Giardini di Marzo 22 – 23 – 24 marzo 2013

 *

foto_gallery

Pacini e Breda Giardini

GIARDINI DI MARZO
Periodo: 22-23-24 Marzo 2013
Ingresso al pubblico: dalle ore 9:30 alle ore 18:00
Prezzi: biglietto € 7,00Categorie  merceologiche:
Impianti di irrigazione, Illuminazione da esterni, Macchine e attrezzi per il giardinaggio, Piscine, mini vasche e fontane, Barbecue e caminetti da esterno, Pavimentazione per esterno, Fertilizzanti, Concimi e sementi, Recinzioni e cancelli, Arredi da esterno, Ombrelloni e Gazebo.
Giardini di Marzo è tra i pochi eventi in Toscana specializzati del settore florovivaistico. Una manifestazione rivolta agli operatori, ai professionisti del verde ma anche al singolo cittadino interessato o appassionato di vivaismo.
Un appuntamento vivace ed innovativo dedicato anche al grande pubblico e che, dal suo nascere (anno 2010), si è posto l’obiettivo di divenire il più importante avvenimento della Toscana del settore.
Il segmento del verde ornamentale, composto da fronde verdi, fiorite, a frutto e dalle foglie ha assunto sempre più rilevanza soprattutto nella nostra regione. Giardini di Marzo” si conferma come particolare appuntamento per operatori e appassionati di giardini, fiori, piante e tecnica del verde, e anno dopo anno cresce in qualità ed efficacia. È intenzione di Grossetofiere consolidare negli anni questa realtà rendendola sempre di maggior interesse e suggestione, al servizio di operatori del settore florovivaistico e appassionati del verde. Un evento che dà l’opportunità ai visitatori di addentrarsi nell’affascinante e composito mondo del verde cogliendone non solo il lato immediatamente più suggestivo ma anche aspetti tecnici e logistici che riguardano la progettazione di un giardino, o approfondire tematiche attuali come ecosostenibilità, design dell’outdoor, nuove relazioni fra arte e natura.
Tra i settori maggiormente rappresentati, oltre a piante e fiori di diversissima natura, troviamo attrezzi per giardinaggio, hobbistica e lavoro; oggettistica che comprende non solo vasellame per la messa a dimora ma anche abbigliamento e strumentazione per annaffiatura e cura delle piante; progettazione, manutenzione e realizzazione di giardini, documentazione con libri, opuscoli e brochure dedicate al “fai da te”.
Nei giorni di esposizione non mancano i momenti di approfondimento attraverso convegni durante i quali si affrontano argomenti come ambiente, territorio e paesaggio. In questo senso particolarmente interessante risulta la collaborazione con Unacoma che offre la possibilità di contatti con nuove aziende interessare a partecipare all’evento come espositori. Sono infine costantemente allo studio iniziative congiunte con Enti ed Associazione del territorio che hanno come obiettivo sensibilizzare i più giovani sul rispetto dell’ambiente e sulla tutela delle risorse naturali e del territorio.bus-navetta-gratuito-fiera-giardini-di-marzo-2

Archiviato in: LE MANIFESTAZIONI

RSSNumero commenti (8)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    GIARDINI DI MARZO 2013

    Periodo: 22-23-24 Marzo 2013
    Ingresso al pubblico: dalle ore 9:30 alle ore 18:00
    Prezzi: biglietto € 7,00
    Categorie merceologiche:
    Impianti di irrigazione, Illuminazione da esterni, Macchine e attrezzi per il giardinaggio, Piscine, mini vasche e fontane, Barbecue e caminetti da esterno, Pavimentazione per esterno, Fertilizzanti, Concimi e sementi, Recinzioni e cancelli, Arredi da esterno, Ombrelloni e Gazebo.

    Giardini di Marzo è tra i pochi eventi in Toscana specializzati del settore florovivaistico. Una manifestazione rivolta agli operatori, ai professionisti del verde ma anche al singolo cittadino interessato o appassionato di vivaismo.
    Un appuntamento vivace ed innovativo dedicato anche al grande pubblico e che, dal suo nascere (anno 2010), si è posto l’obiettivo di divenire il più importante avvenimento della Toscana del settore.
    Il segmento del verde ornamentale, composto da fronde verdi, fiorite, a frutto e dalle foglie ha assunto sempre più rilevanza soprattutto nella nostra regione. Giardini di Marzo” si conferma come particolare appuntamento per operatori e appassionati di giardini, fiori, piante e tecnica del verde, e anno dopo anno cresce in qualità ed efficacia. È intenzione di Grossetofiere consolidare negli anni questa realtà rendendola sempre di maggior interesse e suggestione, al servizio di operatori del settore florovivaistico e appassionati del verde. Un evento che dà l’opportunità ai visitatori di addentrarsi nell’affascinante e composito mondo del verde cogliendone non solo il lato immediatamente più suggestivo ma anche aspetti tecnici e logistici che riguardano la progettazione di un giardino, o approfondire tematiche attuali come ecosostenibilità, design dell’outdoor, nuove relazioni fra arte e natura.
    Tra i settori maggiormente rappresentati, oltre a piante e fiori di diversissima natura, troviamo attrezzi per giardinaggio, hobbistica e lavoro; oggettistica che comprende non solo vasellame per la messa a dimora ma anche abbigliamento e strumentazione per annaffiatura e cura delle piante; progettazione, manutenzione e realizzazione di giardini, documentazione con libri, opuscoli e brochure dedicate al “fai da te”.
    Nei giorni di esposizione non mancano i momenti di approfondimento attraverso convegni durante i quali si affrontano argomenti come ambiente, territorio e paesaggio. In questo senso particolarmente interessante risulta la collaborazione con Unacoma che offre la possibilità di contatti con nuove aziende interessare a partecipare all’evento come espositori. Sono infine costantemente allo studio iniziative congiunte con Enti ed Associazione del territorio che hanno come obiettivo sensibilizzare i più giovani sul rispetto dell’ambiente e sulla tutela delle risorse naturali e del territorio.

  2. Granocchiaio ha detto:

    Presentata la fiera del verde

    Con la conferenza stampa di presentazione avvenuta martedì negli uffici di Grossetofiere, prende il via ufficialmente la 4° edizione di “Giardini di Marzo” la fiera sul florovivaismo che aprirà io cancelli nel nuovo Centro Fiere del Madonnino di Braccagni venerdì 22 per concludersi domenica 24.
    Un’edizione che quest’anno si presenta particolarmente ricca di novità per lo più che riguarderanno le attività pratiche e le dimostrazioni che verteranno su temi pratici come i laboratori di potatura, rinvaso e cura delle piante. Un clichet che sarà punto di forza e agente catalizzatore di interessi del pubblico in questa edizione. 20 mila metri quadri di area espositiva, 14 gazebo, tre tensostrutture, un padiglione. Quattro parcheggi gratuiti per 6 mila posti auto e poi tutti i servizi della fiera: bar tavola calda, pizzeria, animazione per bambini, un punto di primo soccorso e un ufficio informazioni, con un costo d’entrata di 7 euro. Numeri di tutto rispetto per questo evento.
    “Siamo in presenza di un evento che – ha detto il presidente di Grossetofiere Riccardo Breda – , nonostante la crisi che sta colpendo tutti i settori, non smette di crescere con un incremento costante degli espositori che sono passati dai 66 dello scorso anno ai 75 di quest’anno metà dalla provincia e metà dal resto d’Italia. Tra questi la parte del leone la fa sempre più il vivaismo con le aziende partecipanti che hanno visto un incremento corposo passando da 29 a 39”.
    “Giardini di Marzo è una manifestazione che oggi viene considerata di rilievo e per questo guardata con attenzione dagli addetti al settore – ha continuato Breda. Oltre alle esposizioni di piante avremo un’area talk show piuttosto nutrita. Il pomeriggio di venerdì, ad esempio, il comune di Grosseto organizzerà un convegno per raccontare il futuro della pineta e quanto fatto sinora. Ma ci sarà anche un incontro con la Asl per la prevenzione dei rischi nei vivai”
    E poi ancora, le piante della salute, per imparare a usare le erbe raccolte per fare tisane e impacchi, e un incontro sull’autosufficienza energetica nelle aziende agricole. Sabato saranno ospiti i ragazzi della Casa famiglia Il Sole, mentre domenica “Maremma in bici” percorso cicloturistico che toccherà il castello della Pia e il museo dell’azienda vitivinicola Zonin. Infine sarà premiato il miglior allestimento, come da tradizione, e per i bambini una fattoria didattica con tanti animali.
    “I laboratori – ha sottolineato il direttore di Grossetofiere Carlo Pacini – saranno rivolti al pubblico che può partecipare attivamente. Ci saranno poi degustazioni di pecorino toscano e cinta senese e a tutte le donne sarà consegnato un tagliando con estrazione di un premio finale. Il centro fieristico – ha incalzato Pacini – potrebbe diventare un patrimonio di tutta l’Italia centrale se si decidesse di investirci. Ad oggi siamo infatti l’unica area attrezzata per questa zona ma nonostante questo la Regione ad oggi non ha portato al Madonnino nessuno dei tanti eventi che organizza”.
    Il Centro Espositivo di Grossetofiere è ospitato in un’area a circa 12 km dal capoluogo (Grosseto). Per chi proviene da Pisa-Livorno, Statale Aurelia direzione Grosseto, uscita loc. Madonnino-Braccagni (a circa 12 km da Grosseto).
    Per chi proviene da Roma, direzione Orbetello-Grosseto proseguire sulla Statale Nuova Aurelia in direzione Livorno. Uscita loc. Madonnino – Braccagni dopo circa 12km da Grosseto.
    Per chi proviene da Firenze direzione Grosseto prendere l’autostrada Firenze-Siena, poi imboccare la S.S. 223 (E 78) con uscita a Roselle, infine prendere la S.S. 1 (via Aurelia) in direzione nord con arrivo dopo 10 km. Uscita loc. Madonnino-Braccagni.
    Parcheggio: per 5500 posti auto, gratuito, si trova nei pressi del quartiere fieristico.
    Per informazioni: Centro Fiere del Madonnino (Grosseto) – Tel. 0564 418783 – Fax 0564 425278 (info@grossetofiere.it).
    Internet: http://www.grossetofiere.it

    Ufficio Stampa Grossetofiere Spa

  3. Granocchiaio ha detto:

    Apre la grande fiera del verde

    Da oggi, venerdì 22, a domenica 24 con orario continuato 9-18 si potrà visitare la quarta edizione della fiera più importante della Toscana Centrale dedicata al florovivaismo: “Giardini di Marzo”. Un’edizione che quest’anno si presenta particolarmente ricca di novità per lo più che riguarderanno le attività pratiche e le dimostrazioni che verteranno su temi pratici come i laboratori di potatura, rinvaso e cura delle piante. Caratteristica che sarà punto di forza e agente catalizzatore di interessi del pubblico in questa edizione. 20 mila metri quadri di area espositiva, 14 gazebo, tre tensostrutture, un padiglione. Quattro parcheggi gratuiti per 6 mila posti auto e poi tutti i servizi della fiera: bar tavola calda, pizzeria, animazione per bambini, un punto di primo soccorso e un ufficio informazioni, con un costo d’entrata di 7 euro. Numeri di tutto rispetto per questo evento.
    Giardini di Marzo è una manifestazione rivolta al pubblico, agli operatori, ai professionisti del verde, agli appassionati del settore. Un appuntamento vivace ed innovativo che, accolto nell’impareggiabile scenario della terra di Maremma, ancora incontaminata e ricca di testimonianze storiche e luoghi da scoprire, è dedicato al grande pubblico e che, dal suo nascere, si è posto l’obiettivo di divenire uno dei più importanti avvenimenti della Toscana nel settore florovivaistico mediterraneo.
    L’edizione che si apre oggi accoglierà i visitatori con novità che riguarderanno location e interessi con una categoria merceologica ampia che vedrà in mostra, oltre ad una vastissima varietà di piante e fiori, anche attrezzature, accessori per spazi aperti, proposte di arredo per esterni e del giardinaggio, oggettistica, abbigliamento, hobbistica… un universo che negli ultimi anni ha conquistato una fetta sempre più ampia di mercato. Una fiera in cui il visitatore potrà non solo apprezzare una vastità di piante e fiori, apprendere tecniche di lavorazione, partecipare a dimostrazioni ma anche fare acquisti scegliendo su una vasta gamma di proposte.
    “Siamo in presenza di un evento che – ha detto il presidente di Grossetofiere Riccardo Breda – , nonostante la crisi che sta colpendo tutti i settori, non smette di crescere con un incremento costante degli espositori che sono passati dai 66 dello scorso anno ai 75 di quest’anno metà dalla provincia e metà dal resto d’Italia. Tra questi la parte del leone la fa sempre più il vivaismo con le aziende partecipanti che hanno visto un incremento corposo passando da 29 a 39”.
    Il programma di oggi prevede: ore 9.00–18.00 Apertura al pubblico
    Sala Convegni – Ore 9.30 “La prevenzione dei rischi nei vivai in serra” – sala conferenze palazzina
    Direzionale – seminario organizzato dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali e dal Collegio dei Periti Agrari, in collaborazione con la Asl 9 di Grosseto. Ore 10.30 – Inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità locali. Ore 11.00 – Premiazione lavori didattici “Frutti, ortaggi e fiori di stagione”, concorso quinte classi scuola primaria. Area Talk Show – ore 16.00 “ Il Futuro della Pineta”, convegno organizzato dal Comune di Grosseto con la partecipazione del Sindaco Emilio Bonifazi

    Il Centro Espositivo di Grossetofiere si raggiunge per chi proviene da Pisa-Livorno, Statale Aurelia direzione Grosseto, uscita loc. Madonnino-Braccagni (a circa 12 km da Grosseto). Per chi proviene da Roma, direzione Orbetello-Grosseto proseguire sulla Statale Nuova Aurelia in direzione Livorno. Uscita loc. Madonnino – Braccagni dopo circa 12km da Grosseto. Per chi proviene da Firenze direzione Grosseto prendere l’autostrada Firenze-Siena, poi imboccare la S.S. 223 (E 78) con uscita a Roselle, infine prendere la S.S. 1 (via Aurelia) in direzione nord con arrivo dopo 10 km. Uscita loc. Madonnino-Braccagni.
    Per informazioni: Centro Fiere del Madonnino (Grosseto) – Tel. 0564 418783 – Fax 0564 425278 (info@grossetofiere.it). Internet: http://www.grossetofiere.it

    Ufficio Stampa Grossetofiere Spa

  4. Granocchiaio ha detto:

    Tra le novità che faranno senza dubbio piacere ai visitatori della quarta edizione di “Giardini di Marzo” è da sottolineare il servizio di bus navetta gratuito da e per la fiera effettuato da “Tiemme”. Servizio che permetterà a chi non vorrà utilizzare l’auto per recarsi a visitare l’esposizione dedicata al verde, di usufruire di un mezzo pubblico.
    Il bus navetta partirà, con cadenza oraria, dalla Stazione Ferroviaria di Grosseto e fermerà nei punti raccolta di via della Repubblica (dietro la tribunetta del campo di Via Giotto) e Piazza Barzanti (a fianco dell’edicola) con orari di andata:

    9.30/11.00/14.00/15.15 e ritorno 12.00/14.30/16.30/18.00.

    Il servizio di bus navetta, già attivo per la Fiera del Madonnino e che ha riscosso ampi consensi, è un’opportunità in più per tutti i grossetani per visitare in assoluta comodità la fiera.

  5. Granocchiaio ha detto:

    Vi ricordo che oggi pomeriggio alle ore 16 si tiene all’interno della fiera
    Giardini di Marzo l’incontro con il comune di Grosseto su
    *IL FUTURO DELLA PINETA*

    Partecipano:
    Emilio Bonifazi, Sindaco di Grosseto
    Giancarlo Tei, Assessore all’ambiente del Comune di Grosseto
    Giuseppe Monaci, Assessore ai lavori pubblici del Comune di Grosseto
    Alfonso De Pietro, Preside dell’Istituto superiore Leopoldo II di Lorena
    Ennio Di Natali, Comune di Grosseto, servizio Agricoltura
    Fulvia Perillo, Un pino per Marina

    La stampa è invitata a partecipare.

  6. Granocchiaio ha detto:

    Ultimo giorno di fiera
    Cancelli aperti fino alle 18

    Ultimo giorno di apertura della fiera dedicata al verde “Giardini di Marzo” ospitata nell’area fieristica del Madonnino di Braccagni. Cancelli aperti dalle 9 alle 18 e servizio di bus navetta gratuito. Prezzo del biglietto 7 euro. Persone che fin dalla mattinata (ma in particolare nel pomeriggio) hanno raggiunto il centro fiere.
    Anche oggi, domenica, proseguono gli appuntamenti con le dimostrazioni pratiche nell’area talk-show, mentre nel pomeriggio avverranno anche le premiazioni per il miglior allestimento in fiera e l’estrazione delle fortunate visitatrici che hanno ritirato gratuitamente il tiket di partecipazione all’ingresso che dà diritto di concorrere all’estrazione di stupende composizioni floreali.
    Ricordiamo che n mostra ci sono, oltre ad una vastissima varietà di piante e fiori, anche attrezzature, accessori per spazi aperti, proposte di arredo per esterni e del giardinaggio, oggettistica, abbigliamento, hobbistica.
    Il programma di oggi prevede:
    Ore 9.30 – “La Maremma in bici”: partenza del tour cicloturistico nelle campagne maremmane organizzato da Fiab Grossetociclabile
    Area Talk Show – Ore 11.30 “Dimostrazione tecnica di potatura dell’olivo” – laboratorio organizzato dall’
    Istituto Tecnico Agrario Leopoldo II di Lorena
    Ore 15.30 “Le piante depurative” – laboratorio organizzato dall’ Erboristeria Stellini di
    Grosseto
    Ore 17.00 “Tecniche di rinvaso” – laboratorio organizzato dall’Istituto Tecnico Agrario
    Leopoldo II di Lorena
    Ore 17.00 – Premiazione del concorso “Miglior allestimento in fiera” con la partecipazione delle aziende
    espositrici aderenti al progetto
    Ore 17.15 – Estrazione dei tagliandi distribuiti al pubblico femminile presente in fiera, nei tre giorni di manifestazione, e consegna dei relativi premi
    SERVIZIO MOBILITA’
    • Bus Navetta – Servizio gratuito Tiemme da e per la fiera nei giorni di sabato e domenica
    Punti di raccolta: 1° F.S.di Grosseto, 2° Velodromo via della Repubblica, 3° Piazza Barsanti
    Orari Andata: 9.30/11.00/14.00/15.15
    Orari Ritorno: 12.00/14.30/16.30/18.00

    Ufficio Stampa Grossetofiere

  7. Granocchiaio ha detto:

    Maltrattamenti di animali?
    Che film ha visto la Lav?

    Bilancio positivo per la fiera del verde

    “Maltrattamento di animali nella fattoria didattica a Giardini di Marzo? Ma che film ha visto il rappresentante della Lav, Giacomo Bottinelli per rimanere così colpito? Oppure è frutto di una sua distorta conformazione mentale o modus operandi che lo porta a distorcere la realtà e a vedere sempre tutto nero quando si parla di animali?”

    L’attacco e le accuse che in una nota alla stampa sono state rivolte dalla Lav all’iniziativa di Grossetofiere riguardante l’esposizione di animali nella fattoria didattica ha lasciato senza parole il presidente di Grossetofiere, Riccardo Breda. “Non riesco proprio a capire – sostiene Breda – come il rappresentante provinciale Lav, Giacomo Bottinelli, che tante battaglie ha fatto per la tutela degli animali, possa essere caduto così in basso tanto da scambiare per maltrattamenti una breve esposizione di esemplari da cortile gelosamente custoditi e controllati durante l’orario della fiera dagli ste3ssi proprietari. La quaglia morente (era “ingallata”, termine tecnico maremmano, fatto che avviene normalmente in natura) deve aver turbato Bottinelli che non ha neppure notato che gli agnelli in attesa di mattanza e desinati alla Pasqua sono tra i pochi che si sono salvati).E le alpache in recinti strettissimi? A Bottinelli non hanno neppure riferito che l’allevatore che ha portato in mostra gli esemplari è gelosissimo dei suoi animali (ne ha più di 50) e che li ha fatti tranquillamente passeggiare per la fiera proprio per farli ammirare in tutto il loro splendore.

    Grossetofiere – aggiunge Breda – non ci sta ad essere accusata di maltrattamento. Se gli allevatori che hanno collaborato con noi per realizzare la fattoria didattica possono essere accusati di maltrattamenti lo stesso dovrà essere fatto per chi, per lavoro o svago, trasporta il proprio animale in auto nella sua gabbietta per un’intera giornata per raggiungere le località di vacanza.
    Ne approfitto – conclude Breda – per ringraziare invece gli allevatori che hanno collaborato con noi, l’Associazione Grosseto Cultura insieme all’Associazione “Le Orme” e cavallo Natura che hanno fatto conoscere gli animali e fatto divertire tutti i bambini che hanno visitato la fiera.
    Anche la quarta edizione di “Giardini di Marzo”, l’ evento espositivo sul florovivaismo che ha tenuto alto l’interesse degli appassionati in questo week-end in maremma, è stata archiviata con soddisfazione da Grossetofiere, anche alla luce degli effetti repressivi sulla propensione al consumo da parte si tante famiglie. Particolarmente graditi sono stati i laboratori tecnici organizzati dall’Istituto Leopoldo II di Lorena che hanno riguardato l’innesto di ortaggi, la potatura dell’olivo e le tecniche di rinvaso, esperienza che verrà ripetuta anche alla Fiera del Madonnino.
    I lavori nell’area fieristica del Madonnino con la chiusura di Giardini di Marzo non si interrompono in vista del prossimo grande evento: la Fiera del Madonnino (24-28 aprile) che quest’anno ospita anche la 28a edizione della Mostra zootecnica dei Bovini di Razza Chianina iscritti all’albo genealogico. Un appuntamento da non perdere!

    Ufficio Stampa Grossetofiere Spa

  8. Granocchiaio ha detto:

    Non riesco proprio a capire il presidente di Grossetofiere, Riccardo Breda, che scrive: “Non riesco proprio a capire come il rappresentante provinciale Lav, Giacomo Bottinelli, che tante battaglie ha fatto per la tutela degli animali, possa essere caduto così in basso tanto da scambiare per maltrattamenti una breve esposizione di esemplari da cortile gelosamente custoditi e controllati durante l’orario della fiera dagli stessi proprietari………………………..”

    Beh, dal nostro piccolo osservatorio paesano, di sparate all’aria non è certo la prima volta che ammiriamo il signor Bottinelli. Ce ne sarebbero da scrivere a giornata.
    Senza entrare nel merito io mi sono fatto l’opinione che gli unici animali che lui vedrebbe di buon occhio fare la parte degli animali sono quelle del genere umano.
    E non mi meraviglierò se sarà lui in persona a dare il primo esempio. Così magari alla prossima edizione della Fiera del Madonnino anziché ammirare gli esemplari di Bovini di Razza Chianina, si potrebbe ammirare un bell’esemplare di Razza Umana Lav.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.