“Uno Sponsor x Silvia alla Dakar”


carissima Silvia
Ho ascoltato stanotte il tuo appello alla televisione per una sponsorizzazione che possa assicurare la tua partecipazione alla Dakar e magari anche al Rally dei Faraoni

Archiviato in: LA NOTIZIALO SPORT

Tag:

RSSNumero commenti (12)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    carissima Silvia

    Ho ascoltato stanotte il tuo appello alla televisione per una sponsorizzazione che possa assicurare la tua partecipazione alla Dakar e magari anche al Rally dei Faraoni
    Stamani la ribattuta sulla stampa locale

    Ho sentito anche che i potenti sponsor locali – non molti ma ci sono – hanno orecchie e borsello solo per gli sport “più amati dagli italiani”

    Per una ragazza maremmana che raggiunge risultati eclatanti portando il nome della nostra terra un po’ in tutto il mondo evidentemente non c’è “grande …ritorno” E così ancora una volta si guarda al cassetto e non alla qualità dei risultati, ai sacrifici necessari per raggiungerli, al ritorno in termini di qualità, e chissà, magari solo perche sei una donna. Bella e simpatica aggiungo io.

    Mi sono fatto aiutare a mettere in piedi una postazione su FB postazione per segnalare la cosa in tutta la Maremma, ai miei amici e alle mie figlie Alessandra e Stella, e loro lo faranno con i loro amici, e così via………vediamo fino a dove………….

    Il passo successivo era di giocare in casa e quindi eccoci qui sul blog della Sentinella di Braccagni…………
    per ora ti dico una cosa che per te è come scontata: tieni duro Silvia

  2. mezzolitro ha detto:

    Caro ranocchio, quando ti butti in queste imprese acquisti 1.000 punti, fai bene a sostenere chi ha delle passioni vere come l’avrà senz’altro questa giovinotta.
    Anch’io c’ho una passione forte, ma te, a me, ‘un mi fili perniente, eppure di cantine ben fornite le conosci parecchie…

    • Granocchiaio ha detto:

      Carissimo giovinetto
      Che tu abbia una forte passione lo sospettavo, ma non riuscivo a capì per cosa…………
      Ora tu mi rammenti le cantine luogo che come sospetto tu sappia, si usa far vino.
      Nota che ho detto “far vino”, non altro, che so, per esempio, bere o trincare vino……….
      Forse sei un cantiniere in cerca di nuove esperienze lavorative e tecniche enologiche?
      O forse sei attratto dalle nuove architetture che oggi anche in Maremma si usa dare alle cantine forse nella speranza che il vino venga più……..…..più che?
      Accenni a cantine ben fornite. In effetti con la congiuntura attuale più che di cantine ben fornite oggi si può tranquillamente parlare di cantine stracolme, che sembra una cosa simile, ma non ha lo stesso significato, come puoi ben intendere.

      Fammi sapere a quale aspetto della vita enoica sei appassionato e vedremo se posso darti una mano……..o un buon bicchiere.

      Per ora se condividi l’appello alla giovinetta, cerchiamo fra tutti di dargli una mano.
      Grazie.

      • Nello ha detto:

        Come? Di darle un appoggio morale saremmo in tanti, ma purtroppo molti che bazzicano il blog, più di quello non possiamo darle. A lei serve l’aiuto economico, cosa che almeno io non posso darle (a meno di non offenderla facendole, visto il suo fine, vera elemosina) nè purtroppo conosco qualcuno che potesse venirle incontro.
        Mezzolitro, è sempre ‘briao, però qualche volta, forse in un momento di lucidità, azzecca. Tempo fa in fiera c’è stata la Maremma Wine etc. e il Pres. Lamioni accennò, visto il successo, di fare il possibile per portare il nome della Maremma vinicola fuori dai confini, ecco questo potrebbe essere un vero aiuto ( in fondo se chiamano Piano ed altri illustri Architetti, come accenni, a fare le loro cantine possono sganciare qualche migliaio di euro per sponsorizzare i loro investimenti).

  3. sentinella ha detto:

    A Silvia tutta la nostra stima e simpatia. Tra l’altro recentemente è stata premiata a Braccagni nel “Players of the years”, manifestazione voluta ed organizzata da Carlo Vellutini.

    • Granocchiaio ha detto:

      È ma qui allora ha ragione Nello, non cerchiamo di prendere in giro nessuno. Stima e simpatia credo ce n’abbia da vende, ma quello che gli manca sono i soldi per la partecipazione.
      Oggi ho ricevuto una sua telefonata perché aveva “scoperto” il nostro blog e la pubblicazione su FB. Mi ha ringraziato dell’iniziativa e mi ha confermato che la situazione è assai critica, per non dire drammatica.

      Mi ha infatti detto che deve trovare questi soldi entro il 15 di questo mese, credo per l’iscrizione.
      Il che mi pare un po’ corto come termine………forse si è mossa anche un po’ tardino……….

      Mi ha accennato anche alla disponibilità a fare un piccolo prestito o mutuo con le banche solo che riesca a trovare le giuste entrature.

      Ci siamo lasciati dicendoci d’incontrarci lunedì in modo che possa capire cosa esattamente gli serve e come.

      Anche a me la situazione pare assai drammatica, ma non per questo vorrei arrendermi prima di aver provato. Da qui chiedo quindi che tutti si mettano in contatto per sapere e suggerire possibilità.

      Mi pare opportuna anche la segnalazione che fa Nello su Lamioni e magari altri in quella posizione.
      Vediamo se riusciamo a dargli una mano a sta ragazza.

  4. Carlo Vellutini ha detto:

    Come ricorda la Sentinella abbiamo premiato di recente Silvia a Braccagni nell’ambito del Playre of the Year. Come le ho detto il nostro riconoscimento doveva servirle soprattutto per tenere alta l’attenzione su chi, come lei, decide di partecipare ad imprese che, prima che sul campo, lo sono a livello economico.
    Il problema è che con i tempi che corrono chi non è dotato di un grande sponsor e si muove per ricercare tanti piccoli aiuti è chiaramente in difficoltà, visto che comunque il portafogli è abbastanza vuoto per molti. In più il grosso degli sponsor locali per un progetto di questo tipo si affiancano o per amicizia e stima o perché appassionati. Difficilmente per una questione commerciale. Magari se hanno 2-3mila euro cercano uno spazio locale che dia loro visibilità costante. Purtroppo gli sponsor più grandi da noi non esistono o hanno altre strategie (leggi Mabro, Eurovinil, ecc. ecc.). E anche a livello di aziende pubbliche preferiscono investire in altro modo…un esempio è l’Apt che potrebbe utilizzare certe imprese per lanciare il marchio Maremma…Ricordo che gli sciatori, tipo Ghedina avevano ben impresso sul casco il nome di Cortina…Insomma i tempi mi sembrano molto stretti e sarà dura..

    • Ric ha detto:

      Chissà se il Consorzio Produttori Latte Maremma se la sentirebbe a dare un sostegno economico a questa rappresentante dello sport della nostra Maremma? Dopotutto sarebbe una bella esposizione nel mondo intero di un marchio che in Italia ci invidiano in molti.

  5. moderatore ha detto:

    La buona notizia è arrivata: gli sponsor ci sono e Silvia Giannetti potrà partecipare alla Parigi – Dakar.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.