Braccagni: dal 13 al 23 agosto 2009 la Sagra dei Piatti Tipici Maremmani

Le cuoche di Braccagni vi aspettano!

Le cuoche di Braccagni vi aspettano!

festa dei rioni

festa dei rioni

Prosegue presso l’ex-asilo in via dei

 

 

 

 

 

Garibaldini  la Sagra dei Piatti Tipici di Braccagni. Domenica 23  agosto spettacolo pirotecnico. Tutte le sere musica dal vivo.

All’interno tra i commenti troverete il menu.

Archiviato in: LE MANIFESTAZIONI

Tag:

RSSNumero commenti (18)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. sentinella ha detto:

    Menu e listino prezzi sagra di Braccagni.
    Coperto: euro 1
    Tortelli al ragu: 5
    Tortelli burro e salvia: 4,5
    Penne al ragu e arrabbiata: 4
    Zuppa di funghi: 5
    Tris di primi: 8
    Acquacotta: 3,50
    Scottiglia: 6,50
    Rostinciana: 5
    Salsicia: 3
    Bistecca di maiale: 5
    Bistecca di vitello: 9
    Trippa: 5
    Petto di tacchino: 4,50
    Cinghiale alle erbe: 7,50
    Tris di secondi: 11
    Patatine fritte-Fagioli lessi-Pomodori: 2
    Fagioli all’uccelletta: 2,50
    Funghi fritti: 5
    Formaggi: 4
    Frutta: 4
    Prosciutto e melone: 2
    Acqua minerale: 1,50
    Vino in bottiglia: 4,50
    Morellino di Scansano: 8
    Bibita lattina: 1,50
    Coca bottiglia: 2
    Dolce: 2,50

  2. Ganascia ha detto:

    Come s’è fatto per Montepescali, facciamo un conto teorico per andare a mangiare balla sagra di Braccagni, da parte di un singol o di una famigliola di buon appetito, piuttosto ghiotta (o ingorda?) e beerina.

    conto teorico alla Sagra di Braccagni

    coperto € 1,00 x 4 € 4,00
    Tortelli al ragù: 5 x 4 € 20,00
    Bistecca di Vitello 9 x 4 € 36,00
    Fagioli all’uccelletta: 2,50 x 4 € 10,00
    Dolce: 2,50 x 4 € 10
    caffè (stimato) 0,80 x 4 € 3,20

    acqua € 1,50 x 2 € 3,00
    Vino in bottiglia: 4,50 x 2 € 9,00

    il che significa che anche un singol deve sborsare quasi 27 euro (quasi 52.000 lire),
    una famiglia di quattro persone (con lo stesso appetito e buoni bevitori) deve sganciare oltre 95 euro, cioè oltre 184.000
    o poffarbacco, però, anche qui: cara la mi sagra!!!
    ed è anche più cara del 12% dei nobili cugini del monte ……………..

    anche qui: A proposito coperto € 1,00 (£ 1.936): coperto di che?

  3. AVVISO IMPORTANTEi ha detto:

    A causa dei recenti e più volte segnalati inconvenienti derivanti dall’uso della funzione “Replica”

    Visto che per il momento è praticamente impossibile sopprimerlo dal programma

    E in attesa di un prossima futura revisione generale del sito

    Siete tutti pregati di

    Immettere (postare) tutti i vostri interventi senza adoperare la funzione “Replica”

    Se date una risposta ad una persona o ad un articolo che non è vicino o attiguo al vostro, vi suggeriamo di aprire il vostro intervento con una frase del tipo: “In risposta all’articolo di…….” oppure, per esempio, “rispondo al Granocchiaio per dirgli:….” o qualcosa di simile

    grazie per la collaborazione

  4. Nello ha detto:

    Ganascia, in “Parole in libertà” avevo anticipato il superamento delle gabbie salariali fra Braccagni e Montepescali, ma avevo sbagliato le conclusioni: al castello costa meno la vita, per questo la ditta aveva abbassato il prezzo,

  5. Carlo Vellutini ha detto:

    Devo dire che ultimamente giro poco per sagre…e l’unica che ho frequentato quest’anno è Braccagni per due motivi: 1. lo scopo che è quello di mandare avanti la nostra unione sportiva che si impegna molto nel settore giovanile. 2. perché vivo a Braccagni e la sagra contribuisce a dare un po’ di vita estiva alla nostra frazione.
    Entrando nel merito della cena di Ganascia, credo che se raffrontiamo i prezzi, alla fine a Braccagni ed a Montepescali si ceni con più o meno la stessa cifra. E’ chiaro che se si fa una base dei primi, per fare un esempio, a Braccagni ci sono due specialità come l’acquacotta (tipica maremmana…e che qui merita) e le penne all’arrabbiata (se uno vuole provarle vi assicuro che sono qualcosa di particolare) che costano meno che i classici tortelli. Anche sui secondi si può discutere, nel senso che il secondo più costoso a Braccagni (la bistecca di vitella) costa 9 euro (non sono esperto ma credo che in effetti la carne di vitella sia quella che costa di più in generale…). Se prendi il cinghiale alle erbe (un’altra specialità che consiglio a tutti) viene 0,50 euro meno che i piatti di cinghiale a Montepescali. Così come la bistecca di maiale. Il vino costa 1 euro di più. A Braccagni credo che abbiano il Monteregio e Tramonto di Maremma…non so a Montepescali. Credo che alla fine se facciamo una media di tutto, alla fine, i prezzi delle due sagre, come tutte quelle in cui solitamente in passato mi sono ritrovato si equivalgano. Quello che ha di positivo Braccagni è che lascia ampio margine di scelta e che, senza voler strafare, si può mangiare e bene) con cifre abbordabili. Per esempio: Coperto euro 1 (c’è compresa la bruschetta, altro dato da considerare rispetto ad altre sagre); Acquacotta 3,5, Bistecca di maiale 5, patatine 2, dolce 2,5, caffé 0,80 per quattro fa 15,80 euro a testa, cui ci vanno aggiunti una bottiglia di vino divisa per tutti (1,125 euro) e due bottiglie d’acqua divise per quattro (0.75) viene circa 15 euro e 70…oltre 11 euro meno del calcolo che facevi tu all’inizio…Forse siamo due forchette diverse, ma è chiaro che con questa cifra cambia tutto!!!! Se anche tu volessi aggiungerci un piatto di tortelli anziché l’acquacotta vai a circa 17 euro, una cifra che oggi spendi facilmente anche in pizzeria.
    Ovviamente credo che con questa tu riesca a mangiare bene anche a Montepescali…anche se, come riportato in altro commento, è veo che oggi il mangiare delle sagre si sta uniformando, nel senso che quelle belle feste paesane di un tempo dove si cucinava davvero in casa oggi, causa anche norme igieniche molto rigide, non si trovino più!!!

  6. Daniele ha detto:

    Perdinci che popò di mangiata! Anche quest’anno s’è chiappato un botto di chili in allegria e soddisfazione! Braccagni è sempre Braccagni! Son dieci anni che vi ci si reca e son dieci anni che ci si delizia il palato! I prezzi sono aumentati si,ma in modo molto contenuto rispetto alle altre sagre toscane! Con 15 euro si mangia a sfare!
    Complimenti davvero a tutti!

  7. spettatore ha detto:

    Chiusura davvero con il botto alla Sagra: notevole spettacolo pirotecnico. Complimenti.

    • Emanuele ha detto:

      eh, meno male che c’è stato il botto, se no chi se ne accorgeva……………..

      scherzo!

      queste si che sono feste! altro che quelle noiose, ripetitive e un pò carnevalesche evocate dalla foto messa sotto i nostri angeli della cucina……………….

      a proposito, perchè non si vede l’angelo friggitore?

  8. roberto ha detto:

    eh, meno male che c’è stato il botto, se no chi se ne accorgeva……………..

    scherzo!
    NEL COMPLESSO ALLA SAGRA NON C’E’ STATA UNA AFFLUENZA ECCEZIONALE, ANCHE SE IERI SERA C’ERA VERAMENTE MOLTISSIMA GENTE. A PARTE IERI CHE C’E’ STATA UN PO’ DI LENTEZZA NEL SERVIRE, HO RACCOLTO COMMENTI POSITIVI, SIA PER LA QUALITA’ DEL CIBO CHE PER IL SERVIZIO.

    queste si che sono feste! altro che quelle noiose, ripetitive e un pò carnevalesche evocate dalla foto messa sotto i nostri angeli della cucina……………….
    SE TI RIFERISCI ALLA VECCHIA FESTA DEI RIONI, ERA IMPENSABILE CHE DURASSE A BRACCAGNI, MA TI ASSICURO CHE E’ RIMASTA NEL CUORE DI MOLTI.
    a proposito, perchè non si vede l’angelo friggitore?
    LA FOTO E’ STATA SCATTATA IL 24 LUGLIO PER LA FESTA DEL GTPGS: LE CUOCHE SONO PIU’ O MENO QUELLE DELLA SAGRA, CON AL CENTRO AGATINA E BEN COORDINATE DA NADIA.

    • Emanuele ha detto:

      Robertino, due domandine

      L’ora è tarda, il gatto non miagola dal caldo, infatti ronfa che sembra una scrofa, il cane bocchea come una tinca fori dell’acqua, gnudo davanti al frigo dopo che ho depredato l’ultimo quartino di roba fresca scruto cosa ci potesse esse pe tenemmi fresco e lucido di mente, ma mi arrendo:

      E allora chiedo:

      1° domanda
      quali sono le FESTE NOIOSE E RIPETITIVE: QUELLE DI OGGI O QUELLE DI ALLORA?
      Con tutto questo caldo un ci capisco più niente

      2° questione:
      Antonio, facaldo………
      “LA VECCHIA FESTA DEI RIONI, ERA IMPENSABILE CHE DURASSE A BRACCAGNI”
      “ MA TI ASSICURO CHE E’ RIMASTA NEL CUORE DI MOLTI”

      Ma me lo spieghi che voi di?

  9. rione aurelia ha detto:

    Per Emanuelino: come sarebbe a dire che la Festa dei Rioni era noiosa e ripetitiva? Ma te la ricordi?

  10. rione aurelia ha detto:

    queste si che sono feste! altro che quelle noiose, ripetitive e un pò carnevalesche evocate dalla foto messa sotto i nostri angeli della cucina……………….

    Forse non ci siamo capiti. Nel tuo post del 24 agosto (soprariportato) si parla di feste noiose e ripetitive con riferimento alla foto messa sotto gli “angeli della cucina”. Tale foto riguarda appunto la sfilata dei Carri (con davanti la locomotiva a cui lavorò il nostro fabbro Giorgio) al tempo della Festa dei Rioni. Ripeto: quella non fu una festa nè ripetitiva nè noiosa. Non si possono fare paragoni con l’attuale Sagra perchè il contesto è completamente diverso.

  11. Carlo Vellutini ha detto:

    Anche se custodisco ancora una bandiera de La Stazione, il rione cui appartenevo (pur abitando all’epoca in via Pilo…dunque un po’ lontanuccio dalla ferrovia) devo dire che la festa dei Rioni rimane per me un ricordo piuttosto lontano, visto che l’ultima edizione, se non sbaglio fu del 1988, dunque avevo 13 anni. Credo che l’idea fosse anche bella e che potesse compattare la gente dei molti rioni. Inoltre si dette il via alla creatività di tante persone. Se non sbaglio nella foto la locomotiva precedeva la “Divina Commedia” che consentì proprio alla Stazione di vincere quell’edizione dei carri. Però a quanto ho capito dai racconti di chi era parte attiva dell’organizzazione e non solo della festa, come spesso accade accanto alle belle cose, ci sono quelle che dividono e se tutto ciò non si sa gestire si rischia poi di far finire ciò che, in origine, era stata una bella iniziativa. Credo che sia per questo che dopo tre edizioni i carri ed i rioni finirono, così come, per oltre 10 anni, Braccagni è rimasto senza una sagra…Credo che al di là di tutto, i nostri “Roberti” che di quelle annate furono protagonisti possano raccontarci a fondo come fu e cosa successe in quelle stagioni di sagra, rioni e carri!!! Nel bene e nel male è sempre una parte importante della storia del nostro paese.

  12. granocchiaio ha detto:

    Come diceva qualcuno su blog poco tempo fa: speriamo che questo caldo sia interrotto da un bell’acquazzone, l’aria si rinfreschi e chiarisca un po’ l’idee a tutti.

    Perché ultimamente ho notato dei notevoli casini nei ragionamenti, gente che si fa cianchetta da sola e poi chiede chi era stato, quell’altro si domanda dove ha messo gli occhiali che non trova e per cercarli se li aggiusta meglio sul naso.……..

    Diamoci una calmata e aspettiamo che arrivi il fresco pe vede se rientra anche un po’ di chiarezza.

    Per quello che mi riguarda la festa dei rioni non l’ho vissuta in prima persona, perché all’epoca ho attraversato un momento un po’ delicato della mia vita. Certo me la ricordo, forse più da spettatore che da attore, ma me la ricordo abbastanza.

    Credo invece che per ritrovare le fila e riesaminarla bisognerebbe rifassi ai capo rioni e fassi racconta da OGNUNO DI LORO la versione dei fatti. Perché una cosa è certa: mai era stata fatta una cosa così coinvolgente per tutto il paese, forse anche troppo.

    E non la penso proprio come “roberto” 24/08/2009 alle 21:31:47 che dice “ERA IMPENSABILE CHE DURASSE A BRACCAGNI”, il che vol di molto e non vol di niente.

    Ho delle idee al riguardo ma se si deve rifà la storia di questa vediamo di raccogliere per prime le idee e i racconti dei capo-rioni dell’epoca, e magari anche di altri che ci hanno lavorato e vi hanno parteciapto, e poi se ne riparla.

    Buona notte, e se un ci’avete un condizionatore, compratevelo, che fa assai male, a chi non ce l’ha

    nota finale:
    Ho visto decine di foto di quelle feste, tutte molto belle, alcune eccezionalmente belle. Qualcuna ce l’ho anch’io. Ora ho visto anche quella che probabilmente è la più brutta mai vista. Servizio completo, tanto pe un fassi manca niente!

  13. sentinella ha detto:

    Per Granocchiaio: se nel tuo archivio hai una bella foto della festa dei rioni, puoi metterla al posto di quella attuale.

    • il granocchiaio ha detto:

      le foto scappano fuori se arrivano gli interventi dei capo rioni, o equivalenti.

      se devo fa una galleria di foto, mi dispiace, ma un mi sa di gniente!

      però ricordati che di foto in circolazione ce ne dev’ese un ballino e forse più, perchè con quello spettacolo, ogni anno…………….
      ti dico che se scappano fuori, ce n’è per tutti

      e non solo per i carri, i figuranti a piedi, i giochi e le gare dei bimbi, quelle pe i grandi, le gare delle donne, cuoche, lavoratrici a maglia………….e poi……………………………

  14. Carlo Vellutini ha detto:

    Come suggeriva anche il Granocchiaio conviene partire per ordine…Intanto i Capi Rione, per rammentarlo anche a noi che eravamo poco più che bimbi, chi eraqno e, soprattutto, sono stati gli stessi per tutti e tre gli anni?

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.