Gli impianti sportivi di Braccagni

La pista polivalente

Il campo di tennis

Il campo da bocce (un rovaio!)

Siamo stati a fotografare gli impianti sportivi di Braccagni.  Un po’ perchè in questi giorni abbiamo letto delle varie asssegnazioni degli impianti sportivi da parte del Comune nelle varie Circoscrizioni, e qui nasce la prima domanda: ma a Braccagni da chi sono gestiti? Quando viene fatta l’assegnazione?

Un po’  perchè si è tornati a parlare della copertura della pista polivalente, e  su questo ci torneremo sicuramente sopra.

Certo è che abbiamo avuto una sensazione di abbandono. Ma come e quanto vengono utilizzati? Che uso ne fa la cittadinanza? Ognuno può dire la sua in merito.

Archiviato in: LA VITA DI PAESELO SPORT

Tag:

RSSNumero commenti (26)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. sentinella ha detto:

    Ci è giunta via mail una prima comunicazione da parte di un ex consigliere di Circoscrizione, il quale ci ha detto che per gli impianti sportivi di Braccagni non è giunta in Comune nessuna richiesta di gestione.

  2. Carlo Vellutini ha detto:

    Confermo la “soffiata”. Ma c’è un perché. Il Braccagni, l’Alberese ed il Batirose – fonte ufficiale del Comune- non hanno presentato la domanda nei termini giusti. Dunque di fronte all’assenza di domande non si è provveduto all’assegnazione degli impianti. A questo punto il Comune ha provveduto a riaprire i termini ed il Braccagni dovrebbe aver già provveduto a depositare la domanda. Dunque nelle prossime settimane la società dovrebbe ottenerne la gestione…dico dovrebbe in quanto potrebbe sempre sbucare un altro soggetto interessato, ma visto che non c’è stato rpima dubito che ci sia ora!!!

  3. Er coatto ha detto:

    E daje, semo pure pure noi de gajardi, anzi pure mejo: c’avemo in casa un caso PDL-Lazio de Noantri!

  4. sentinella ha detto:

    Anche questa volta eravamo sulla notizia: ecco infatti cosa pubblicano oggi i giornali.
    “Quattro strutture sportive sono in cerca di un gestore: si tratta dell’impianto bocciofilo di via Manetti, del campo di calcio di Braccagni, di quello di Alberese e per finire della struttura di Batignano. Ecco perchè l’Amministrazione comunale ha riaperto i termini per presentare domanda di affiddamento in uso e gestione dei quattro impianti di proprietà pubblica: l’obiettivo è quello di continuare a far vivere gli impianti. Ma per far ciò occorre qualcuno che se ne prenda cura. La nuova scadenza è fissata al 30 marzo, menter il 1 aprile alle 9,30 si procederà con l’apertura delle buste, nella saletta rossa del comune in piazza Duomo, al secondo piano”.

    Il primo che sa qualcosa lo comunichi alla piazza.

    • Nello ha detto:

      Fra tante voci che circolano, non ho sentito quella di un trasferimento del USD Braccagni in altri lidi, nè la cessione del titolo sportivo, per cui anche nei prossimi anni vedremo i verdeoro giocare all’Aldo Tavarnesi qualunque sia la gestione. Reputo che la gestione diretta sia la soluzione migliore, visto il numero di squadre che il Braccagni ha, ma penso che anche il costo sia notevole, non tanto per la vile moneta, onestamente non so a quanto ammonti la base da dare al comune, ma soprattutto per il suo mantenimento.
      Ricordo al finto romano che non è il caso di mischiare la politica laziale con situazioni locali: che che se ne dica a Roma il PDL è scivolato su una buccia di banana solo perchè non trovavano l’accordo sui nomi e no perchè il responsabile aveva voglio di un panino, magari con la porchetta di Ariccia probabilmente. Non lo so ma può darsi che per il campo sia successa la stessa cosa: non si trovava chi lo accudisse così al Menghini (o chi per esso) è venuta voglia di fare un giretto e non ha fatto in tempo a presentare la giusta documentazione.
      Scherzo, ma mi preoccupa la “soffiata” dell’ex consigliere circoscrizionale: si vergognava ha presentarsi di persona al blog, visto che sicuramente sa che esiste, oppure, da buon politico, lancia il sasso e tira indietro la mano, perchè si sa quanto sia amata in circoscrizione l’US, però un altra’anno ci sone le elezioni e quindi………

  5. Rosencrantz ha detto:

    Una voce echeggia nei corridoi del Palazzo, fusione tra la Nuova Grosseto e il Braccagni?
    La nuova società si chiamerà NUOVA BRACCAGNI? Nuova Grosseto-Braccagni? Oppure Vecchia Storia, Sò Finiti I Soldi?

    • Nello ha detto:

      Questa proprio mi giunge nuova. Non è per caso che più di fusione sia collaborazione? Mi sembra che già in altri anni il Braccagni abbia costruito le squadre giovanili in collaborazione con altre squadre (Invicta, Sauro e lo stesso Grosseto)

  6. sentinella ha detto:

    Riportiamo questo commento di Carlo già pubblicato perchè credo fornisca un contributo utile ed importante alla discussione.

    Carlo Vellutini scrive:
    16 marzo 2010 alle 18:44

    Una prima, lieta, notizia per quanto riguarda alcuni problemi sollevati sono in grado di darla. Ho appena parlato con l’assessore alle Finanze, nonché allo Sport, Paolo Borghi ed al termine di una riunione di giunta è riuscito a far mettere a bilancio per il 2010 la copertura della Pista di Pattinaggio di Braccagni con un contributo di 350mila euro. vviamente mi ha autorizzato a riportarlo ufficialmente sulla nostrra piazza. Adesso partirà l’iter progettuale e già nel corso dell’anno corrente dovrebbero iniziare i lavori di realizzazione della struttura. Si tratta di un progetto importante che pareva dover scattare già nell’anno passato, ma che per varie ragioni si era arenato. Borghi, anche per venire incontro ad una comunità che non ha spazi aggregativi e che necessita di un luogo pubblico che sia veramente tale, già da qualche tempo si era impuntato per condurre in porto il progetto. Oggi, dopo un lungo iter, mi ha comunicato ufficialmente la notizia ed a questo punto speriamo che in tempi celeri il nuovo “palasport” possa essere realizzato. Oltre alle attività dedicate all’hockey, la nuova pista coperta (che avrà anche delle tribune laterali) potrà essere utilizzata anche dall’Unione Sportiva per far allenare i bambini quando il campo è bagnato o quando piove, ma potrà anche essere utilizzata per organizzare serate da ballo, pranzi e cene al coperto o spettacoli ecc. ecc. Il tutto ovviamente rispettando le normative vigenti.
    Personalmente credo che sia una risposta importante e adesso non resta che incrociare le dita ed attendere l’inizio dei lavori…Ovviamente da giornalista mi impegno ad essere “sentinella” su quanto accadrà nei prossimi mesi e di aggiornarvi….

    • sentinella ha detto:

      Avere una pista coperta, utilizzabile anche a fini aggregativi, credo sarebbe una cosa molto importante.
      La mancanza di strutture, più volte evidenziata, potrebbe addirittura essere non diciamo letale, ma sicuramente penalizzante, per alcune Associazioni. Pensiamo all’Unione Sportiva: se davvero venisse confermato il fatto che non è più possibile utilizzare l’ex-asilo per la Sagra si porrebbero seri problemi di ordine logistico; un tipo di problema che sussiste anche per la Festa del Maggio.
      Speriamo davvero che Braccagni possa dotarsi un domani di questa struttura.

  7. Carlo Vellutini ha detto:

    Quella di un accordo con la Nuova è solo una voce di corridoio, o meglio un’idea, dovuta al fatto che il nuovo campo della Nuova Grosseto permetterà a questa squadra di fare solamente i campionati fino agli Allievi. Potrebbe dunque essere un’idea interessante per una collaborazione, considerando che nella Nuova sono entrati dei dirigenti che, anche in passato quando erano in altre società, avevano creato con il Braccagni accordi di collaborazione. Però si tratta di un “pour parler” che ad oggi resta solanmente tale…

  8. patrizio ha detto:

    A Braccagni abbiamo due neo campioni regionali di fossa universale, una specialità del tiro al piattello.
    Luigi Busoni, nostro carissimo amico, ha imbracciato di nuovo il fucile dopo molti anni di assenza dall’agonismo, si è subito portato ai vertici della sua categoria vincendo, qualche giorno fa, il campionato regionale , insieme a lui anche il figlio Sergio Busoni nella categoria juniores, si è laureato campione regionale.
    Luigi è una conferma, Sergio, vista la giovane età, ha molte speranze di fare bene anche in futuro a livello nazionale e internazionale (dove ha già gareggiato con buoni risultati) , nella fossa olimpica, altra specialità del tiro al piattello.
    L’unico grande rammarico è che a Grosseto non c’è possibilità, per campioni come loro, di allenarsi, e visti i grandi sacrifici che devono fare, in una disciplina che richiede costante allenamento e concentrazione, i risultati ottenuti hanno un valore ancor più grande.
    Ai nostri due amici e compaesani, un grande augurio di altre grandi soddisfazioni.

  9. la nazione: il palazzetto ha detto:

    L’ultimo investimento: presto al via ai lavori per il nuovo palazzetto
    Oltre 300mila euro di spese per gli impianti sportivi.

    Diventerà, forse tra un anno, uno dei fiori all’occhiello dell’amministrazione Bonifazi. Si tratta della costruzione del nuovo impianto polivalente dove si trova la pista di pattinaggio. Con una spesa prevista di oltre 300 mila euro, già stanziati, sorgerà infatti a Braccagni un nuovo palazzetto che verrà gestito al 99% dal Circolo Pattinatori Grosseto, la società che ha ricominciato da un paio di anni a fare attività con i più giovani e che ha intenzione di riportare l’hochey su pista ai livelli degli anni 1980, quando il sodalizio biancorosso era uno dei migliori in Italia con pattini e stecche. “Sono molto soddisfatta – ha detto Patrizia Balestri sfogliando i documenti ufficiali della Giunta – la zona degli impianti sportivi verrà tutta riqualificata. Abbiamo una pista di pattinaggio praticamente inutilizzata, ma dopo i lavori verrà trasformata tutta la zona. I lavori infatti prevedono una copertura totale dell’impianti con la costruzione di tribune e spogliatoi, senza dimenticare comunque il nuovo impianto elettrico2. Una specie di palazzotto dello sport destinata a diventare la “casa” del Circolo Pattinatori Grosseto. Ma non solo. Un centro di aggregazione che possa essere utilizzato da tutta la comunità di Bracacgni anche per ritrovi, feste e riunioni. “Esatto – prosegue Balestri – Una struttura che nella nostra comunità non esiste e che in questo modo riqualificherebbe tutto il nostro territorio”.
    Il Presidente della Circoscrizione 7 non nasconde che anche il campo di calcio di Braccagni ha bisogno di una “rinfrescata”. “Esatto – dice – Qualche anno fa è stata costruita una splendida tribuna che tutti gli altri campi ci invidiano, ma gli spogliatoi andrebbero conclusi”. Lo sport, infatti, è un’attività molto importante per la comunità di Braccagni: la società gialloverde, una delle più antiche delle provincia, conta un importante settore giovanile e una squadra che sta facendo benissimo in Prima categoria. Tra qualche giorno, inoltre, il rettangolo di Braccagni si illuminerà tutte le sere in occasione del Trofeo Passalacqua”, la manifestazione più importante della provincia per quanto riguarda il calcio giovanile.

  10. sentinella ha detto:

    Assegnati i primi 18 impianti sportivi messi a bando dall’amministrazione comunale a inizio anno.
    Questa mattina è stata pubblicata la graduatoria con i punteggi delle società e associazioni che avevano fatto domanda per ‘l’affidamento in uso e gestione’ di alcune strutture di proprietà del Comune.
    Nel selezionare le domande una voce importante, rispetto al passato, in questo caso era quella legata alla presentazione di un progetto che ciascun candidato doveva elaborare per ogni singolo impianto rispetto al quale si manifestava interesse. Gli aggiudicatari quindi, oltre alla convenzione con l’Ente, dovranno rispettare e attuare lo stesso progetto, nel quale hanno indicato i profili sportivi, tecnici ed economici della gestione dell’impianto. Progetti questi che saranno allegati ai contratti di concessione ed in caso di mancato rispetto, senza adeguata giustificazione, si potrà procedere anche alla revoca.
    Le società hanno dovuto anche indicare il calendario delle attività sportive ed agonistiche e l periodo di apertura garantito da parte del concessionario dell’impianto.
    “Ci è sembrato opportuno soprattutto dopo spiacevoli situazioni di ambiguità e di mancanza di regole precise e inequivocabili tracciare un percorso nuovo improntato sulla massima trasparenza nell’assegnazione degli impianti sportivi comunali – dice l’assessore allo Sport, Paolo Borghi -; lo consideriamo una atto doveroso verso la collettività e in particolar modo verso quelle persone e associazioni che si adoperano nel mondo dello sport con grande spirito di sacrificio, serietà e impegno. Con l’obiettivo di offrire ai cittadini, a partire dai bambini, momenti di aggregazione, oltre che importanti spazi e competenze specifiche per preparare e far crescere gli atleti fin dalla più tenera età”.
    Le strutture saranno date in gestione per 3 anni a partire dal 1 luglio oppure a partire dal 1 ottobre o da altra data ancora da decidersi, e comunque fino al 30 giugno 2013.
    Ecco la graduatoria, pubblicata anche sul sito del Comune (www.comune.grosseto.it, nella sezione Bandi e gare):
    Campo di calcio Braccagni  
    1 – Us Braccagni 30,00
    2 – Polisportiva Marina di Grosseto 18,00

  11. sentinella ha detto:

    Consiglio Comunale di Grosseto: approvato ieri il bilancio di previsione. Nel settore “impianti sportivi” la voce più rilevante è quella destinata alla copertura della pista polivalente di Braccagni.
    Ci voleva proprio, ora aspettiamo di vederla.

    • no al polo logistico ha detto:

      e per il polo logistico c he cosa ha stanziato?…

      perchè a me della copertura della pista non importa un fico secco se poi costruiscono un polo che deturpa il paesaggio e non permette la valorizzazione delle vere risorse del nostro territorio… come i reperti archeologici che stanno li sotto da millenni, il paesaggio , il cono visivo di montepescali, l’assetto idrogeologico a richio in quel punto tanto che devono alzare tutta la zona di sue metri… così mettendo il paese abitato sotto il livello attuale rispetto ai capannoni che ci verranno… senza contare del livello di inquinamento acustico sui saremo assoggettati…

      e non si creda che con i soldi si può far tutto sotto il ricatto dei posti di lavoro, da un governo di sinistra mi aspetto un’altra e diversa politica del territorio, ma evidentemente di sinistra a grosseto c’è rimasta solo qualche curva per strada…

  12. mezzolitro ha detto:

    C’è voluto tanto (pazienza, incazzature, anticamere infinite pell’uffici…) , però è ufficiale, la sagra dei piatti tipici maremmani si farà, dal 12 al 28 agosto p.v. nei pressi dello stadio con, finalmente, la pista di pattinaggio pè ballà, sennò ‘sti vecchietti appassionati del valzer ‘un ci facevano più campà.
    Chi vole andà a dà una mano, la sera pel fresco, pole fassi avanti, perchè c’è daffà, e parecchio.

    • mezzamestola ha detto:

      Grazie a coloro che sono riusciti a superare i problemi organizzativi, spero di venire a portare almeno un aiuto morale in quel periodo, a Dio piacendo (come si diceva una volta)… e controllerò che gli altoparlanti siano rivolti verso la campagna e non verso la casa del Granocchiaio.. 🙂

      • mezzolitro ha detto:

        Non ti preoccupare troppo, sicuramente il ranocchio troverà qualcos’altro con cui rompere gli zebedei.

        • patrizio ha detto:

          e se lo prendessimo in contropiede, e mettessimo lui, il favetta e maurilio sul palco con chitarre e pianola a suonare per una serata?…. magari con il falchetto e lo strange…. !!! sarebbe una cosa
          MITICA
          verrebbero da tutta la provincia per sentirli !!!

          • Ric ha detto:

            Granocchiaio qui c’è una richiesta ufficiale…

          • mezzolitro ha detto:

            Già, così si vede se è vera questa leggenda che il ranocchio speva sonà la chitarra, mi pare di vedello sul palco, jeans scampanati, camicia a fiori, laccio in testa pè regge la folta e lunga criniera…

  13. Carlo Vellutini ha detto:

    Per fortuna che l’attesa è finita…A Braccagni una cosa c’è di bòno: che quando si uniscono le forze i risultati si ottengono!!! E questa è la dimostrazione!!!! Nonostante che ci sia sempre qualcuno cui non va a genio nulla e cerchi di mettersi di traverso!!!!

    • mezzolitro ha detto:

      Approposito, qualcuno sa, DI PRECISO, come sò andate le cose cò quelli che “mettano i bastoni tra le rote”?
      Perchè circolano migliaia di versioni, più o meno fantasiose, tipo:>, quindi se qualcuno ci pole dà qualche notizia VERA…

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.