Centro Promozione Sociale “GLI ANTA”

FESTA DI S. ANNA 2011

Caro Socio

Anche quest’anno il 26 Luglio vogliamo festeggiare S. Anna. Una ricorrenza che nella nostra zona ai tempi della trebbiatura a fermo era particolarmente sentita per tutte le leggende ad essa collegate. Inizieremo alle ore 18 con la S. Messa all’aperto, sotto gli alberi del parco dell’asilo.

Dopo tutti a cena.

Il Menù prevede:

Antipasto: panzanella, frittata in trippa, prosciutto e melone.

Primi: fusilli pesto e pomodoro, pappardelle all’anatra.

Secondo: baccalà in umido, faraona arrosto morto con condita come usava prima

Cocomero

Dolce, acqua, vino, caffè e ammazzacaffè

Quota di partecipazione€ 20,00

Le iscrizioni sono aperte e termineranno al raggiungimento delle 120 persone.

La cena si svolgerà in ambiente condizionato.

Il Comitato di Gestione

Archiviato in: LA VITA DI PAESE

Tag:

RSSNumero commenti (22)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Arrivano gli ANTA,
    arrivano ad un anno esatto dalla pubblicazione di questo blog

  2. patrizio ha detto:

    alla faccia del bicarbonato di sodio, 55 euro senza nemmeno un panino e un pò d’acqua… se ci vanno in due gli parte mezza pensione, l’altra mezza gli parte per il ristorante e la colazione.
    Ma i musei vaticani hanno un prezzo molto alto, poi c’è il pulman e la guida.. l’assicurazione… si lo so… lo so …
    io però ci metterei sopra, con altri 10 euro, un libro da leggere durante il viaggio
    che si intitola
    Vaticano S.p.a.

  3. Ric ha detto:

    Io al Vaticano ci sono stato in gita organizzata e altre volte con i miei mezzi. Il costo elevato della gita organizzata non è tanto il bus quanto il costo del posteggio dello stesso (Vaticano S.p.A.); se poi uno vuole mangiare esistono dei self service credo convenzionati con il Vaticano o comunque affidati ad istituzioni religiose che applicano prezzi contenuti (rispetto agli altri ristoranti). In alternativa ci si deve affidare ad una jungla della ristorazione tutt’intorno le Mura Leonine dove i prezzi sono vari (e la qualità del cibo in relazione…). Generalmente se queste gite sono organizzate da parrocchie, enti religiosi, ecc. sono abbastanza economiche perchè “sanno dove andare”. Andando con auto-organizzazione si può assaltare una pizzeria o un fast-food sperando di essere capitati bene. Sempre come auto-organizzazione andando in treno si spende (a/r) 20-30 euro più gli spostamenti con la metropolitana, ma una gita di anziani non può certo sottoporsi a questo stress.
    Benvenuti agli anziani di Braccagni sul blog e ovviamente buona gita a Roma.

    • patrizio ha detto:

      naturalmente il mio post è una provocazione, nel senso che il costo è alto, ma purtroppo i prezzi dei biglietti dei musei vaticani anche in gruppo sono elevati e ti parte più di meta solo per loro.
      Anzi, forse forse se ero a Braccagni ne avrei approfittato pure io.
      Sui prezzi dei locali gestiti da religiosi, è vero, sono convenienti, come lo sono gli ostelli retti da loro, e quando qualcuno mi chiede consiglio su come e dove andare io gli consiglio sempre gli ostelli cattolici. Però bisogna dir tutto, i ristoranti e gli ostelli retti da organizzazioni religiose cattoliche, costano meno perchè non pagano le tasse, l’ici, e tutto quello che gli altri devono pagare, è quindi normale che sia così, ed è pure normale dire che se risparmiamo quando ci andiamo, di fatto però paghiamo ugualmente perchè ciò che non entra da loro lo stato ce lo chiede e a tutti con altre tasse.

      In ogni caso così anche per avere altro di cui parlare che non solo le solite cose, voglio ricordare una lettera che Don Milani scrisse al Papa dopo aver portato i suoi ragazzi di Barbiana proprio a Roma a vedere i musei e San Pietro…
      ne riporto un pezzetto e vi indico il link all’archivio di panorama dove se ne parla:

      «L’impressione favorevole, inutile dirlo, l’ha data il Papa. Per le cose dette e per la maniera di dirle. Sembrava davvero un contadino o un vecchio parroco di montagna». Per il resto, un disastro. Prezzi dei biglietti esosi, impiegati sprezzanti, «insensibili di fronte a ragazzi di montagna, sensibili solo alle contesse tinte e ingioiellate». Ecco come finisce la lettera: «In Vaticano dei ragazzi di montagna che vivono fra dure privazioni contano meno di un oppressore in marsina e cilindro con moglie letteralmente coperta di gioielli e tinta che abbiamo visto distintamente a mezzo metro dal Papa. I miei ragazzi non sono abituati a vedere donne tinte. Nessuna delle loro mamme o sorelle si tinge. Non potrebbe il Papa mettere dei lavandini agli ingressi del Vaticano e ricever solo figliole con la faccia lavata? In tal caso può mettere anche il sapone a pagamento perché le mie bambine non ne avranno bisogno».

  4. nello ha detto:

    C’era uno che fece una brutta fine che diceva:”importante eè parlarne”.
    Comunque si vada ad interpretare una gita ha sempre favorevoli (va tutto bene anche a costo esososo e senza niente di positivo) o contrari (prezzo troppo alto oppure bisogna mangiare al ristorante e non libero etc.).
    Se si vogliono fare dei conti spicci eccoli:
    per un pulman GT occorrono minimo 700,00 € al giorno, c’è poi il posteggio nonchè l’ingresso in città (ormai è prassi consolidata in tutte le zone turistiche) e sono minimo altre 100,00 €, una guida per 5 ore a minimo 20,00€ ora fanno altre 100,00 € ; il totale minimo è di 900,00€ che considerando un numero minimo (come di norma nell’organizzazione delle agenzie turistiche) di 40 persone fanno pro capite circa 22,00€.
    Nella fattispecie bisogna considerare anche l’ingresso ai musei, Cappella Sistina (non credo che per S.Pietro si paghi, ma penso che alle cripte ci sia il biglietto) che credo non sia inferiore ai 30,00 €, come si vede ci vuol poco a fare la somma richiesta.; va da sè che se si riuscisse a riempire il pulman (55 persone) qualcosa resta. Ma avete mai provato ad andare in questi musei (anche agli Uffizi per esempio) da soli? Il prezzo d’ingresso è più alto, occorre fare una fila di ore e comprare una guida o noleggiare quella audio, l’unico risparmio risulta il trasporto se si va in auto (con 50,00 € ci andiamo comodamente 4 persone), ma se si va in treno da Braccagni col Regionale occorrono 21,00 € a testa più 2,00€ minimo di bus e/o metro, quindi molto di più che con la gita degli Anta

    • Ric ha detto:

      Una volta ho fatto la guida per un gruppo di stranieri che conoscevo e che – venuti per lavoro in Nord Italia – avevano fatto una strapazzata di viaggio pur di visitare Roma e ovviamente il Vaticano. Accompagnandoli chiesi a loro in inglese cosa pensassero di Roma e di San Pietro ed io mi accorsi che molti erano senza parole ed estasiati da quel posto che per me era abbastanza normale. Ad uno chiesi cosa pensasse dei prezzi così alti e questo mi rispose che i prezzi alti erano giustificati dalla bellezza di Roma e dei suoi monumenti. Noi italiani giudichiamo molto il lato economico, ma gli stranieri vedono la nostra Italia come un posto unico ed affascinante, quasi senza prezzo…

      • nello ha detto:

        A prescindere che io rispondevo soprattutto per il costo della gita che alcuni ritenevano alto. Comunque visto che siamo a parlare di prezzi e opere d’arte, sarà come tu dici, ma da quanto riportano le inchieste sul turismo in Italia fatte anche nei giorni scorsi da giornali anche internazionali il turista in genere si lamenta per i prezzi esosi e le file immense che ci csono per i maggiori musei, in cotrasto su quanto tu dici. Se poi mi prendi a riferimento opere particolari, tipo la Pietà nella chiesa di S.Pietro a Vincoli sono con te. Per chiudere i miei figli lo scorso anno a Londra hanno visitato gratis i musei, escluso quello delle cere che è più un “parco” che un museo vero e proprio (lo raffronterei a Etruscopolis di Tarquinia).

        • Ric ha detto:

          L’Italia, da molti considerato uno dei più bei paesi del mondo quanto a presenza di bellezze naturali ed artistiche, non è altrettanto bella come gestione delle risorse turistiche e soprattutto di investimenti governativi per il rilancio dell’attività e l’ammodernamento delle strutture. Il WEF (World Economic Forum) sprofonda il nostro Paese al 28mo posto dietro Cipro ed Estonia come competitività del settore turistico (al I° posto niente niente c’è la Svizzera). Che cosa è che ci penalizza in questo modo? Riguardo le strutture noi siamo al 4° posto assoluto (ed è un buon risultato) mentre quello che ci sprofonda sono i prezzi (siamo al 124mo posto) e le politiche per il sostegno turistico (133mo posto…); ergo: il turismo per il Governo attualmente in carica non è prioritario. Eppure il turismo in Italia ha rappresentato il 10,5 del Pil e l’occupazione totale raggiunge circa 2 milioni di persone incluso l’indotto pari a qualcosa come il 9% della forza lavorativa globale dell’Italia.
          A livello mondiale noi ci attestiamo come competitività turistica il 28° posto superati dalla Germania (3° posto), Spagna (4° posto), Francia (10mo posto); eppure l’appeal (gradimento) dell’immagine del Paese è al 4° posto assoluto secondo l’indice County Brand superati da Australia, Canada ed USA. Questi dati ci fanno capire che il turista straniero è fortemente attratto dalla nazione Italia ma allo stesso modo scoraggiato da prezzi esosi ed una politica confusionaria del rilancio dell’immagine del Paese con scarsa organizzazione e qualificazione delle nostre risorse culturali e paesaggistiche. Tutto questo ci deve far pensare a una mancanza di politica concreta per un settore trainante del nostro sistema economico.

  5. Granocchiaio ha detto:

    A sentire la voce di certi miei colleghi verrebbe da rispondere con battute, per esempio del tipo

    Se quel tipo che diceva -“Parlatene bene, parlatene male, l’importante è che ne parliate…”, frase famosa di Baudelaire, ripresa dal nostro Andreotti, non mi pare che poi abbia fatto una brutta fine……….
    In effetti il continuo sarebbe: There is only one thing in the world that is worse than being talked about, and that is not being talked about”, tradotta all’incirca con “C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sè: il non far parlare di sé” Oscar Wilde

    O un’altra dove il gusto è assai meno fine, come si conviene, molto nota e conosciuta e che recita grosso modo: “prima di parlare assicurarsi di aver collegato il cervello”

    No io non mi avvarrò di nessuna di queste appropriate battute.

    Voglio fare una semplice riflessione. È abbastanza ovvio che ognuno la può pensare come vuole sul Circolo degli Anta, e qui non ci piove. Checché se ne dica si può criticare questi ed altri.

    Se un Centro di Promozione Sociale viene accolto in un muovo ambiente con una raffica di conteggi fatti in tasca, più o meno bene, più o meno da sornioni (naturalmente il mio post è una provocazione………), battutine ambigue, e poi invece dei nuovo precisi conti al millesimo, per dimostrare che forse, tutto sommato, che facendo la gita con altri mezzi ci sono ottime probabilità di spendere “molto di più che con la gita degli Anta” (Nello), se così il Centro viene accolto è evidente che si nutrono dei grossi dubbi sull’utilità, l’efficacia e la validità del Centro nel suo insieme.

    Se io devo accogliere controvoglia qualcuno che proprio non sopporto farei proprio così.
    E c’è poco da discutere. Se ad un Centro di Promozione Sociale si dà il benvenuto facendo i conti in tasca per una gita e vedere se è speculazione o no, per me c’è una sola chiave di lettura. Le scuse dopo che mi hai dato un calcio nei coglioni sai che piacere mi fanno!

    Non voglio comunque drammatizzare più del necessario. Per cui, a chi di dovere sparo la mia bassa battuta: “Stavolta hai cacato proprio sul Sagrato!”

    • patrizio ha detto:

      le tue sono solo ‘illazioni’ gratuite, non fondate e false, smentite dall’evidenza di quello che ho scritto e penso… e che te un puoi sapere …!!! Chiedo per questo l’assoluzione con formula piena per non aver commesso il fatto e la condanna del granocchiao al pagamento delle spese di gita.
      Dunque per te avrei detto che qualcuno specula?…
      Se tu facessi il testimone manderesti al patibolo un innocente … sei pericoloso altro che , e prevenuto mi sa… !!
      Io non solo non l’ho detto, ma non l’ho nemmeno mai pensato, mi ci fai pensare te che evidentemente a queste cose pensi… perchè altrimenti non si spiega come mai le dici senza che nessuno le abbia nemmeno lontanamente fatte intendere.

      • Granocchiaio ha detto:

        Di fronte a cotante accuse e minacce mi faccio piccolo piccolo e ridimensiono le mie pretese.

        Di fronte alle illazioni non fondate e false, scritto o pensato, minaccia di condanna con pagamento delle spese, abbandono ogni mia difesa e mi rimetto al giudizio e alla clemenza della giuria popolare: quello che è stato scritto e detto è qui a disposizione di tutti. Se sarò condannato mi beccherò la condanna che merito.

        Ma anche se così fosse non mi pento di un milligrammo della mia reazione. Non voglio parlare né di buone maniere né di educazione, al massimo potrei parlare di stile, ma ognuno è libero di agire come vuole. Certe volte anche a sproposito.

        Ribadisco che il primo commento che viene fatto ad un nuovo arrivato, che non è una persona fisica, ma un’associazione così utile a tutti gli abitanti del paese, una delle poche sulle quali credo che in paese ci sia poco da dire, se non bene, ecco accoglierlo con una battutaccia sui prezzi della gita – dimostratisi poi in normali, se non proprio convenienti – non mi sembra si possa definire un caloroso benvenuto! Scherzi a parte.

        • patrizio ha detto:

          Granocchiaio anche te ti appelli al giudizio popolare? Ma in Italia sta diventando un vizietto diffuso… Ma che c’è da giudicare? Qualcuno ha commesso un reato?.. Oppure c’è da esprimere un giudizio ‘morale’ o Etico, o che altro.. non comprendo!!.

          In tutta sincerità ai miei occhi, ed è una sensazione mia, te sei un pò integralista nei miei confronti, ma questo è normale e poi potrei sbagliarmi, ognuno è come vuole ed è bene che sia così; però non è bello che tu stia cercando di farmi passare come nemico degli Anta mentre io ne sono sotenitore. Sostenitore non vuol dire che ho fatto voto di silenzio, e quando mi sembra giusto dire che una cosa costa molto lo dico, precisando il perchè senza accusare nessuno come te invece fai con me. Mi pare che tu cerchi disperatamente di farmi passare per eretico, per uno che fa battutine, o che altro, di sminuirmi insomma in piazza… bell’esempio di stile.

          Cerchi disperatamente ed in tutti i modi di creare contrapposizione tra me e l’associazione mentre non esiste niente di tutto questo. Stai montando un caso che non esiste. Sembra che io metta in dubbio la sua esistenza.. che critichi quello che fa per il piacere di farlo o che altro…
          E proprio tu parli di caduta di stile?… Di quale stile parli, del modo forbito ed educato di mettere in croce una persona come stai facendo o della sostanza che metti in quello che dici ?…
          Perchè lo fai? Perchè arringhi in piazza contro di me se poi dici che ognuno si fa l’idea che vuole leggendo ? Ma allora lascia che se la faccia senza invitare a scegliere la tua visione contro la mia… soprattutto senza mettere in bocca a me cose non dette e non pensate e che tu hai ipotizzato attribuendomi cose non vere!
          Che ho commesso di tanto grave da meritarmi questo ?..

          Provo a fare autocritica:
          non dovevo citare Vaticano S.p.a. o don Milani?..
          O dovevo stare zitto oppure dire che il costo non è alto ?..
          Non dovedo precisare che io sarei andato a quella gita?
          Non dovedo dire che i prezzi erano alti perchè i musei vaticani praticano prezzi alti?
          Non dovevo dire che per mangiare e fare colazione a Roma si spende parecchio ?
          Non dovevo dire che gli ostelli gestiti dai religiosi sono meno cari degli altri perchè non pagano le tasse?
          Che altro ho detto che ti ha dato fastidio?
          O quello che ho detto da fastidio ad altri?
          Insomma io non sono la Daddario, ne te sei Berlusconi e il blog non è la Rai, allora a che gioco stiamo giocando? Dimmelo , spiegami le regole così mi diverto pure io come sembra stia facendo tu.

  6. bruno terzo ha detto:

    Mi scuso per il ritardo, ma l’età fa brutti scherzi e devo onestamente confessare che ho avuto problemi di registrazione che parrebbero finiti. Cercherò di rimediare .
    Voglio innanzi tutto ringraziare la redazione del blog per l’ospitalità concessa alla associazione che ho l’onore e onere di presiedere, cercherò con gli altri componenti del consiglio di seguire i commenti, acquisire idee che venissero avanzate e quanto altro si ritenga utile suggerirci per migliorare, considerando che la associazione non ha fini di lucro e quel poco che facciamo , lo facciamo perchè ci crediamo.
    Voglio ribadire che il Centro di Promozione Sociale, così si chiama oggi, (la dizione Centro Sociale Anziani è statà cambiata in seguito ad una legge regionale, che intende allargare anche ai non anziani la possibilità di farne parte) è composta da 336 soci, ma i partecipanti alle iniziative sono molti di meno. Ci piacerebbe che il numero aumentasse di molto grazie anche al blog , avremmo fatto tutti qualcosa per la nostra frazione, perchè più siamo più idee ci sono più possibilità di fare qualcosa di buono.
    Tralascerò il tema dei costi della gita a Roma, che ha scatenato tutti e già ampiamente dibattuto, anche se non nascondo che leggere il primo commento – che sembrava meleggiante – sentendosi attaccato in qualche modo mi ha creato un po’ di uggia, Voglio confermare cher questa è una delle poche gite non organizzate in proprio e per la quale ne abbiamo richiesto l’allestimento ad una agenzia in quanto impone la profonda conoscenza dell’ambiente in cui si svolge e siccome per niente non muove la coda neanche il cane, abbiamo ovuto accollarsi anche il guadagno, anche se contenuto, dell’agenzia stessa. D’altra parte i Musei Vaticani e la cappella Sistina, come tutti gli altri musei italiani e del mondo sono così se non vuoi fare file interminabili e considerata l’età dei partecipanti il fatto che viene svolta in un solo giorno non ci possiamo permettere di stare due o tre ore in fila.
    Oltre le comunicazioni ai soci che lasciamo nella cassetta della posta come nell’attualità, questo blòg sarà un mezzo per pubblicizzare le nostre iniziative che ci auguriamo sempre più numerose ed interessanti.
    Vi ricordo intanto che ogni primo lunedì del mese e quindi già lunedì prossimo saranno presenti nel pomeriggio alle 15.30 presso il Centro le infermiere della CRI per la misurazione della pressione a che ne vuole approfittare.

    Di nuovo grazie per l’ospitalità

    • Ric ha detto:

      Benvenuto nel blog Bruno spero che questo strumento possa essere non solo importante per informare i soci del Centro Promozione Sociale, ma anche per mettere in comunicazione i soci stessi ognuno per dire ciò che vuole sugli argomenti più vari.

  7. Granocchiaio ha detto:

    riporto qui di seguitol il benvenuto pubblicato a suo tempo in testa al Tatzebao
    solo per buona memoria

    Con questa presentazione in prima pagina, ad un anno esatto dalla sua nascita, il blog dà il benvenuto alla benemerita associazione degli anziani, che oggi di chiama Centro Promozione Sociale “GLI ANTA”

    Con il crescere dell’aspettativa di vita tutti noi pensiamo che prima o poi si debba trovare un porto sicuro dove ritrovarsi, per parlarsi, per fare tante cose, gite comprese, che fino a quest’ora non si era potuto fare causa magari impegni con altri e amati familiari. Ma sempre di più s’andava e si faceva “roba da giovani” non da anziani come fortunatamente diversi oggi si possono dichiarare.

    Poter uscire la sera ed avere un punto di ritrovo con i tuoi compaesani, dove puoi fare una partita a carte come s’usava una volta – magari trent’anni fa – e poi mai più……..

    Parlare con i tuoi coetanei, quelli che hanno grosso modo problemi simili ai tuoi, chi più chi meno, avere il conforto di chi ha problemi per malattie della vecchiaia come tutti – chi più chi meno – dei problemi connessi, ma anche tanta solidarietà

    Tutto questo è nato diversi anni fa e con il Pepi ha fatto salti da gigante: io mi sono più volte complimentato con lui sia per la costanza che per i risultati ottenuti. E lui che mi diceva: si grazie, ma cercate di venire anche voi anziani più giovani, che potrete fare anche più di me, io sono un po’ stanco e penso che la mia parte l’ho fatta.

    Eccome se l’ha fatta. E poi come a sentire il suo richiamo è arrivato il Popi. Chi non lo conosce potrebbe dire il famoso: so una s..a chi è. Chi è o chi non è, cosa ha fatto o non ha fatto nella vita qui poco interessa: diciamo che ha fatto assai e abbastanza bene. Ma arrivato “agli Anta” si è scatenato, sembrava che aspettasse tutta la vita per fare questo. Io non gli mai chiesto perché l’ha fatto e in fondo poco interessa. Interessa cosa ha fatto e come l’ha fatto.

    Niente di eccezionale, ma solo quello che aveva richiesto il Pepi, cioè un ricambio giovane e preparato perché quel ruolo è e sarà nel futuro sempre di più uno dei posti più importanti per la comunità, specie per chi di noi avrà la fortuna di averne bisogno. Non parliamo quindi dei suoi pantagruelici pranzi, dei cenoni di fine anno, delle gite un po’ per tutta Italia, di serata insieme al Centro o in altre circostanza, della festa degli Ottantenni, e pi chissà quante ne tralascio: ce lo diranno loro.

    Circa i dati del gruppo, le loro regole, le loro attività, le loro iniziative, il Centro ha ottenuto qui nel una pagina tutta sua che vedete nella pagina iniziale Home, in fondo a destra con la linguetta “Gli Anta”

    In questa pagina loro potranno gestire le loro attività, comunicare ai propri soci, alla comunità e tute le altre cose che rinterrano utile e piacevole per tutti noi.

    Di tutto questo voglio fare plauso alla Sentinella e al suo responsabile.

    Di nuovo benvenuto da parte di tutto Braccagni, e buon lavoro.

    Roberto Tonini

  8. Granocchiaio ha detto:

    PROGRAMMA MESE DI NOVEMBRE 2009

    Il Presidente ci ha rimesso il programma degli eventi e appuntamenti per il corrente mese di Novembre
    *
    pare ci siano anche delle foto della gita su Roma: non appena di perverranno sarà nostra cura pubblicarne un piccolo estratto

  9. Granocchiaio ha detto:

    Finalmente il reportage fotografico della gita a Roma del Gruppo Gli ANTA
    .
    guarda qui sopra o clicca su
    http://www.braccagni.info/2009/10/centro-promozione-sociale-gli-anta/

  10. Granocchiaio ha detto:

    Gli ANTA: Programma per dicembre e le prossime festività

    vedi nella pagina principale, proprio qui sopra

  11. Granocchiaio ha detto:

    i primi auguri sul blog arrivano dal centro degli “ANTA”

    vedi
    http://www.braccagni.info/2009/10/centro-promozione-sociale-gli-anta/

  12. Granocchiaio ha detto:

    FESTA DI S. ANNA

    Caro Socio
    Anche quest’anno il 26 Luglio vogliamo festeggiare S. Anna. Una ricorrenza che nella nostra zona ai tempi della trebbiatura a fermo era particolarmente sentita per tutte le leggende ad essa collegate. Inizieremo alle ore 18 con la S. Messa all’aperto, sotto gli alberi del parco dell’asilo.

    Dopo tutti a cena.
    Il Menù prevede:
    Antipasto: panzanella, frittata in trippa, prosciutto e melone.
    Primi: fusilli pesto e pomodoro, pappardelle all’anatra.
    Secondo: baccalà in umido, faraona arrosto morto con condita come usava prima
    Cocomero
    Dolce, acqua, vino, caffè e ammazzacaffè
    Quota di partecipazione€ 20,00
    Le iscrizioni sono aperte e termineranno al raggiungimento delle 120 persone.
    La cena si svolgerà in ambiente condizionato.
    Il Comitato di Gestione

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.