10 aprile 2011: tornano i poeti a Ribolla

Come ogni anno, da ormai 19 anni si ripete il consueto raduno di poesia estemporanea di Ribolla che vede presenti numerosissimi partecipanti tra poeti Toscani e Laziali. Quest’anno interverranno tra gli altri la cantante Silvana Pampanini e Silverio, il gruppo dei Maggerini Torelli Maremmani di Ribolla che canteranno in onore del Cantastorie Bargagli.
L’ingresso è libero, l’associazione offrirà un rinfresco durante la manifestazione e il contributo delle offerte sarà devoluto in beneficienza.
Ci auguriamo una ampia partecipazione di pubblico per questo evento che da anni mantiene viva questa tradizione!

Archiviato in: LE MANIFESTAZIONI

Tag:

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. braccagni.info ha detto:

    Domenica 10 Aprile 2011 a partire dalle ore 14,30, nella sala Arci di Ribolla, avrà luogo l’appuntamento annuale con i poeti estemporanei. L’arte dell’improvvisar cantando è un’arte popolare che tocca le vette alte della fantasia e della creatività e in molti casi ha rappresentato una forma di riscatto sociale e di denuncia politica.
    La poesia a braccio non si recita, si canta all’improvviso. È frutto dell’esperienza e dipende dai poeti che la creano dando prova delle capacità espressive, ma soprattutto di un modo di “stare” in questa società dei consumi con modalità legate la passato eppure ancora fortemente suggestive
    Definita da Vasco Cai di Bientina “L’arte del dire”, l’ottava rima improvvisata è stata usata nel mondo contadino ed operaio in opposizione alla cultura scritta.
    Oggi i “raduni” dei poeti estemporanei sono sempre più rari e soprattutto, rispetto al passato, sono cambiate le modalità: si sale sul palco, si amplifica la voce, si viene registrati o ripresi dalla TV… L’appuntamento annuale di Ribolla, che si ripete dal 1992, offre un modo ancora tradizionale di godersi l’ottava rima.

    La manifestazione promossa dal Circolo Culturale “Sergio Lampis di Ribolla”, dal Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane e dall’Archivio delle Tradizioni Popolari della Maremma, è patrocinata dalla Provincia di Grosseto e dal Comune di Roccastrada e vedrà la partecipazione di oltre venti poeti provenienti dalla Toscana e dal Lazio.
    La festa di Ribolla consente di gustarsi una giornata diversa fatta di parole cantate e da un modo di comunicare che, con i poeti a braccio, riserva ancora grandi sorprese. Basta ricordare che i “Contrasti” (cioè gli argomenti su cui i poeti improvvisano) vengono richiesti dal pubblico presente.

    In questa manifestazione la partecipazione dei poeti e del pubblico è cresciuta notevolmente; capitano esperti, ricercatori e appassionati dell’improvvisazione poetica da molte parti d’Italia e spesso la manifestazione ha dato adito a ricerche universitarie con tesi di laurea sull’argomento dell’ottava rima. La forza comunicativa della poesia estemporanea ha oltrepassato le frontiere tanto che oggi si parla di un importante riconoscimento di questa forma culturale come patrimonio universale dell’umanità da parte dell’UNESCO.

    Una giornata all’insegna dell’improvvisazione poetica è sicuramente una giornata diversa fatta di parole cantate e da un modo di comunicare assolutamente sorprendente e quella di Ribolla è divenuta l’occasione giusta per conoscere un pezzo autentico della Maremma che non si limita a far vedere le bellezze del paesaggio ma ci fa intravedere l’entroterra culturale che fa da sfondo ai caratteri culturali di questa terra antica. L’ingresso è libero.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.