meteo a Braccagni, in Maremma, e nel resto della Toscana

Arcidosso innevato

 

Archiviato in: LA NOTIZIA

RSSNumero commenti (30)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Meteo Toscana: con le grandi piogge di ieri è definitivamente archiviato l’incubo siccità

    E’ un dicembre piovosissimo in Toscana, che sta compensando i deficit pluviometrici quantomeno dello scorso novembre, in cui la Regione (insieme a Marche e Romagna) era arrivata sull’orlo di una drammatica siccità.

    In molte località della Regione in questi primi 13 giorni del mese sono caduti oltre 150/200mm di pioggia, e ha piovuto in modo molto esteso su tutto il territorio, dalle Apuane alla Maremma, dal litorale alle zone interne. Le piogge non sono state quasi mai violente, ma costanti e moderate. Una manna per ilterreno.

    Solo ieri sono caduti 95,2mm Braccagni (GR), 81,4mm Argiano (SI), 66,4mm Montalcino (SI) e 64,4mm Piisa città. Queste sono state le località più piovose.

    da http://www.meteoweb.eu/ 14 12 2011

    • Roberto Spadi ha detto:

      Effettivamente questa pioggia ha rimesso le cose a posto per l’agricoltura, per fortuna, perchè era già cominciato il piagnisteo dei contadini;
      però, come sempre c’è un però, nel primo pomeriggio, al ponte sulla Bandinella sulla strada comunale delle Versegge, mancavano una decina di centimetri all’esondazione e sarebbero stati c…zi un’altra volta; per fortuna la pioggia più intensa non è arrivata fino alle falde di Roccastrada, altrimenti non ci sarebbe stato scampo, comunque noi della zona, come sempre stiamo in campana e con una serie di sms ci siamo scambiati informazioni in tempo reale e visto che tutto andava per il meglio alle 14.00 siamo andati a mangiare in tranquillità.
      Devo anche sottolineare che questa pioggia ha già collaudato le nuove opere idrauliche fatte al Madonnino, i famosi “buchi” sotto l’Aurelia nuova e i collettori conseguenti, per onestà devo dire che fino a quando non avrò “intervistato” Angiolino Soldati il giudizio resta sospeso!

  2. nello ha detto:

    Sempre ieri a Braccagni s’è riproposto il problema: viene giù un pò di pioggia e si rischia grosse. Dalle 14.15 alle 14.45 la Pellegrini ha chiesto insistentemente di venirsi ad allenare nelle piscine di via Adreoli e viale Garibaldini.
    Solo una osservazione al Granocchiaio. Io quei valori li ho ricavati da CFR Toscana (il sito della Protezione Civile), può darsi che la fonte sia la stessa, nel qual caso ti segnalo che il riferimento Braccagni è la stazione meteo posta in zona Monte Lattaia (me lo disse un responsabile provinciale e penso sia alla fattoria in quanto è a 53 m slm), e lì sembra che sia piovuto anche meno.

  3. Ric ha detto:

    Attenzione! Possibile nevicata questa sera sulle coste tirreniche del centro Italia. Il nostro partner di metereologia IlMeteo.it ci informa che a sorpresa entra una perturbazione fredda che colpirà la Sardegna e poi si dirigerà verso le coste della Toscana. Possibilità di rovesci nevosi anche a bassa quota con eventualità di perturbazione nevosa anche tra la Notte di Natale e giorno di Natale.
    Daremo i comunicati mano mano che arrivano.

    • mezzolitro ha detto:

      Natale da cartolina? Non sò se esse contento o no, nel senso che:
      è meglio avere il panorama imbiancato, fare a pallate e costruì un bel pupazzo cò i bimbi, ecc…;
      oppure slittare cò le macchine ‘un pò dappertutto, sacramentare mentre ripari i tubi di pvc degli abbeveratoi, ecc…?

  4. Ric ha detto:

    Mentre piogge interessano per venti da nord ancora il Molise con neve a 300m, e rovesci colpiscono il nord Sicilia e la Calabra, e mentre venti forti da nord contro le Alpi provocano nevicate sui confini con tanta neve in Val d’Aosta, a sorpresa giunge una nuova perturbazione con maltempo entro il pomeriggio sulla Sardegna. ATTENZIONE: nel pomeriggio e serata maltempo dalla Sardegna con neve a 500m verso il Tirreno, con rare piogge sin verso coste del Lazio e della Campania, peggiora con maltempo sula Sicilia da ovest verso est. Nella notte nubifragi dal Tirreno verso Sicilia e poi Calabria entro mattina

  5. mezzolitro ha detto:

    A proposito, non per me, ma è vero che è obbligatorio avè le catene a bordo di ogni autovettura?

    • Ric ha detto:

      Si: attenzione la Stradale ferma le auto anche in strade che “teoricamente” non dovrebbero essere interessate da nevicate come l’Aurelia, ma percorrere la Grosseto – Siena significa essere fermati per mostrare la presenza di catene a bordo. Quelli che hanno pneumatici da inverno montati ovviamente non hanno problemi. La mancanza di catene a bordo implica una sanzione di 80 euro e 4 punti in meno sulla patente; quindi occhio!

  6. Ric ha detto:

    Visto che manca poco a Natale, ci si chiede come sarà il tempo domani 24 dicembre, Vigilia di Natale e domenica 25, Natale.
    Per Sabato 24 dicembre un nuovo impulso d’aria fredda raggiunge l’Italia. Veloce peggioramento su parte del Nord al mattino, che si farà sentire soprattutto al Centrosud, con rovesci anche nevosi a quote via via più basse. Venti settentrionali in rinforzo. Al mattino nubi e piogge sparse sulla Toscana e Nord Appennino con qualche nevicata a 1500 m; più asciutto e con schiarite altrove. Peggiora rapidamente dal pomeriggio per il sopraggiungere da Nord di un fronte freddo, con piogge e rovesci diffusi un po’ ovunque, eccetto ancora il Molise e il Sud Abruzzo, e nevicate tra i 900 e i 1300 m.; Migliora la sera su Nord Toscana, peggiora, invece, sul medio Adriatico e sul resto dei settori, con rovesci, temporali diffusi e nevicate in ulteriore calo mediamente tra 600 e 1100 m. La notte migliora anche sul Nord Lazio, continuano piogge e temporali altrove, soprattutto sui settori adriatici e appenninici con neve a 500/900 m. Temperature in temporaneo aumento specie nei valori minimi, massime comprese tra 7 e 11° in pianura; dalla sera nuovo generale calo. Venti forti da N/NO sui bacini tirrenici, moderati con rinforzi di Tramontana sul medio e alto Adriatico, moderati con rinforzi da E/NE sui settori interni appenninici.
    Il giorno di Natale ATTENZIONE: maltempo la sera su tutto il Centro e la Campania, forte maltempo su Marche, Abruzzo ancora piogge su Romagna, neve a 500 m. sulle Adriatiche, 6/700m sul Lazio con forte peggioramento e temporali dal Lazio verso Campania, Foggiano, Lucania, nord Sicilia e tutto il sud entro la notte e neve a quote via via più basse.

  7. Ric ha detto:

    MALTEMPO IN ARRIVO Il nostro partner Ilmeteo.it ci informa che per domenica 29 si instaura un vortice depressionario centrato tra la Corsica e le coste della Toscana settentrionale. Ciò provocherà un arrivo di venti freddi russo-balcanici che porteranno neve anche nelle coste nord della Toscana e comunque neve su quasi tutto il nord Italia. Rimaniano in attesa anche, purtroppo, per le operazioni di pompaggio di carburante dal Costa Concordia all’Isola del Giglio sperando che non vengano ostacolate.

  8. Ric ha detto:

    ALLARME MALTEMPO Il nostro partner di metereologia ci informa: “IN ARRIVO in tutta EUROPA una freddissima fase invernale. OGGI maltempo tra le Isole Maggiori, forte sulla Sicilia, maltempo al sud e neve sulle Adriatiche tra 100 e 600m. Poi tra MARTEDI -MERCOLEDI nuova perturbazione, vortice sul Tirreno, maltempo, aria gelida dalla Valle del Rodano e da nordest al suolo di origine siberiana: tanta neve al centro, nordovest nelle prime ore, poi Emilia Romagna, infine tanta a 4-500m al sud. GIOVEDI-VENERDI e SABATO nuovo vortice al centrosud, aria siberiana che entra al nord con Bora, neve sulle Adriatiche-Romagna e bassa quota al sud, basso Lazio, e a 300m sulle Isole Maggiori fino in pianura in Sardegna tra Sabato e Domenica. DOMENICA temperature fino a -10/-15 al nord, neve sulle Adriatiche, sud e in pianura in Sardegna anche.” Rimaniamo in attesa di informazioni più dettagliate.

  9. Ric ha detto:

    ALLARME NEVE Si aggiorna la situazione alle ore 08:33 riguardo il maltempo in arrivo (fonte: Ilmeteo.it): “Attenzione: Si scava nel pomeriggio-sera una circolazione depressionaria con minimo anche profondo sul Tirreno-Corsica proprio innanzi l’Isola del Giglio con precipitazioni su nordovest, Alpi, Padana centrale, Emilia Romana, Sardegna e poi Sicilia e resto del sud E’ neve subito sul nordovest fino in pianura e anche sulla Liguria e dalla sera a GENOVA, neve su Emilia Romagna sin verso Rimini dalla sera, neve al centro su Toscana, Umbria, Marche fino in pianura e a quote bassissime 100-200m su resto del centro nella notte e poi a 5-600m al sud, con forte ,maltempo su Campania, Sicilia, Calabria ivi con tantissima neve a 500m nella notte”. Nuovo aggiornamento alle ore 15:00

    • mezzolitro ha detto:

      Ric, vorresti dì che le mi piante d’olivo sò in pericolo come nel 1985?

      • Ric ha detto:

        Allora ascolta Mezzolitro: si dice che l’olivo può resistere a temperature fino a -8° C.; al disotto brucia tutta la parte aerea (le branche e le branchette). Nel 1985 io facevo il sottofattore in una grande azienda agricola ed ho visto il danno, dato che la temperatura scese fino a -14° C. Il danno si vede dopo qualche giorno con una “allessatura” della frasca (diventa come lessata), alla fine dell’inverno ovviamente la parte aerea è tutta persa. Il danno peggiore però si ha quando la neve va a ricoprire qualche foro nella pianta (specie nelle biforcazioni delle branche) perchè poi se gela la neve, ingrossando, spacca la pianta stessa. Quindi se hai pochi olivi, una volta ricoperti di neve controlla se ci sono spaccature nella pianta riempite di neve. Se semplicemente perdi la parte aerea devi fare una scapitozzatura dell’olivo re-innestando il gentile. Generalmente si segano con le motoseghe le branche, si mettono un paio di innesti per branca di tipo a becco e si aspetta che a primavera rivegeti; dopo si scelgono i germogli migliori ed in un paio di anni l’olivo riparte. Nell’85 la mia azienda perse 3250 olivi proprio per il freddo improvviso e la neve che poi gelò sulle piante. Se, invece, la temperatura va sotto zero e non raggiunge i -8° C. avrai danni certamente, ma non saranno di quella entità. Occhio ai tendoni delle serre: la neve li distrugge con il suo peso, per il resto temperature sotto zero alle normali colture agrarie non fanno grandi danni, a parte gli eucalipti (moriranno tutti), i fichi d’india (bruciano come se fosse passato il fuoco) e tutte le piante mediterranee non abituate a questi climi. Ma alla fine la neve (per mezza giornata…) è bella.

        • mezzolitro ha detto:

          Lo sò, a voi fotografi professionisti il paesaggio imbiancato vi garba parecchio, a me mi fà girà le scatole perchè le più volte, per esempio, vole dì lavoro straordinario pè “scongelà” l’abbeveratoi nei recinti, ecc…

          • Ric ha detto:

            Allora: oggi ci risulta che sono imbiancate Batignano, Castiglioni, Massa Marittima e un po’ tutta la collina (compresa Moscona sopra Roselle…). Se ci fosse qualcuno che ci dicesse come vanno le cose la su’ paese con la neve, sarà ben accetto. Per quello che si sa la Siena Firenze era chiusa proprio per neve…

  10. Ric ha detto:

    EVOLUZIONE DELLA PERTURBAZIONE FREDDA. NEVE per 7 giorni, GELO fino a metà mese, configurazione simile al Gennaio 1985 e Febbraio 1956. “La Natura si ripete”. OGGI neve al nordovest, Emilia Romagna, a bassa quota sulle adriatiche, e in Sardegna. Tra stasera-notte e VENERDI colpo di scena: forte perturbazione fredda da ovest dalla Sardegna verso il centrosud ed Emilia Romagna, forte maltempo in arrivo su Lazio, Abruzzo, Molise, temporali verso il sud e Sicilia, neve anche a Roma da VENERDI sia al mattino mista, che copiosa la sera-notte fino a Sabato ore 12 (6-8 cm.).
    Situazione in Toscana: Per la giornata di oggi, giovedì 2 febbraio, sono attese deboli nevicate su tutta la Toscana con eccezione della pianura maremmana. Vento da Nord-Est intensità 15 Kmh. Le temperature saranno comprese tra -5 e 3°C. Zero termico a 0 metri, neve oltre i 50 metri di altezza.
    Per domani venerdì 3 sono previste nevicate in comune di Grosseto con neve debole a partire dalle ore pomeridiane fino a tutta la notte dello stesso venerdì. In caso di variazioni dello stato del tempo inviamo aggiornamenti.

  11. Ric ha detto:

    AGGIORNAMENTO DI VENERDI’ 3 FEBBRAIO. Una circolazione depressionaria centrata sul medio e basso Tirreno tende ad approfondirsi durante la giornata. L’approfondimento della depressione è alimentato da aria fredda proveniente da est ed aria più mite da sud; ciò determina un marcato maltempo sul centro Italia che si estende al sud. La Toscana viene ad essere colpita nella parte più a sud con le province di Grosseto, Siena ed Arezzo e con nevicate anche intense fino alla pianura.
    Provincia di Grosseto: nella Maremma fino alla pianura è prevista neve debole a partire dalle ore 13. Vento da NNE con intensità di 27 km/h. Raffiche fino a 37 km/h. Temperatura minima di -3 °C e massima di 0 °C.

  12. Ric ha detto:

    NEVE ALL’AMIATA Per la gioia degli appassionati dello sci che sono numerosissimi annunciamo che in Vetta la nevicata è stata straordinaria e che il manto nevoso è stato battuto dai gatti delle nevi così che domani domenica si può andare a sciare senza problemi e con strade di accesso ai campi già passate dagli spazzaneve. Stato della neve: Livello neve massimo Vetta: 120 cm; Livello neve minimo Vetta: 100 cm; Livello neve Cantore : 80 cm; Livello neve Prato Marsiliana: 80 cm; Livello neve Prato Macinaie: 70 cm; Livello neve Prato Contessa: 70 cm. Impianti di risalita: TUTTI APERTI ad eccezione delle sciovie Nordica e Marsiliana; Piste di Sci Alpino: tutte aperte ad eccezione del Canalgrande Marsiliana e Campo Scuola Marsiliana. Piste di Sci Nordico TUTTE APERTE. Transitabilità: Obbligo di catene o pneumatici da neve su tutte le strade.
    In questo momento nevica debolmente.
    Buona sciata a tutti!

  13. Ric ha detto:

    NEVICATE IN ARRIVO IN TOSCANA: Mentre le altre province toscane hanno subito pesanti nevicate con inevitabili disagi, il comune di Grosseto ne è stato quasi marginalmente toccato. Comunque il nostro partner di metereologia Antonio Sanò de ilMeteo.it, che ha brillantemente centrato la nevicata su Roma addirittura prevedendola in cm. e 2 giorni prima, ci informa che per martedì 6 prossimo saranno previste deboli nevicate anche su Grosseto che avrà una temperatura compresa tra -6 e 0 gradi. La previsione è per il momento al 50% comunque attendiamo maggiori conferme per domani, lunedi 5 febbraio.

  14. Ric ha detto:

    PREVISIONI PER MARTEDI’ 7 FEBBRAIO. Appare scongiurata almeno per il momento la nevicata prevista su Grosseto per martedì 7 febbraio; la Toscana sarà comunque soggetta a nevicate nel settore nord-est della regione con locali precipitazioni a partire dal mattino che andranno estendendosi verso sud (province di Siena ed Arezzo e forse l’Amiata). Queste precipitazioni nevose sono dovute alla massa di aria fredda di matrice siberiana proveniente da est che insiste (ed insisterà sull’Italia) accompagnata da una serie di basse pressioni che vanno a formarsi nel Tirreno centrale. I siti specialistici di meteorologia tutti concordano nel prevedere una tregua di precipitazioni nevose sulla Toscana almeno fino a venerdì. E’ comunque previsto che per quel giorno avverrà un imponente arrivo di aria fredda proveniente da nord-est che determinerà un vortice ciclonico (con conseguente bassa pressione) sul Tirreno centrale. A questo punto, con queste basse temperature, saranno possibili nevicate anche in pianura sulla costa tirrenica, probabilmente verso la Maremma. E’ comunque presto per dare una previsione dettagliata; se avremo comunicazioni di allarme maltempo, le metteremo online.

  15. Ric ha detto:

    MALTEMPO: LA SITUAZIONE Scongiurato per oggi, martedì 7 febbraio, il pericolo di nevicate sulla pianura maremmana il maltempo è andato a trasferirsi nelle regioni adriatiche del centro ed a sud con un vortice depressionario sullo Ionio che è andato a trasferirsi verso la Grecia. Ciò provoca una diminuzione delle nevicate specie sull’Emilia Romagna colpita davvero duramente in questo ultimo periodo. Seguirà un periodo di non precipitazioni sulla Toscana e sulla Maremma. Purtroppo i modelli matematici che basano le previsioni sulla direzione del vento ed altri parametri danno per certa una irruzione del famigerato blizzard (un vento freddissimo proveniente da nord-est) il giorno di venerdì. Saranno certe nevicate al nord e centro Italia, Toscana e Lazio incluse. Prima di dare previsioni certe sulla esatta collocazione delle nevicate, aspettiamo 48 ore. Purtroppo i più importanti siti di metereologia italiani danno per altamente probabile nuova neve e nuove perturbazioni su quote bassissime non esclusa la pianura maremmana.

    • Roberto Spadi ha detto:

      Non riesco a capire se Ric fa il tifo per la neve a Grosseto (e Braccagni) o no.

      • Ric ha detto:

        Assolutamente no, proprio il giorno in cui è minacciata la neve devo partire da Grosseto e non so davvero come fare perchè qualsiasi mezzo di trasporto appare come impraticabile. Purtroppo ogni nuovo comunicato che viene dai siti di metereologia non fa altro che confermare una forte nevicata sulla costa tirrenica a sud della Toscana verso il Lazio. Sai contento l’Alemanno!

  16. Ric ha detto:

    IL TEMPO DI OGGI MERCOLEDI’ 8 FEBBRAIO. Oggi in Toscana e la Maremma sarà una giornata un poco migliore sotto l’aspetto delle temperature, che già questa mattina erano intorno ai +3° C. in città nonostante la notte freddissima che ha ghiacciato tutte le fontane. La giornata sarà caratterizzata da nubi sparse e temperature più accettabili, venti di grecale o di bora. Come ormai tutti sanno dai telegiornali, si sta preparando un fine settimana molto freddo e con elevate precipitazioni nevose in Italia. Nel dettaglio sta succedendo questo: un nucleo di aria molto fredda proveniente dall’Est Europeo sta puntando direttamente sull’Italia attraverso una porta aperta nella Valle del Rodano e i Balcani. Questo afflusso di aria freddissima (avrà identiche temperature dei giorni scorsi in Nord Italia) attiverà un minimo barico sui mari italiani. Al momento non si sa su quale mare, ma è certo che verrà colpito ancora una volta il versante adriatico, anche se non si esclude una consistente nevicata sul Tirreno a partire dalla Toscana. Prima di fare dell’allarmismo (ormai tutti i siti meteo fanno per avere più visitatori) è bene attendere l’evoluzione del tempo; è comunque chiaro un ritorno di neve su dove lo diremo presto.

    • Roberto Spadi ha detto:

      Sabato devo essere presente alla consegna dei lotti di legnatico dell’Usi Civici, che dici Ric, nevichera?

      • Ric ha detto:

        Brutto affare Mezzolitro: anche il Madrigali di TV9 ci dà neve venerdì e sabato; io sono costretto a non partire, acc…
        La nevicata sarà tutto il giorno di venerdi anche se non intensa ma viene prevista dalle 07:00 a fin dopo mezzanotte.

  17. Ric ha detto:

    UN GIOVEDI’ BUONO MA RAPIDO PEGGIORAMENTO. La situazione generale è condizionata da una alta pressione sulle Azzorre che attraversa tutta la Francia e metà della Spagna. Sul lato meridionale di questa alta pressione si è formato un corridoio trasversale all’Europa e che attraversa diagonalmente l’Italia. Dall’alta pressione Russo-Siberiana si è staccato un nucleo di aria freddissima (il blizzard) che in questo momento sta attraversando la Polonia e si sta dirigendo verso l’Italia centrale dove si formerà una poderosa bassa pressione. Inutile dire che questo provocherà nevicate di grande rilevanza sull’Italia Centrale. Sulla Maremma per oggi sarà un periodo di relativa calma con cielo sereno e temperature leggermente più accettabili. Da questa notte entra la bora a Trieste e si dirige verso il Tirreno centrale provocando una profonda depressione con nevicate sulla Sardegna. Sulla costa tirrenica continentale ci saranno nevicate diffuse anche in pianura con estensione verso il Lazio e su Roma. A parte le visioni apocalittiche di qualche sito di metereologia, le nevicate saranno inizialmente deboli per poi aumentare d’intensità durante la giornata ma senza estremi; probabilmente la neve attaccherà al suolo provocando qualche disagio alla circolazione. Temperature comprese tra 0° C. e -3° C. proprio ideali per la caduta di neve.

  18. Ric ha detto:

    LA BOMBA BIANCA Questo è il soprannome della bolla d’aria freddissima che dalla Russia Siberiana si sta precipitando verso le nostre coste maremmane (si dice davanti l’Argentario) dove comincerà a girare vorticosamente portando tanta neve sull’Italia. Per dare un’idea di quanto sia fredda basta dire che a 5000 metri raggiunge i -42° C.; scontrandosi con il mare più caldo genera una bassa pressione che sarà il “motore” del maltempo in Italia.
    Essendo a poche ore dall’evento, si può delineare cosa provocherà:
    In molte regioni gli accumuli nevosi arriveranno a 40-50 cm. con punte di oltre 60 c. su Romagna e Marche.
    Le maggiori difficoltà saranno tra il Forlivese e la provincia di Pesaro-Urbino sempre con accumuli di olter 60 cm.
    Attenzione: nel Nord Italia si verificherà il famigerato blizzard, che è una tempesta di neve (che qui in Italia è molto raro vedere) sparata dalle folate di vento impetuoso che accompagna la “bomba bianca”.
    In Toscana: esistono varie previsioni tra cui alcune che non danno neve su Grosseto, altre che invece danno neve debole: attenzione perchè non è detto che gli accumuli saranno inferiori al resto del paese.
    A questo punto rimaniamo in attesa con le solite raccomandazioni: catene a bordo per gli automobilisti, prudenza sulle strade e molta attenzione per coloro che camminano su neve e ghiaccio, semplicemente noi maremmani non ci siamo abituati!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.