1 MAGGIO 2010: LA FESTA DEL MAGGIO DI BRACCAGNI

 

 

 

 

 

 

 

 

Festa del Maggio 2009 - Braccagni (GR)

ci risiamo!

Fervono i preparativi per la  Festa del Maggio di Braccagni, il XX’  Raduno delle squadre di maggerini.  Previste molte novità.  Vi terremo aggiornati tramite questa “piazza”. Per informazioni: Gruppo Tradizioni Popolari Galli Silvestro Sig. Edo Galli 348.3190929

1 maggio 1991: la Squadra di Braccagni

Dove si svolgerà la festa

Archiviato in: LA VITA DI PAESELE MANIFESTAZIONI

Tag:

RSSNumero commenti (13)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. sentinella ha detto:

    Lo spazio per parlare della Festa del 1 Maggio 2010 è questo. Come detto, ci saranno molte novità, che per ora non anticipiamo. Attualmente la situazione è questa: le donne hanno da poco iniziato a preparare i cappelli, la squadra sta per iniziare le prove, un gruppo capitanato da Edo Galli sta finendo di mettere a punto la Festa del 1 Maggio, di cui sono stati già diramati gli inviti agli ospiti.

  2. sentinella ha detto:

    Avevamo parlato di novità: ecco la più importante.
    Il luogo della Festa questo anno non sarà il Campo della Fiera ma San Rocchino. Si tratta di un oliveto sempre ai piedi di Montepescali che dista in linea d’area 400 metri dal Campo della Fiera, direzione nord.
    Presto sarà diramato un comunicato sulla Festa del Gruppo Tradizioni Popolari Galli Silvestro.

    • Biadone ha detto:

      Sbaglio o in altra sezione del blog si dice che San Rocchino sembra una discarica? La cosa non è di poco conto!
      Mettetevi d’accordo ….

      • sentinella ha detto:

        Spiegazione: un nostro lettore ci aveva inviato delle foto dove documentava il degrado nei dintorni di San Rocchino, che ovviamente abbiamo pubblicato. Contemporaneamente erano iniziati i lavori di pulitura da parte degli Usi Civici del sito, dei quali non solo abbiamo dato conto, ma per i quali sono stati espressi unanimi apprezzamenti.

        • Goffredo di Buglione ha detto:

          Questa Sentinella mi sembra poco attenta, quindi poco … sentinella.
          Veniamo ai fatti: in data 12 aprile viene data notizia, su questo blog, che la festa del maggio sarà fatta in località San Rocchino e contemporaneamente (qui la parola è corretta) viene data la notizia che San Rocchino è una discarica.
          Le due notizie cozzano un po’, come è possibile fare una festa paesana nei pressi di una discarica?
          La realtà è che la foto pubblicata, secondo me, risale a mesi prima perchè le operazioni di bonifica del sito erano già iniziate da un paio di mesi, ed oggi il panorama è decisamente diverso (lo era in parte anche il 12 aprile) e restituito al pubblico godimento.
          Esprimo tutto il mio apprezzamento per il lavoro svolto e plaudo all’iniziativa della festa del maggio quale rinascita di un luogo importante per la comunità tutta.
          Monsieur le President ha già fatto i dovuti ringraziamenti ma credo sia giusto ringraziare Lui e quanti si sono adoperati per restituire alla comunità l’area di San Rocchino … avanti così!

          • Nello ha detto:

            Giusto, The President era da tempo che “tramava” per fare di S. Rocchino un punto di ritrovo, ma di più, in pratica dal suo insediamento, ha (aveva) intenzione di far togliere tutte la baracche e capanni che ci sono da lì fino al cCampo della Fiera (chiaramente nell’area Usi Civici. Si è interessato anche al restauro della Cappella, ma lì cozza con la burocrazia illogica della Sovrintendenza che per dare un Ok per un miglioramento a gratis mette di mezzo bastoni fra le ruote a non finire (il ns. sindaco è stato denunciato per aver pulito, senza permesso,le mura, prendendosi in cambio la pubblicità mediatica nazionale).
            Per quanto riguarda la “discarica” non c’entra niente The President ma la nostra ignoranza: si preferisce buttare frigo, tele etc. nei boschi, nel caso oliveto, anzichè alzare la cornetta e chiamare il COSECA che una volta alla settimana passa a raccogliere i rifiuti ingombranti.
            Un suggerimento per The President: dì agli organizzatori di vietare agli mintervenuti alla festa di non spostarsi molto da S.Rocchino verso il Campo della Fiera, che so dicendo che lae persone fanno abbaiare i cani, disturbando così i “Maggiolini”. Questo perchè dopo moltissimo tempo sono ritornati a fiorire iris in quella zona non curata e si stanno espandendo e non vorrei che noi “civili” li cogliessimo per farne un trofeo di “caccia”. Ora spero che rifioriscano anche le orchidee: Braccagni tornerebbe così nei libri di scientifici come succedeva negli anni settanta

  3. Carlo Vellutini ha detto:

    Dopo tanti anni la notizia più importante è il cambio di sito dove sarà svolta la Festa del 1° Maggio. Certo la distanza è breve, ma farà un certo effetto lasciare il vecchio Campo della Fiera con i suoi panorami ed il suo oliveto. Sono convinto che il successo sarà assicurato anche a San Rocchino, magari come a tutte le novità ci si dovrà abituare anche se al primo pensiero la vecchia locazione manca di già!!! Per fortuna la decisione della Lega Calcio di anticipare al venerdì sera la gara Ancona-Grosseto mi permetterà di gustarmi la Festa del Maggio…e magari anche a quei grossetani (habituée fra l’altro dell’evento) che altrimenti avrebbero seguito la squadra in riva all’Adriatico!!!

  4. sentinella ha detto:

    La Festa del Maggio di Braccagni taglia il traguardo della XX’ edizione e festeggia questo importante anniversario non più nella sede storica della festa, ossia il Campo della Fiera, ma nell’altrettanto bella cornice dell’oliveto di San Rocchino, messo gentilmente a disposizione dagli Usi Civici di Montepescali e distante poche centinaia di metri dalla vecchia ubicazione e dove sorge un’antica edicola votiva.
    Presentate da Carlo Vellutini, squadre di “maggerini” si daranno convegno con i loro canti augurali nel pomeriggio del 1’ maggio a partire dalle ore 14,00 per una manifestazione che funge da occasione di verifica e d’incontro tra i gruppi portatori di questa antica tradizione. Anche questo anno è prevista la partecipazione di squadre provenienti da tutte le parti della Maremma, tra cui: il Coro degli Etruschi (che si esibirà con Mario Galasso, giunto appositamente dalla Sardegna), Ottava Zona, Pettirossi di Roccastrada, Ribolla, Gruppo dell’Uccellina, I Vagabondi della Marsiliana, i Briganti della Maremma, Rosolacci, Braccagni, Omini. Naturalmente non mancheranno i più autentici interpreti della nostra cultura popolare, come i cantastorie grossetani Mauro Chechi, Silverio Fabiani e Silvana Pampanini, la Banda del Torchio, la cantante folk fiorentina Lisetta Luchini, da Lucca i menestrelli Pietro Lino Grandi e Gildo, poeti estemporanei come Umberto Lozzi, Elino Rossi, i giovani Enrico Rustici, e Francesco Cellini, Donato De Acutis (direttamente da Rieti) lo “gnaccheraio” Ido Corti.
    Tutti insieme per festeggiare l’arrivo del nuovo “Maggio”, questo antico canto itinerante di questua legato al culto degli alberi e dei rituali agresti, con il suo messaggio (sempre attuale) di pace, amore e fratellanza.
    La manifestazione è corredata come ogni anno dall’immancabile merenda a base di prodotti tipici locali come baccelli e formaggio.
    Previste dimostrazioni pratiche di attività artigianali inerenti lavorazioni cadute ormai in disuso, in particolare quella dei seggiolai.
    L’appuntamento, che si va proponendo come una delle scadenze calendariali folcloriche più rilevanti della provincia di Grosseto, in grado di richiamare un pubblico proveniente da tutte le parti della Toscana, è realizzato dal Gruppo Tradizioni Popolari “Galli Silvestro”.
    L’ingresso è a offerta; per informazioni tel. 0564.329007.

    • mezzolitro ha detto:

      Ovvia, sò proprio curioso di vedè come va a finì ‘stà kermesse pseudo-folkloristica dè i maggerini a S. Rocchino, certo che a rivedè Biadone che fà finta di strimpellà quella povera chitarra, mi si stringe il core…

  5. patrizio ha detto:

    Voglio augurare buona nottata di canto e buon primo maggio, alla squadra di Braccagni che si sta preparando a partire, invitando chi li segirà, a fare qualche piccolo mini filmato anche con il telefonino, di qualche momento notturno di canto nelle aie, e a riproporcelo sul blog.

  6. roberto ha detto:

    Ci siamo: buon Maggio a tutti!

  7. maria ileniaa ha detto:

    Per me la festa del primo maggio e’ l’occasione giusta ,per divertirsi e non lavorare.
    Anche se qualche persona in questo momento sta’ lavorando spero che faccia una bella festa questa sera e domani,cosi’ recuperano il tempo perso di oggi che e’ il primo maggio 2010 ma spero con tutto il cuore che nessuno stia lavorando.
    Anche se qualcuno tipo mio padre e i lavoratori della festa sul giofisico a Corinaldo,loro lo fanno per il primo maggio che e’ una festa molto grande per noi corinaldesi,invecie mio padre lo fa per finire la nostra casa il piu’ presto possibile,ma fara’ festa domani.
    Per fortuna che domani e’ domenica per tutti quelli che faranno tardi questa sera.
    L’unica cosa piu’ brutta per me e’ che non posso festeggiare il primo maggio,perche’ ho la varicellla e sino a glieri avevo la febbre a 38,30 e’ tanta ma lo superata ma adesso ho la varicella pero’ sono contenta cosi’ lunedi’ non andro’ a scuola anche se faccio la seconda elmentare e’ molto pallosa e’ bella solo perche’ vedo le mie amiche e il ragazzo che mi piace.
    Ciao ,ciao e buon primo maggio.
    Da Maria Ilenia

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.