Concorso Maitre dell’anno 2011

Diego Marino

Pietro Romeo


Marco Macchi


la flambatura del Maitre Giorgio Geracitano

 

 

ANATRA IN SALSA ETRUSCA

PETTO D’ANATRA ALLA GRIGLIA CON SALSA ALLA FRAGOLA E ACETO BALSAMICO

PETTO D’ANATRA AL VINO ROSSO SYRAH DELL’ISOLA D’ELBA FUNGHI E CIPOLLINE

QUAGLIE CON RISO PILAF SU VELLUTATA FI ASPARAGI

la Prof.sa Sonia Capperucci con il Maestro Maitre Adriano Brandi premia il Maitre Marino Diego

i quattro Maitre partecipanti

l’umile cronista in veste di esperto gastronomo…………

Archiviato in: IL MANGIARE ED IL BERE

RSSNumero commenti (2)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Concorso Maitre dell’anno 2011

    Si è svolto ieri venerdì 8 aprile 2011 presso l’Istituto Professionale Alberghiero di Grosseto la selezione provinciale per il concorso “Maitre dell’anno 2011” organizzato dalla Delegazione di Grosseto guidata dal Maestro Maitre Adriano Brandi

    Il Regolamento del Concorso nazionale prevedeva per questa prova – e per tutto il territorio italiano – il tema “VOLATILI”
    La prova prevedeva che il volatile fosse preventivamente cotto in cucina e poi tranciato dal Maitre e terminato alla lampada, cioè il fornello da tavolo con il quale viene dato il finissaggio al piatto con l’eventuale flambatura.

    Ha aperto la prova il
    Maitre Giorgio Geracitrano che ha presentato la sua “ANATRA IN SALSA ETRUSCA” abbinandola ad un Morellino di Scansano D.O.C.G. 2008

    Seguiva poi il
    Maitre Pietro Romeo con il suo “PETTO D’ANATRA ALLA GRIGLIA CON SALSA ALLA FRAGOLA E ACETO BALSAMICO” e in abbinamento il Brenntal Gewurztraminer 2007

    Era la volta poi del
    Maitre Marco Macchi che ha presentato “PETTO D’ANATRA AL VINO ROSSO SYRAH DELL’ISOLA D’ELBA FUNGHI E CIPOLLINE” abbinato ad un Syrah dell’Elba

    Infine il
    Maitre Marino Diego chiudeva la serie con le sue “QUAGLIE CON RISO PILAF SU VELLUATTA DI ASPARAGI” abbinato ad un Pinot Nero dell’Alto Adige

    Ed era proprio il Maitre Marino Diego ad aggiudicarsi il primo posto della prova eseguita. Questi parteciperà alle finale regionale che a sua volta fornirà con il vincitore il finalista toscano alla finale nazionale del premio

    Alla prova grossetana hanno partecipato in qualità di giuria la signora Enrica Guidi del ristorante Miramare di Castiglioni della Pescaia, il delegato A.I.S. di Grosseto Giovanni Prisco, la professoressa Sonia Capperucci dell’Istituto Alberghiero e il Gran Maestro Maitre d’Hotel Armando Ghisolfi
    Anche il vostro cronista aveva l’onore di far parte della giuria in qualità di Esperto Gastronomo ed ha potuto quindi valutare la professionalità di tutti i partecipanti nonché valutare la qualità dei piatti, cosa per cui era stato chiamato.
    Ha vinto meritatamente la gara il Maitre Marino Diego con le sue quaglie con riso pilaf su vellutata di asparagi una spanna più in alto dei concorrenti a mio giudizio grazie anche alla maggiore succosità delle carni e quel pizzico di sapidità mitigata dal riso pilaf e dalla vellutata. Un piatto non facilissimo e ben eseguito. Buono l’abbinamento con il Pinot Nero.

    Il vostro cronista ha tenuto ad elogiare pubblicamente e particolarmente il piatto di Pietro Romeo con “PETTO D’ANATRA ALLA GRIGLIA CON SALSA ALLA FRAGOLA E ACETO BALSAMICO” ed in particolare l’azzeccato abbinamento di un Gewurztraminer 2007 quanto mai adeguato con i suoi aromi e speziatura acida che ben faceva spalla alla salsa di fragola.

    Una bella esperienza ed una prova di professionalità in un campo così importante per il nostro territorio dove purtroppo non sempre i bei luoghi sono accompagnati dalla professionalità che occorrerebbe.
    Un Bravo! a tutti

  2. emanuela ha detto:

    Conosco Diego da tanti anni ormai. E’ una brava persona che ama il suo lavoro. Lo fa con molta passione e bravura. E’ sempre disponibile col sorriso sulle labbra. Gli auguro che i suoi tanti anni di esperienza gli aprino portoni nuovi verso continue soddisfazioni personali.
    Diego sei un grande !!!! Spero tu faccia molta strada… te lo meriti.
    Ciao
    Manu

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.