Fiera del Madonnino dal 14 al 17 aprile 2011

Per la prima volta la manifestazione sarà anticipata rispetto alla data ormai classica che prevedeva il 25 di aprile come giornata di punta. Questo a causa delle festività pasquali che nel 2011 cadranno proprio in quei giorni. Per agevolare la partecipazione e garantire un miglior servizio, la fiera si svolgerà dal 14 al 17 aprile 2011, sarà una nuova esperienza che Grossetofiere affronterà con la sicura collaborazione degli espositori e la comprensione dei visitatori.

Ingresso al pubblico
La fiera avrà come orario di apertura pubblico dalle ore 9,30 alle ore 18,00.

Archiviato in: LE MANIFESTAZIONI

Tag:

RSSNumero commenti (17)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. braccagni.info ha detto:

    L’evento più atteso in provincia di Grosseto, la Fiera del Madonnino, quest’anno anticiperà il suo svolgimento di una settimana. Aprirà i cancelli giovedì 14 per concludersi domenica 17 aprile. “La scelta – sostiene il presidente di Grossetofiere Riccardo Breda – è stata obbligata in quanto la consueta settimana di svolgimento (quella che comprende la festività del 25 Aprile) coincide quest’anno con la Santa Pasqua. Per il resto nessun cambiamento con un target che rimane identico, consolidato e di successo”.

    Ed il successo ancora una volta si legge sfogliando il lungo elenco degli espositori che anche per questa 33° edizione ha fatto registrare il “tutto esaurito”. Tra i settori in primo piano ancora una volta l’agricoltura che conferma una presenza massiccia in fiera e tante novità. “Quando un evento simile ogni anno conferma, anzi incrementa, il suo gradimento e successo in termini di aziende partecipanti ed espositori – sottolinea Breda – rende superflue le parole. La grande manifestazione di aprile è considerata uno dei classici e più attesi appuntamenti della primavera in Maremma e certamente la più grande esposizione della Toscana che ogni anno richiama in Maremma migliaia di visitatori”.

    Le strutture del Centro Fiere del Madonnino (che ricordiamo proprio la settimana scorsa hanno accolto “Giardini di Marzo” la fiera del florovivaismo mediterraneo, è in grande fermento per l’allestimento dei tantissimi stand e strutture che ospiteranno come di consueto una infinità di settori merceologici. Oltre 350 espositori nelle ultime edizioni e 50mila visitatori di media sono infatti i numeri che la distinguono e la qualificano come “evento dell’anno”.

    Alla Fiera del Madonnino vi si può trovare di tutto, dall’abbigliamento, dall’agro-alimentare, attrezzature e articoli per il commercio, giardinaggio, hobbistica, arredamento, oggettistica, auto, moto, elettronica, videogames, Tv, elettrodomestici, terziario innovativo ecc. La fiera sarà aperta dalle ore 9 alle 18,30. Costo del biglietto 7 euro e parcheggi gratuiti.

    Per informazioni si può contattare la segreteria di Grossetofiere Spa allo 0564/418783 (fax. 0564/425278) e-mail info@grossetofiere.it

  2. braccagni.info ha detto:

    Giovedi 14 aprile
    9,00 – 18,00 apertura al pubblico
    10,30 Inaugurazione Ufficiale alla presenza delle autorità locali
    Venerdì 15 aprile
    9,00 – 18,00 apertura al pubblico
    9,00 – 13,00 Sala Conferenze Centro Fiere
    Progetto “Bevo Latte Fresco e me ne vanto” – organizzato dal Consorzio Produttori Latte Maremma in collaborazione con il Circolo Festambiente di Legambiente cerimonia di presentazione del progetto e premiazione degli elaborati realizzati dalle scuole partecipanti
    Sabato 16 aprile
    9,00 – 18,00 apertura al pubblico
    Domenica 17 aprile
    9,00 – 18,00 apertura al pubblico
    10,00 – 13,00 Sala Conferenze Centro Fiere
    “Agriturismo: in scena con tutti i sensi” – convegno organizzato da Turismo Verde Cia Grosseto nell’ambito della 5° Giornata Nazionale dell’Agriturismo a conclusione del convegno aperitivo e degustazione di prodotti tipici offerto e servito da Aziende Agrituristiche

    18,30 – chiusura ufficiale della manifestazione
    PIANO SUPERIORE PADIGLIONE IN MURATURA
    Esposizione permanente: Mercato dei Produttori Filiera Corta Valorizzazione Produttori Agricoli Toscani. Dal Produttore al Consumatore le qualità delle produzioni locali della Maremma
    Grossetofiere
    Via Mameli, 17 – 58100 Grosseto
    tel: 0564 418 783 – fax: 0564 425 278
    P.I. e C.F. 01074240530
    R.E.A. N°83310- CAP. SOC. I.V. € 3.195.168,57
    e-mail: info@grossetofiere.it

  3. Tiziana Tanzi ha detto:

    Ciao. Scusami ma cos’è questo centro di promozione sociale? come posso fare ad avere anch’ io il biglietto per la fiera a 4 euro? Grazie.

  4. Nello ha detto:

    Per Tiziana.
    Il Centro di Promozione Sociale altri non è che il vecchio Centro Anziani. La differenza sostanziale che ha portato alla nuova definizione è che prima occorreva essere over sessanta anni (poi scesi a quaranta) adesso basta essere maggiorenni per essere iscritti e, di conseguenza, poter usufruire dei vantaggi ad esso riservato. Potrai avere ulteriori informazioni presso la sede del Centro e altre notizie con iniziative fino ad oggi prese selezionando nelle categorie ( sulla destra in fondo della prima pagina) “Gli Anta” di questo blog.
    Il C.P.S. “Gli Anta” di Braccagni ha, attualmente, la sede in via Aureklia Sud, 1 ( nei locali ex Circoscrizione) tel. 0564/329342.
    Presto la Sede verrà spostata in Via dei Garibaldini (ex asilo).

    Per i biglietti Fiera.
    Per richiedere i biglietti scontati bisogna presentarsi presso la Sede di via Aurelia Sud dalle 20.30 alle 22.00 da luinedì 11 fino a sabato 16 Aprile. Verrà rilasciato un tagliando al costo di 4,00€ (anzichè 7,00€) da presentare alle casse per ottenere il biglietto definitivo senza aggiunta di ulteriori oneri. Per i residenti fuori Braccagni i tagliandi possono essere ritirati in orari da concordare previo accordi.

  5. braccagni.info ha detto:

    MAREMMA WINE SHIRE FA TAPPA LA MADONNINO
    Maremma Wine Shire fa tappa al Madonnino
    Sarà presente con uno stand promozionale al centro fieristico a Braccagni Maremma Wine Shire sarà presente alla 33esima edizione della fiera del Madonnino con uno stand promozionale dell’evento che si svolgerà al centro fieristico a Braccagni dal 21 al 23 maggio. Il salone dei vini della Maremma toscana, è un progetto ideato e promosso dalla Camera di commercio di Grosseto, in collaborazione con GrossetoFiere e con il sostegno di Banca della Maremma. Appassionati, importatori, buyer nazionali ed internazionali, operatori del settore, giornalisti e opinion leader incontreranno a maggio le aziende che parteciperanno alla seconda edizione di Mws, attraverso la degustazione delle proprie produzioni. All’interno dello stand espositivo “Maremma Wine Shire”, sabato 16 e domenica 17 aprile al Madonnino, saranno raccolti fondi a favore dell’associazione Parent Project onlus, nata da genitori con figli affetti da distrofia muscolare Duchenne e Becker.

  6. roberto ha detto:

    Per la prima volta nei suoi 33 anni di storia la Fiera del Madonnino anticipa di una settimana la sua apertura e non comprenderà l’ormai tradizionale giornata del 25 aprile. «La concomitanza con le festività pasquali – ha detto ieri il presidente di Grossetofiere, Riccardo Breda, nel corso della conferenza stampa di presentazione – ci ha costretti ad anticipare di una settimana».
    Da giovedì 14 a domenica 17 l’area espositiva del Madonnino di Braccagni si vestirà a festa con i suoi 350 espositori che ancora una volta hanno decretato il “tutto esaurito” in fatto di spazi: 40mila mq di superficie divisi tra 187 aziende della provincia, 84 dal resto della Toscana e 79 da altre regioni con 185 gazebo, 4 tensostrutture e due padiglioni. «I partecipanti del settore agricolo quest’anno – ha detto Breda – hanno investito molto in quest’edizione e, nel rispetto della natura stessa della fiera, abbiamo accettato di destinare loro più spazi. Mi preme sottolineare il fatto che quest’anno, per la prima volta, sarà presente anche uno stand dell’azienda leader del settore movimento terra, la New Holland, e quello dell’Unacoma, Unione Nazionale Costruttori Macchine Agricole con la quale è allo studio un importante accordo professionale». Un’esperienza da cogliere al volo, sia per chi potrà attirare in futuro nuovi espositori, che per gli imprenditori che acquisiranno un importante bagaglio di conoscenze professionali. «Purtroppo quest’anno non potremo ospitare la Mostra della Razza Chianina che si terrà in occasione della sua 50ª edizione in Umbria».
    A margine della 33ª edizione della fiera due eventi interessanti si terranno nella sala conferenze del Centro Fiere: la premiazione del progetto per le scuole “Bevo latte fresco e me ne vanto” promosso dal Consorzio Produttori Latte Maremma e da Legambiente ed il convegno “Agriturismo: in scena con tutti i sensi” organizzato da Turismo verde Cia, senza dimenticare la mostra mercato dei produttori della filiera corta maremmana. Il prezzo d’ingresso è invariato (7 euro), parcheggi gratuiti e servizi come baby parking, info-point, punti ristoro, pronto soccorso.
    Confermato, inoltre, il servizio di bus navetta da e per la fiera con partenza dalla stazione di Grosseto dalle ore 9 alle 16 e ritorno dalle 11,30 alle 19,30 con cadenza oraria. Le fermate sono: via Emilia, Senese-Curiel, Ospedale, Fiera e viceversa.
    Interessante il dato che il direttore di Grossetofiere, Carlo Pacini, ha reso noto ieri. «La Fiera del Madonnino – ha detto – rappresenta oggi il 46% delle entrate finanziarie di Grossetofiere; solo tre anni fa rappresentava l’80% del fatturato generale. Questo – ha sostenuto Pacini – dimostra come la diversificazione delle fiere abbia consentito di svincolare la società da una “dipendenza” quasi cronica da questo evento, cogliendo nelle altre mostre nuove opportunità di crescita. Il Madonnino, comunque, rimane la fiera leader della società su cui continueremo a lavorare per arricchirla».
    Per informazioni si può contattare la segreteria di Grossetofiere Spa allo 0564/418783 (fax. 0564/425278) e-mail info@grossetofiere.it.

  7. marco ha detto:

    la fiera del madonnino è la piu grande nelle provincia d grosseto io ci vado tutti gli hanni

  8. Ric ha detto:

    La Rama Mobilità S.p.A. comunica che in occasione della Fiera del Madonnino che si terrà dal 14 al 17 aprile al Madonnino di Braccagni è istituito un servizio di bus navetta gratuito da e per la Fiera stessa. Ecco il testo del comunicato emesso da Rama Mobilità:
    “Navetta gratuita Fiera del Madonnino 14-17 aprile 2011
    Dal 14 al 17 aprile, in occasione della Fiera del Madonnino, sarà a disposizione una navetta gratuita con partenze da Grosseto FS ogni 60 minuti dalle ore 9.00 alle ore 16.00 e dalla Fiera ogni 60 minuti dalle 11.30 alle 19.30.
    Le fermate effettuate saranno le seguenti:
    – Grosseto FS
    – Via Emilia
    – Via Senese – Curiel
    – Via Senese – Ospedale
    – Fiera
    Nei giorni di sabato 16 e domenica 17 inoltre, sarà attivato un ulteriore servizio di navetta, con gli stessi orari, che collegherà la Fiera con il parcheggio allestito in zona agroindustriale a Braccagni (strada Aurelia vecchia, circa un chilometro a nord della Fiera).”

    Fonte: Rama Mobilità http://www.griforama.it/notizia.asp?ID=370

    • mezzamestola ha detto:

      Il servizio della Rama è molto utile, ma mi chiedo che cosa intende Rama Mobilità per zona agroindustriale a Braccagni a circa un Km dalla fiera?… saranno mica i campi dello spiga?… chi si informa?

  9. braccagni.info ha detto:

    Prime due giornate caratterizzate da tempo incerto ma che hanno comunque fatto registrare un afflusso di visitatori nella media. Da domani si inizia a fare sul serio. La 33° edizione della Fiera del Madonnino entra nel vivo con la giornata di sabato e avrà il suo clou in quella festiva di domenica quando, storicamente, si registra il picco più alto di visitatori.
    Per agevolare la partecipazione e garantire un miglior servizio anche in questi due giorni prosegue il servizio di bus navetta da e per la fiera con partenza dalla stazione di Grosseto dalle ore 9 alle 16 e ritorno dalle 11,30 alle 19,30 con cadenza oraria. Le fermate sono: via Emilia, Senese-Curiel, Ospedale, Fiera e viceversa. Le tre casse sono aperte con orario continuato dalle ore 9 alle 18 ed il prezzo d’ingresso è di 7 euro.
    La Fiera del Madonnino è un evento che ogni anno conferma, anzi incrementa, il suo gradimento e successo in termini di aziende partecipanti ed espositori, rende quasi inutili le parole. La grande manifestazione di aprile è considerato uno dei classici e più attesi appuntamenti della primavera in Maremma e certamente la più grande esposizione della Toscana che ogni anno richiama in Maremma migliaia di visitatori.
    Oltre 350 espositori nelle ultime edizioni (l’ultimissima ha fatto registrare il record con 390 aziende partecipanti in totale!) e 50mila visitatori di media sono i numeri che la distinguono e la qualificano come “evento dell’anno” in Toscana. Alla Fiera del Madonnino vi si può trovare di tutto, dall’abbigliamento, alla zootecnia, dall’agro-alimentare, attrezzature e articoli per il commercio, giardinaggio, arredamento, oggettistica, auto, moto, elettronica, videogames, Tv, elettrodomestici, terziario innovativo ecc.
    Per informazioni si può contattare la segreteria di Grossetofiere Spa allo 0564/418783 (fax. 0564/425278) e-mail info@grossetofiere.it.

  10. Nello ha detto:

    Eureka, quest’anno non ci sono state file Kilometriche per andare in Fiera.
    Non so se questo sia dovuto all’organizzazione, ad occhio mi sembrava che fosse come gli altri anni, non so se i visitatori in auto (io come quasi sempre sono andato a piedi) siano stati più educati, spero solo che ciò non sia dipeso dalla crise, si sente tuttora, e quindi meno persone.
    Aspettiamo i dati

    • roberto ha detto:

      Chissà se il Granocchiaio commenterà. Qualche voce cmq riferisce di una diminuzione di presenze, vedremo.

      • mezzolitro ha detto:

        Per la prima volta, da quando c’è la fiera, Olmini compreso…, non sono andato.
        Ho avuto un impegno improvviso e quindi niente panino cò la porchetta, niente assaggio di vini assortiti, formaggi, dolci, mi manca molto anche il tocco di mortadella gigante che tutti l’anni mi portavo a casa pè sgranocchialla con comodo; che dire, mi scoccia molto anche aver mancato l’occasione di incontrare centinaia di persone che conosco da anni e che in genere ho poche altre occasioni di incontrare.
        Di sicuro mi rifarò col Mremma wineshire o come si scrive…

  11. Tancredi fu Braccagni ha detto:

    Il Granocchiaio so chi è, ma non lo conosco personalmente, lo leggo, ma non mi pare abbia mai commentato questa o altre Fiere. Ma se ti aspettavi quello che ad ogni manifestazione cerca di fare le sue piccole osservazioni, nel bene e nel male, eccomi.

    I due cartelli con divieto di accesso all’entrata del parcheggio sono stati tolti!
    Ottimo, io li avevamo segnalati come curiosità tutta italiana in occasione dei Giardini di Marzo.

    Il viale di accesso dal parcheggio all’entrata è rimasto imbrecciato malamente e scomodissimo – specie per le donne – per via del breccione di Moscona assai tagliente. Però per scavalcare uno scalino di una quindicina di centimetri è stato messo un miniscivolo per cui almeno teoricamente l’accesso ai diversamente abili pare assicurato. La pericolosa buca vicino ad un tombino è stata neutralizzata perché ci esponeva con la sua mercanzia un vu’ cumpra’.
    Maluccio, buona la pedana scavalca cornicione, ma per il resto è tutto come prima.

    All’interno segnaletica inesistente come gli altri anni.

    I servizi igienici pochi e come in molte (troppe) altre Fiere e manifestazioni italiane, anche più grandi, c’è sempre la fila per fare il bisognino. In particolare il settore per le donne è sempre super affollato. Questo non è né buono né giusto. Alle dieci di mattina lo sciacquone era rotto e mancava il coperchio della cassetta dell’acqua: questo vuol dire che era rotto almeno fin dal giorno prima e nessuno l’ha riparato.

    In compenso fuori dallo stabile sono comparse alcune panchine per un momentaneo riposo. Poche ma ci sono. Alle dieci e mezza di mattina erano già quasi tutte occupate.

    La regina di ogni Fiera, cioè la porchetta, c’era in tutto il suo splendore. Un panino con l’irresistibile porco arrostito pagato 4 euro. Non poco, ma guardandosi attorno, c’è di peggio. Per esempio per due bottigliette di acqua minerale da mezzo litro ho pagato con tanto di scontrino fiscale 2 euro che a me pare proprio un’esagerazione.

    Per la curiosità ed il rammarico di “mezzolitro” la mortadella gigante c’era ma io non la amo troppo. In compenso cerca una ciclopica soppressata che sono stato costretto ad assaggiare. Colpa della gola.

    Gli espositori? Tutti con delle facce assai perplesse a guardare la folla infreddolita da un gelido e impertinente freddo nordico. In compenso c’era il viale a sinistra dell’entrata che per tutta la sua lunghezza mostrava stufe, stufette, caldaie, caminetti e affini e credo che da ultimo, porchetta a parte, siano stati gli stand più frequentati.

    Gli afflussi? Dopo un via stentato la domenica ci siamo rifatti alla grande. Nonostante il vento gelido della mattina. Affari d’oro per il resto. Almeno si spera.
    E se no, tutti al prossimo MAREMMA WINESHIRE. Vedi mezzolitro come si scrive Maremma? Perché te Wineshire l’avevi scritto bene, ma la Maremma no.

  12. braccagni.info ha detto:

    Bene anche la 33a Fiera del Madonnino.

    “Per la prima volta nella storia del Madonnino la Pasqua ci ha fatto anticipare le date di una settimana – ha dichiarato alla chiusura dei cancelli il presidente di Grossetofiere, Riccardo Breda – e così facendo abbiamo potuto usufruire di un solo giorno festivo, la domenica. Nonostante questo il pubblico ha risposto come da tradizione in maniera positiva, anche se i numeri sono inevitabilmente leggermente inferiori rispetto alla media. L’organizzazione ha migliorato la disposizione degli spazi all’interno del centro fiere e ha cercato di dare maggiore attenzione ai servizi offerti”.

    L’ulteriore conferma del successo di questa ultima edizione arriva direttamente dagli imprenditori. Nonostante la crisi non accenni al momento a mollare la presa anche sull’economia maremmana, sono stati numerosi gli apprezzamenti degli standisti che sono arrivati a Grossetofiere, come molteplici sono già oggi le conferme di partecipazione per l’edizione del 2012.

    “La società si appresta adesso – ha ricordato il presidente Breda – a vivere un altro momento di forte promozione per il territorio: la seconda edizione di “Maremma Wine Shire” (21-23 maggio) il salone del vino tutto Maremmano organizzato da Grossetofiere e Camera di Commercio: un evento che promette ancora una volta tante novità”.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.