunale è interessata a ricordare

    Santi Quadalti.

    Vediamo quali possono essere le forme.

    Grazie a te.

    Emilio Bonifazi”
    Non ci sono omissis in quanto sono state espresse solamente 7 mezze righe!!
    Vedrete che interesse per questo Monumento da parte dell’amministrazione! Preparatevi a fare una colletta, del resto è successo anche la scorsa estate a Montepescali con il riassetto del Monumento ai Caduti. L’abbiamo pagato NOI!!!

  38. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Salve Nello, si vede che abbiamo inserito il Post nello stesso momento. Ebbene la Sala Operaia è occupata per prenotazioni precedentemente fatte, l’altra stanza potrebbe essere quella del Centro Anziani, ma dovendo attuare un incontro non inerente al Centro Anziani, la concessione spetta alla Circoscrizione. Vedremo, avremmo intenzione di riunire un po’ di persone il prossimo 5 marzo! Gli Usi Civici hanno a disposizione la Sala nel Museo, ma ora non è che ci siano riferimenti precisi. Sono certa che se chiediamo le chiavi a Lidio, prima di ottenerle dovremmo superare barriere burocratiche più alte di noi! Se mi volete sbugiardare, ben venga, approfitto di questo post per farne richiesta al Sig. Spadi. Ci date cortesemente la Sala il prossimo 5 marzo dalle ore 20:30 in poi?
    Grazie comunque e ciao Nello!

  39. Nello ha detto:

    La Circoscrizione penso non ponga problemi anche a Braccagni molte riunioni,anche politiche, vengono spostate nella sala degli Anta.
    Mi piace l’idea dei lavatoi anche se penso la burocrazia (leggi sovrintendenza) avrebbe qualcosa da ridire.
    L’eventuale riunione del 5 pv sarebbe aperta anche a noi del piano?

  40. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Certo perchè no?

  41. Roberto Spadi ha detto:

    Caro Giorgio, hai tutta la mia solidarietà sia per la questione dell’ abbandono della politica verso Montepescali, sia per la pervicacia con cui certi personaggi cercano di approfittare di un legittimo sfogo di un rappresentante istituzionale che si vede “incompreso” e credo anche dileggiato da chi invece dovrebbe fare tesoro di idee e conoscenze che agevolerebbero di molto il lavoro di Amministratori coscenziosi e umili che sanno benissimo di non avere altra possibilità per conoscere le apettative e i bisogni delle frazioni di un comune così vasto.
    Ti conosco abbastanza per essere sicuro che non demorderai e se ti occorrerà avrai il mio personale sostegno.
    Continua così.

  42. Monica Cipriani ha detto:

    Io inoltre mi sento di aggiungere che certe arrighe vengono fatte in una questione ben chiara come questa perché non si ha altro modo per mettersi in evidenza….. e aggiungo che almeno qualcuno cerca di fare qualcosa per il proprio paese sia a parole che a fatti…. altri invece sanno solo fare i quaquaraqua in posti dove si può solamente scrivere senza dimostrare le cosidette “PALLE”!!!!!Io nonostante adesso stia lontano cerco di essere lo stesso vicino per quello che posso e non posso tollerare che si faccia demogogia in un blog che è stato aperto non per politicizzare ma per protestare se possibile tutti assieme!!! Accetto gli opposti modi di valutare la considestenza di una scheda bianca!!!!! E poi non capisco tutto questo voler parlare solo e per forza degli Usi Civici in questa sede organizzando addirittura una riunione….. ad esser CATTIVI sembra quasi ci sia un fine personale a tale cosa…. e non mi sembra di averlo letto in molti di voi!!!!

  43. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Tacciata come “mentecatta” dal padre, di “usurpatrice”, spero insieme a Nello che è l’unico che ha un po’ assecondato le mie teorie, dalla figlia, chiedo a questo punto a Moderator come proseguire, se con risposte che rischierebbero di essere sempre più acide ed infruttuose o con silenzi forse più eloquenti ancorchè più edificanti. A Montepescali penso proprio che tali comportamenti non servino. A Monica comunque mi preme ribadire nella forma espressa da suo padre nei miei confronti, ovvero:
    DA QUANTO SEI BRAVA NON CAPISCI NEMMENO la motivazione per cui si richiede l’uso della Sala degli Usi Civici, piuttosto che quella del Centro Anziani, piuttosto che la Sala Operaia, solo ed unicamente a scopo di incontro sociale per parlare di un futuro probabilmente migliore per Montepescali e non per parlare di Usi Civici.
    Vedi Moderator è più forte di me, se mi metto a rispondere non mi fermo…
    La demagogia politica, come ha affermato Monica, purtroppo “suo malgrado” è scaturita dall’articolo stesso che ha permesso l’avvio di questo Blog, mi sembra che la lettera abbia come titolo “MONTEPESCALI DIMENTICATO DALLA POLITICA”. E negli ultimi anni proprio da quella parte politica che sostiene lo stesso cittadino che rappresenta Montepescali nella circoscrizione in qualità di Consigliere di maggioranza comunque lui la pensi!
    Nei Vecchi Lavatoi cosa sarebbe interessante realizzare? Perchè non si apre un Blog per questo? Nel titolo non c’è politica!

    Basta, per la soddisfazione di qualcuno penso che tali post tolgano la voglia di partecipare, mi dispiace!

  44. anonimo ha detto:

    Ricordiamoci che il confronto è sempre utile.
    Poi, visto che a Braccagni prendiamo di tutto: turchi, marocchini, (….), per una come Sandra c’è sempre posto.
    (è una battuta, ovviamente)

  45. ora siamo tutti ha detto:

    che a braccagni si prende di tutto lo dimostra il fatto che ti ci hanno preso anche a te, questo più di ogni altra cosa; gli altri è giusto che ci stiano perchè è casa loro, ma la casa dei bischeri come te sarebbe il padule (anche questa è una battuta).

  46. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Per anonimo,
    Ma il tuo anonimato deriva dalle prime 3 asserzioni? Contro eventuali “rivendicazioni”? O per troppo amore verso queste persone?
    Grazie comunque per l’ospitalità dei Braccagnini! Che noto molto aperti e poco cinici nei confronti dell’integrazione!
    (Anche questa è una battuta!)…E non demagogia politica, come potrebbe pensare qualcuno!

  47. moderator ha detto:

    La linea di questo blog è chiara: poca politica (quella dei partiti), niente attacchi personali; poi è ovvio, questa è una piazza (anche se virtuale) dove tutti possono intervnire e quello che non vogliamo fare è censurare gli interventi.
    La cosa peggiore è il silenzio e l’indifferenza. Quando tutto ciò che accade ci scivola addosso non è un buon segno.
    Per questo apprezziamo chi ha il coraggio delle proprie idee e troverà sempre qui una porta aperta.

  48. Carlo Vellutini ha detto:

    Certo che se tutte le energie che vedo spese in questi dibattiti si unissero, forse si riuscirebbe a smuovere qualcosa sia per Braccagni che per Montepescali. Da sempre io, sulla politica locale, la penso in un modo: ma perché in circoscrizione non viene creata una lista civica unica, senza bandiera? Che senso ha gestire due paesi e un po’ di campagna sotto la bandiera del Pd, di Forza Italia, di An, di Rifondazione? I problemi del nostro paese sono quelli e sono condivisi da tutti. Avere una circoscrizione di sinistra o di destra rischia di nascondere problemi per essere usati a livello “centrale”. Ricordo che con la giunta Antichi eravamo diventati uno degli ultimi baluardi “rossi”, oggi si rischia di ottenere meno perché “tanto quelli votano sempre per noi”. Ecco, allora io lancio a tutti i politici locali, una proposta: mettetevi attorno ad un tavolo e cercate di unire le forze. Destra e sinistra, Montepescali, Braccagni e campagna. Cercate di essere tutti uniti. Sinceramente ho sentito spesso astio solo per motivi di bandiera che hanno poco senso. Secondo me una circoscrizione che, alla fine, ha solo un potere di impulso (visto che gestisce un bilancio molto limitato) dovrebbe realmente avere un ruolo in questo senso. Con qualunque amministrazioni governi. Non lo so, ma dal dibattito, mi sembra che vengano fuori questioni che, alla fine, con la gestione di una circoscrizione così piccola hanno poco senso.

    Rispondo oggi con un certo ritardo: annullare la scheda vuol dire che sei contro chiunque. La scheda bianca vuol dire che non ti importa chi vince, dunque che l’uno vale l’altro. Comunque alla fine non è questo l’importante. Personalmente ho un’idea e mi piace anche essere critico (sia in positivo che in negativo) con chi ho votato, sia per come governa (quando governa) che quando fa opposizione (se si trova in questa condizione).

  49. cipriani giorgio ha detto:

    finalmente qualcuno ha colto il senso della mia provocazione che vuole solo rilevare quanto siamo bistrattati da tutti i politici.
    la lista civica si può fare ma con certa gente con altri no

  50. Sandra Bonaiuti ha detto:

    Peccato che alcuni interventi di un certo rilievo, quale quello di Carlo Vellutini vengano “di botto” ridimensionati e sminuiti da interventi come quelli di Giorgio.
    Bravo Giorgio, visto ciò che hai scritto, inizia a dettare qualche nome della lista di quelli che accetteresti e quelli che non accetteresti, motivate naturalmente! Ed il tuo (nome) a che punto sarebbe della lista? E’ facile gettare là frasi sconnesse. Concretizzarle è più difficile!
    Povero Montepescali!!!!

  51. Monica Cipriani ha detto:

    Sono molto contenta di leggere che qualcuno sia intervenuto con una buona idea, la cosa più fantastica sarebbe quella che potesse realmente realizzarzi anche se molto difficile, ma chi vuole può… almeno provare!!!!Purtroppo per quanto mi riguarda se si attuasse il tutto non posso essere in prima linea perché lontana, ma vi dico da subito che se ci volessete provare posso dare il mio apporto riguardo alle parti grafiche e internet viste che sono del mestiere e lo farei con grande orgoglio!!!!!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.