Tatzebao Febbraio 2011

 

Basta, basta così!

L’impazienza di Giocondo, la calma lucida e serena di Ilia.
Poi finalmente Giocondo a briglia sciolta, e poi diventa difficile frenare…..
Ma Ilia che aveva punteggiato con, va bene, basta, ecc. con il suo definitvo: “Basta, basta così!” supera se stessa!

Attenzione: causa vari passaggi dalla registrazione VHS e giù giù fino ad arrivare a Youtube il volume risulta essere un po’ basso: alzatelo voi a piacimento. Anche il canale destro audio non va troppo bene, ma così è!
Un grazie a Nello Lolini che ha fatto la registrazione al volo, un grazie a Davide dell BF di Grosseto che ci ha reso il lavoro a tempo di record, ed infine uno speciale ringraziamento al mitico Flaminio (Enzo) che l’ha riversato su Youtube.


Ilia Micheli e Giocondo Storai sposi da 60 anni


Archiviato in: LA NOTIZIATATZEBAO

Tag:

RSSNumero commenti (42)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Inizia il nuovo anno con la nuova versione del Tazebao.

    La novità stà nel fatto che viene fatto un nuovo articolo separato dal precedente Tazebao che cambiava nome ogni mese, ma restava sempre lo stesso articolo. C’era la facilità di avere tutto il Tazebao assieme, ma era divenuto troppo grande e pesante da gestire ed esplorare. Ora questo vive di posizione propria ed autonoma. Il vecchio sarà comunque sempre disponibile e consultabile sul blog.

    Di nuovo auguri di Buon Anno a tutti!

  2. Granocchiaio ha detto:

    il mio amico Marco Bechi, già collega quando eravamo ambedue fiduziario delle condotte di Siena e di Grosseto ha aperto un bel blog con interessanti articoli sempre nella materia comune…………..
    http://www.marcobechi.it/?p=517
    da leggere!

  3. Ric ha detto:

    Novità sul fronte del tempo. C’è un improvviso cambiamento della circolazione con una immediata irruzione di aria fredda che dal nord Italia si sposterà verso il centro. Dall’altra parte una perturbazione provocherà precipitazioni nevose anche su Grosseto nella giornata di venerdì 21. Quindi possibile vedere la neve tra le ore 16 e 19 di questo giorno. Vi terremo aggiornati sulla evoluzione del tempo.

  4. Nello ha detto:

    La Morte di Telemaco.
    Stamane, dopo la “partecipata” assemblea pubblica sul POLO, per prendere sonno ho ripreso il Tirreno e letto i fattarelli, chew normalmente salto. Nella pagina sportiva locale il nome sul titolo di una mezza colonna mi ha colpito : Telemaco.
    Per i braccagnini doc, come lo sono, il nome, di poco uso, riporta alla mente il Tanini e putroppo, leggendo, era proprio a lui che si riferiva. L’articolo era il commosso ricordo del Presidente dell’UDACE per un grande cicloturista.
    Non so quando è deceduto, ma mi meraviglio che nessuno lo abbia ricordato, nemmeno ieri sera qualcuno all’assemblea ne ha parlato, certo è che se si è parlato diffusamente di persone che ci hanno lasciato, evocando quanto siano state importanti per il paese, mi lascia perplesso il silenzio che è seguito alla sua scomparsa.
    Il Tanini è stato tanto per Braccagni, segretario di un partito politico, factotum del calcio locale negli anni 60, Presidente della locale COOP Consumo (sotto la sua presidenza fu fatto il market ora gestito da Gabriella) e tanto altro ancora. Lo ricordo ancora con la sua 500 nelle frequenti visite negli scorsi anni al paese o con la sua bici per Grosseto.
    Alla amica Gabriella, che dal Lazio ci segue, giungano le mie (nostre) cordoglianze

    • roberto ha detto:

      Ho letto ora la notizia. Hai fatto bene Nello a ricordare Telemaco Tanini, è stato sicuramente un personaggio. Andai a trovarlo quando uscì il libro dell’Us Braccagni per avere da lui informazioni, dato che per tanti anni ne era stato dirigente.

  5. Ric ha detto:

    Sulla regione Toscana è in atto una irruzione di aria fredda, peggioramento già annunciato da tempo qui sul blog. Questo peggioramento è accompagnato anche da nubi e piogge sul centro Italia che vanno ad aggiungersi all’abbassamento di temperatura repentino. Ciò provoca precipitazioni nevose a bassa quota sulle colline dell’interno specialmente verso sera con l’instaursi di una profonda depressione sul centro Italia.
    La situazione sulla provincia di Grosseto:

    Grossetano: Piogge locali con schiarite. Venti moderati da NNE intensità 17 km/h e raffiche fino a 34 km/h. Massime tra 7 e 9° C. Zero termico a 1100 mt.
    Possibile pioggia mista a neve nel pomeriggio di venerdì.

    Maremma: precipitazioni a carattere di pioggia debole, vento da NNE con intensità 18 km/h e raffiche fino a 29 km/h. Temperature minime comprese tra 3° e 7°, massime tra 7° e 10°. Zero termico a quota 1000 mt.
    colline Metallifere: Pioggia e neve sulle Colline Metallifere. Venti prevalentemente moderati da NE intensità 21 km/h e raffiche anche fino a 38 km/h. Minime – -3° C. e massime tra 0° e 6°. Zero termico a 700 m. NEVE A QUOTA 600 mt.
    Monte Amiata: Precipitazioni a carattere di pioggia mista a neve e schiarite. I venti saranno prevalentemente moderati e soffieranno da NE con intensità di 20 km/h. Possibili raffiche fino a 41 km/h. Temperature minime comprese tra 1 e 3 °C e massime comprese tra 5 e 8 °C. Quota 0°C a 850 metri.

  6. Ric ha detto:

    ALLERTA NEVE. Da questa notte venerdì 21 gennaio intorno alle ore 24 inizierà una nevicata anche sul comune di Grosseto che continuerà fino a domani mattina intorno le 7 di sabato 22 gennaio.
    Viabilità a Grosseto: Nevica sul comprensorio amiatino. Obbligo di catene montate dal bivio di Montenero in direzione Amiata. Sulle altre strade la situazione è in via di definizione con l’avvento notturno delle precipitazioni nevose.
    La situazione in Toscana: neve su tutte le province a tratti mista a pioggia specie nelle zone tirreniche. Domani sabato 22 le precipitazioni nevose termineranno o saranno deboli e miste a pioggia.
    Viabilità: sulla A12 Genova-Rosignano: neve- neve mista a pioggia dallo svincolo Aurelia fino a Sarzana-Sestri Levante
    Sulla A1 nel tratto appenninico: nevica da Firenze Nord fino a Reggio Emilia.
    secondo le previsioni del Centro funzionale della Regione Toscana, potrebbe nevicare anche a Firenze, ma il fenomeno sarà probabilmente di debole intensità, con un possibile accumulo massimo di 5 centimetri di neve.

  7. mezzamestola ha detto:

    il Granocchiaio ci delizia con un altro bellissimo racconto sul vino e la vendemmia, per leggerlo cliccare qui
    http://www.winesurf.it/index.php?file=onenews&form_id_notizia=970

  8. patrizio g. ha detto:

    per non dimenticare
    con le parole di Primo Levi

    http://www.youtube.com/watch?v=N3Y2oyvdyz0

    Voi che vivete sicuri
    Nelle vostre tiepide case,
    voi che trovate tornando a sera
    Il cibo caldo e visi amici:
    Considerate se questo è un uomo
    Che lavora nel fango
    Che non conosce pace
    Che lotta per mezzo pane
    Che muore per un sì o per un no.
    Considerate se questa è una donna,
    Senza capelli e senza nome
    Senza più forza di ricordare
    Vuoti gli occhi e freddo il grembo
    Come una rana d’inverno.
    Meditate che questo è stato:
    Vi comando queste parole.
    Scolpitele nel vostro cuore
    Stando in casa andando per via,
    Coricandovi alzandovi;
    Ripetetele ai vostri figli.
    O vi si sfaccia la casa,
    La malattia vi impedisca,
    I vostri nati torcano il viso da voi.
    (Primo Levi, Se questo è un uomo, 1947)

  9. Ric ha detto:

    Nevicata all’Amiata: Per gli amanti dello sci informiamo che al Monte Amiata è caduta una abbondante nevicata che siamo sicuri attirerà sciatori da tutta la Maremma e non solo. Questa la situazione:
    IMPIANTI DI RISALITA APERTI: Sciovia Crocicchio-Dedo; Sciovia biposto Cantore; Sciovia Jolly; Sciovia biposto Macinaie. Chiusi al momento: Sciovia Nordica; Sciovia Marsiliana; Sciovia Asso di Fiori; Sciovia Bellaria.
    PISTE DI SCI ALPINO APERTE: TUTTE eccetto Canalgrande e Campo Scuola Marsiliana; Bellaria e Campo Scuola Contessa.
    PISTE DI SCI NORDICO APERTE: TUTTE eccetto l’anello primo rifugio (5 km.).
    Al momento è chiuso lo Snow Park.
    Temperatura minima in Vetta -2° C.
    Altezza neve: Livello max. 110 cm.
    Livello min 60 cm. al Prato delle Macinaie e al Prato della Contessa.
    Stato della neve: FARINOSA
    Previsioni del tempo nel comprensorio amiatino:
    OGGI Neve debole nel tardo pomeriggio
    SABATO 29 Gennaio: Neve debole per tutto l’arco della giornata
    DOMENICA 30 Gennaio: Neve moderata per tutta la mattinata.
    ATTENZIONE! OBBLIGO DI CATENE A BORDO O DI PNEUMATICI DA NEVE MONTATI. La neve si trova già sulla strada di Castel del Piano che è comunque percorribile.
    TUTTI A SCIA’ ALL’AMIATA (e chi non sa scià… vada a farsi una bella mangiata di funghi)!!

  10. mezzamestola ha detto:

    un pò di sana satira poltica, così per scaldarci un pò con tutta questa neve
    http://www.vernacoliere.com/edicola/copertina.gif

  11. Patrizio Galeotti ha detto:

    il momento non è dei più facili per l’Italia, non posso stare in questa piazza senza dire come la penso, io sono vicino ai mqgistrati che dicono e sottoscrivono queste parole:

    Confessione (Dott. Pasquale Profiti)
    Inaugurazione anno giudiziario 2011
    Di fronte ai pannelli dedicati a Emilio Alessandrini, Guido Galli, Giorgio Ambrosoli e Fulvio Croce
    ANM Trentino Alto Adige

    Sono un magistrato italiano ed oggi rappresento molti altri magistrati, come me.

    A nome mio ed a nome loro, oggi, finalmente, confessiamo.

    Confessiamo di essere effettivamente degli eversori, come qualcuno ritiene. Applichiamo, infatti, le regole della nostra Costituzione e delle nostre leggi con la stessa imparzialità ed impegno agli immigrati clandestini ed ai potenti, agli emarginati ed a coloro che gestiscono le leve della finanza, della politica, dell’informazione. E’ vero, siamo degli eversori perché, insieme a CALAMANDREI, riteniamo la Costituzione e la Corte Costituzionale una “garanzia con cui il singolo è messo in grado di difendere il suo diritto contro gli attentati dello stesso legislatore o del governo”. Questo, oggi, vuol dire essere eversori.

    Confessiamo di essere veramente, come è stato sostenuto, disturbati mentali, perché solo chi è tale continua a credere nel servizio giustizia, quando non sai se il giorno dopo ci sarà qualcuno che presterà assistenza al tuo computer, quando vedi che gli indispensabili collaboratori che vanno in pensione non sono sostituiti, quando per poter lavorare condividi stanze anguste con colleghi o assistenti, quando in ferie scrivi sentenze o prepari provvedimenti, quando, nonostante ciò, sei accusato di protagonismo e di perder tempo in conferenze o convegni.

    Confessiamo di non poter sempre soddisfare l’opinione pubblica se la Costituzione e le leggi ce lo vietano, perché assolviamo chi riteniamo innocente anche se ciò non porta consensi, condanniamo chi riteniamo colpevole sulla base della rigorosa valutazione delle prove anche quando i sondaggi, veri o falsi che siano, non ci confortano, e valutiamo la responsabilità dei singoli anche quando chi governa vorrebbe una risposta dura, anche a scapito del singolo, a fenomeni di violenza collettiva.

    Confessiamo, è vero, di sovvertire il voto degli italiani perché avendo giurato sulla Costituzione Repubblicana, riteniamo, con Einaudi, che quella Costituzione imponga ai magistrati di utilizzare i freni che “hanno per iscopo di limitare la libertà di legiferare e di operare dei ceti politici governanti, scelti dalla maggioranza degli elettori. Quei freni che “tutelano la maggioranza contro la tirannia di chi altrimenti agirebbe in suo nome”, quei freni che impongono la disapplicazione delle leggi in contrasto con le norme europee o l’incostituzionalità quando violano norme di diritto internazionale.

    Confessiamo di essere politicizzati e non vogliamo essere apolitici come dichiaravano di esserlo la maggioranza dei magistrati fascisti o i magistrati iscritti alla P2 o i magistrati che per avere qualche posto direttivo o semidirettivo si appoggiano a potenti o faccendieri di turno, frequentano salotti buoni, fanno la telefonata agli amici o utilizzano il loro ruolo per avere sconti, gadget, ingressi o servizi gratuiti. Siamo politicizzati e vogliamo esserlo perché applichiamo la legge con il giusto rigore anche a chi governa, a chi potrebbe favorirci, consapevoli che saremmo apolitici solo se non disturbassimo le classi dirigenti, le élite al potere che vogliono essere al di sopra delle regole.

    Confessiamo anche di fare proselitismo della nostra eversione, raccontando in Italia ed all’estero le ragioni della nostra autonomia e della nostra indipendenza, i motivi per cui riteniamo che nel nostro paese, oggi più di ieri, quell’assetto costituzionale della magistratura sia essenziale per evitare che gli interessi di parte prevalgano sempre e comunque sugli interessi della collettività, perché l’Italia non possa permettersi un diverso assetto della magistratura quando tra i suoi rappresentanti in Parlamento o negli enti locali siedono condannati per reati gravissimi e la giustizia sia terreno di aggressioni inimmaginabili per gli altri paesi democratici.

    Confessiamo, una volta per tutte, di essere toghe rosse; siamo rossi, rubando ancora una volta le parole a Piero CALAMANDREI, “perché sempre, tra le tante sofferenze che attendono il giudice giusto, vi è anche quella di sentirsi accusare, quando non è disposto a servire una fazione, di essere al servizio della fazione contraria”; siamo rossi anche se non sappiamo cosa ciò esattamente significhi, perché per noi il rosso è principalmente il sangue dei colleghi uccisi per il loro lavoro

    Confessiamo anche di avere dei correi, il personale amministrativo senza il quale non potremmo commettere da soli le nostro colpe; molti di loro condividono la nostra eversione ed i nostri disturbi mentali se è vero che accettano di svolgere lavori superiori alle loro mansioni ed al loro stipendio, condividono le nostre stesse stanze anguste, le nostre incertezze sul futuro dei progetti organizzativi ministeriali.

    Ci spiace confessare che anche numerosi appartenenti alle forze dell’ordine, incredibilmente, ritengono, come noi, che nessuno sia sopra la legge e vedendoci lavorare quotidianamente si rendono conto che l’eversione di molti di noi è uguale alla loro: rendere alla collettività il servizio per il quale siamo pagati, senza concedere che qualcuno possa stare al di sopra delle regole.

    Confessiamo, infine, che per noi il 29 gennaio è la data in cui ricordiamo Emilio Alessandrini, Pubblico Ministero a Milano che oggi, 32 anni fa, veniva ucciso dagli eversori, quelli veri, quelli che al posto della nostra arma, la Costituzione, utilizzavano le pistole. Mi piacerebbe, sig. Presidente, che al termine del mio intervento non vi fossero applausi, rituali o spontanei, formali o calorosi che siano, ma il silenzio, magari in piedi, dedicato al collega ucciso dai terroristi, affinché la sua memoria ci illumini oggi e, ancor di più, da domani.

  12. mezzamestola ha detto:

    segnalo LA VITA IN MAREMMA (A QUEI TEMPI) un nuovo pezzo tutto da leggere del nostro Granocchiaio su
    http://www.winesurf.it/index.php?file=onenews&form_id_notizia=982

  13. braccagni.info ha detto:

    SABATO 12 FEBBRAIO 2011, ORE 17:00 CI SARA’ LA SECONDA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI POESIA “NUDA DI ME” DI VALENTINA RIMAURO PRESSO L’ORATORIO DELLA CHIESA DI BRACCAGNI (GR) IN VIA CONCIALINI.

  14. Granocchiaio ha detto:

    Dopo i recenti fasti sulle TV locali a celebrazione del suo 60° anno di nozze Giocondo Storai è stato invitato alla trasmissione I Fatti Vostri in onda dal lunedì al venerdì alle 11.00 su rai2 e condotta da Giancarlo Magalli.
    Accompagnato dalla gentile consorte farà sfoggio della sua capacità di poeta estemporaneo e improvvisatore a braccio.
    Un “forza Giocondo!” e chi può se lo guardi e faccia tifo per lui: lunedì rappresenterà tutta la Maremma sul canale nazionale.

    • rosenkrantz ha detto:

      In che mani, la Maremma!!!???….

    • braccagni.info ha detto:

      Quella di Giocondo in Rai da Magalli è sicuramente una notizia. Bella soddisfazione per Giocondo, sicuramente un personaggio della nostra Maremma, che non mancherà di sfoggiare qualche verso in ottava rima.
      Chi può si sintonizzi lunedì alle ore 11!!!

      • rosenkrantz ha detto:

        Contenti voi, ho terrificanti ricordi di messer Giocondo alle prese con la poesia estemporanea.

        • Ric ha detto:

          Personalmente sono contento che Giocondo Storai sia stato invitato ad una trasmissione Rai di ascolto primario anche perchè i poeti e stornellatori di Maremma, da qualche tempo a questa parte, ricevono consenso a livello nazionale. Su questo va dato merito a molti (incluso il Gruppo Tradizioni Popolari Galli Silvestro) che credono nelle tradizioni e nella cultura della nostra Maremma e soprattutto in quanti hanno lavorato al mantenimento di tali tradizioni popolari attraverso feste, riunioni, esibizioni, ecc. Non faccio nomi, immagino che molti capiscano.
          Riguardo qualche piccola critica, mettiamola da parte: lo Storai è come tanti poeti estemporanei un personaggio autentico che unisce alla passione di un terra il proprio lavoro di agricoltore e fa tutto questo solo per semplice piacere e non per lucro. Bravo Giocondo! Siamo molto contenti e tanti auguri per i tuoi 60 anni di matrimonio da parte della Piazza Virtuale di Braccagni!

        • Antonella ha detto:

          Caro Rosenkrantz,come ti permetti di parlare cosi del mi babbo,dovresti vergognarti di ciò che scrivi di una persona di 83 anni e con la morte di un figlio alle spalle.
          Sei te che non capisci niente di poesia..e non so in quale occasione hai potuto incontrarlo ma una persona cosi di sicuro l’avrebbe ignorata.
          Sciacquati bene la bocca prima di parlare.
          Ciaoooooooooooooooooooooo

          • rosenkrantz ha detto:

            Gentile signora, conosco personalmente lo Storai, non giudico l’uomo, ma il poeta sì.

          • Antonella ha detto:

            é arrivato Dante Alighieri..vorrei sentirle le tue di poesie..e poi lui le fa per piacere e avendo fatto solo la terza elementare mi sembra anche troppo.

          • Ric ha detto:

            Chiudiamo la polemica. Oggi è un giorno di festa per la famiglia Storai coronata dalla esibizione di Giocondo alla TV nazionale, cosa che è capitata (se ricordo bene) solo in occasione del Festival di Sanremo di qualche anno fa ma ad un gruppo di poeti. Direi che i poeti in ottava rima vanno ammirati per questa loro passione e bravura che va al di là dei loro studi e della loro carriera lavorativa. Sono bravi perchè sono gente semplice, lavoratori, agricoltori, operai e sanno colpire il cuore della gente forse meglio di tanti artisti famosi. Auguri alla famiglia Storai!!

  15. braccagni.info ha detto:

    Ore 12,30 su RAIDUE in onda le nozze di diamante di Ilia e Giocondo Storai. Sono stati proprio loro gli ospiti di Magalli nella nota trasmissione “I fatti vostri” in questa puntata dedicata a san Valentino. Ilia ha raccontato come ha conosciuto Giocondo, quando lei aveva tredici anni e lui diciannove e di mestiere faceva il buttero. Poi Giocondo si è lanciate in alcune ottave e Magalli ha fatto fatica a fermarlo riconoscendo però che “abbiamo capito che ha una bella vena poetica”.
    Sullo sfondo faceva bella mostra di sè un cartello “Buriano in festa per Giocondo e Ilia”.
    Una bella soddisfazione per Giocondo, che ricordiamo è ospite fisso alla Festa del 1 Maggio di Braccagni.

  16. roberto ha detto:

    Vogliamo bene a Giocondo e a tutto quel mondo fatto di tradizioni, ad iniziare dall’ottava rima, che lui rappresenta.

  17. Granocchiaio ha detto:

    Ho finito di vedere or ora la cassetta che Nello ha registrato per la partecipazione di Ilia e Giocondo alla trasmissione di Magalli.

    F A N T A S T I C I !
    A nome di tutta la Maremma: GRAZIE!

    È stata una partecipazione veramente superlativa per interpretare il giorno degli innamorati, il giorno di San Valentino. Giorno normalmente bistrattato e deformato alle più volgari leggi del consumismo e stamani invece grazie alla bravura di Magalli, ma anche e soprattutto dei coniugi Storai, tutti hanno interpretato in maniera profonda e vera il senso della festa.

    Io ho pianto e riso. Ho pianto quando Giocondo ha recitato con il suo inimitabile stile brandelli della sua infinita lode del suo amore verso Ilia. Ho riso quando la saggia e lucida Ilia ha diretto – meglio di un regista e di Magalli stesso – quel puledro mai ancora domo di Giocondo.
    Tenere Giocondo a bada è difficile anche a casa nostra, figurarsi in una trasmissione in diretta sul canale nazionale di Rai2! Stamani è stata lei il buttero della situazione, lei un po’ con piccoli ma decisi cenni della mano, qualche volta a mezza voce, qualche volta a voce intera, ha tenuto il morso del suo Giocondo. Proprio come si deve fare con i focosi cavalli maremmani.

    Mi sono chiesto se mai avevo visto in vita mia dei rappresentanti della Maremma più veri e bravi di loro. No non li avevo mai visti e credo che nessuno possa dire diversamente. Loro mi hanno fatto sentire finalmente di nuovo fiero di essere maremmano, maremmano in faccia al mondo!
    Certo che tenere un cavallo di razza buono e docile in uno studio televisivo non dev’esse facile per nessuno. E non tanto Magalli che da vecchio lupo di mare annusa subito la situazione, o anche per Ilia stessa che conosce e convive con quello spirito vivace ed estroverso. Ma anche e sopratutto per lui vero cavallo maremmano che nonostante l’età riesce a malapena a sostenere l’angusto spazio di uno studio.
    Come si può pensare di far stare a suo agio un cavallo maremmano in uno studio televisivo, o come si può pretendere che dispieghi le sua ali in volo l’airone bianco di Maremma?
    È per questo che sono ancora più vicino a Giocondo, per essere riuscito a contenere con dignità la sua prorompente vitalità. Anche se con l’aiuto determinante della sua metà……………….
    Ci sarebbe forse da dire due parole a chi inopportunamente ha voluto commentare a priori e a sproposito sue personalissime convinzioni. Ma in un giorno così bello e così alto non mi sembra proprio il caso di scendere così in basso.

    Cercherò di fare gli opportuni passaggi per avere quanto prima tutto l’intervento di Ilia e Giocondo per poterne godere con calma noi tutti.

    E ancora una volta devo dire ad entrambi GRAZIE, SIETE FANTASTICI.

    • Antonella ha detto:

      Grazie Roberto sei anche tu un omo fantastico..ti ringraziamo!! un abbraccio

    • Nello ha detto:

      Visto il lavoro, si fa pe dire, mettilo in rete.
      Bravo Ric a stemperare la polemica, ma non credo che sia da condannare Rosenkrantz, in fondo lui ha dato un parere critico sull’arte poetica di Giocondo e non sulla persona. Quanti sono che criticano anche i grandi poeti e non solo quelli in ottava rima, per cui, filosofeggiando, cara Antonella in un certo senso l’amico (mio e sicuramente anche del tu babbo) l’ha osannato ponendolo al pari dei Grandi.
      Conosco Giocondo e Ilia da sempre, ma mi ha sorpreso Ilia, che sembrava il mì socero, per come ha domato in trasmissione quel cavallo maremmano: lo teneva alla briglia, Betto con colpi (cazzotti al collo) ben assestati teneva al passo i cavalli bizzarri, lei invece con un pò di voce e qualche carezza alla mano (Peynet, o come si scrive, potrebbe prendere esempio)ha ottenuto lo stesso scopo.

  18. braccagni.info ha detto:

    Oggi su Il Corriere di Maremma, La Nazione e soprattutto su Il Tirreno ampio resoconto dell’apparizione televisiva dei coniugi Storai a “I fatti vostri”.

  19. Granocchiaio ha detto:

    Basta, basta così!

    L’impazienza di Giocondo, la calma lucida e serena di Ilia.
    Poi finalmente Giocondo a briglia sciolta, e poi diventa difficile frenare…..
    Ma Ilia che aveva punteggiato con, va bene, basta, ecc. con il suo definitvo: “Basta, basta così!” supera se stessa!

    Attenzione: causa vari passaggi dalla registrazione VHS e giù giù fino ad arrivare a Youtube il volume risulta essere un po’ basso: alzatelo voi a piacimento. Anche il canale destro audio non va troppo bene, ma così è!
    Un grazie a Nello Lolini che ha fatto la registrazione al volo, un grazie a Davide dell BF di Grosseto che ci ha reso il lavoro a tempo di record, ed infine uno speciale ringraziamento al mitico Flaminio (Enzo) che l’ha riversato su Youtube.

  20. braccagni.info ha detto:

    Grazie a chi in tempi rapidi ci ha fatto vedere il filmato dell’apparizione Tv di Giocondo Storai e la moglie Ilia.
    Si è potuto apprezzare la verve di Giocondo e consorte, che ha colpito anche Giancarlo Magalli, e soprattutto si è sentito parlare in Tv di Maremma, butteri, poesia a braccio, oltre alla loro storia di amore lunga 60 anni.
    Per chi ama questa terra un filmato da guardare con orgoglio.

    • mezzolitro ha detto:

      Che palle! Sempre la solita minestra:
      Maremma = butteri+poeti estemporanei+tortelli&cinghiale!
      I butteri saranno rimasti in tre, i poeti estemporanei si sopportano poco anche fra sè, ci rimangono le sagre ma ancora per poco perchè è in vista una legge tagliola, sicchè dovrete trovà altri clichè (stereotipo,frase fatta, luogo comune)pè rappresentà la Maremma al meglio!

      • roberto ha detto:

        Lo so che è un mondo non più attuale, lo so che è destinato a scomparire, ma è un mondo romantico e soprattutto è il mondo dal quale proveniamo e che non rinneghiamo. Anzi.

  21. braccagni.info ha detto:

    Avvistato in Tv un carro allegorico sfilare al Carnevale di Follonica con sopra dei “maggerini” con il loro tipico abbigliamento. Questa cosa ci lascia un po’ perplessi.

    • mezzolitro ha detto:

      Orrore!!!
      Sacrilegio!!!!
      Iconoclàstìa!!!!!!!!!!!!!!!!
      Al rogo i responsabili!!!!!!!!!!!!!!!!!
      E anche quelli che ridevano!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • roberto ha detto:

        In effetti l’uscita del Carro con i Maggerini ha suscitato anche l’attenzione del Corriere di Maremma che domenica ha paventato (scherzosamente) il trasferimento del Carnevale da Follonica a Braccagni, con tanto di foto della Festa del 1 Maggio al Campo della Fiera. Per quanto mi riguarda questa notizia ha suscitato una certa diffidenza, temevo che l’abbigliamento dei maggerini fosse scambiato per un costume. Vedendo però chi si è prestato a questa operazione, che riportiamo in calce, ossia i maggerini di Cura Nuova guidati dal poeta Sergio Cinci, allora ci tranquillizziamo. Probabilmente è stato un incontro tra due tradizioni: Carnevale e Maggio.

        La squadra del Re di Maggio dei Palazzi e La Cura, che anima il carro di carnevale, è formata da:
        Sergio Cinci (poeta), Sandro Cinci, Roberto Cinci, Sabrina Cinci, Elisabetta Gucci, Massimo Macchioni, Carla Arzilli, Pamela Capanni, Mauro Capanni, Florio Baldanzi, Cesare Boscaglia, Oriano Simoni, Fabio Demi, Andrea Leonetti.

  22. braccagni.info ha detto:

    3 marzo 2011: nel pomeriggio veglioncino mascherato all’Oratorio della Chiesa.

  23. braccagni.info ha detto:

    Andrea Morganti si è laureato con il massimo dei voti e la lode in Economia e gestione degli intermediari finanziari con una tesi su: “Implementazione di algoritmi di mactching per la risoluzione di problemi economici”. Davvero una bella soddisfazione per i genitori Pinuccia e Graziano.
    Complimenti anche dal nostro blog.

  24. braccagni.info ha detto:

    Complimenti anche a Iacopo Mascelloni che si è laureato in architettura con 110 e lode discutendo la tesi “La nuove terme di Roselle”.

  25. braccagni.info ha detto:

    Presto nuove performance televisive di Giocondo Storai!

  26. braccagni.info ha detto:

    Oggi pomeriggio il candidato a Sindaco Mario Lolini incontrerà la cittadinanza alle ore 18 a Montepescali presso i locali del Cento Anziani.

  27. braccagni.info ha detto:

    Stasera su Teletirreno alle 21,40 “A veglia con Argia”. Dovrebbe esserci (salvo variazioni di programma dell’ultima ora) Giocondo Storai e le sue poesie in ottava rima.
    Siamo stati proprio noi a suggerire ad Argia di ospitare in studio il vulcanico Giocondo.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.