VENDITA PROMOZIONALE nella Ferramenta TONINI a Braccagni

*

2096

OFFERTE PROMOZIONALI (esempi)
LAMPADE ELETTRICHE INCANDESCENZA  €   1,00
STIVALI TRONCHETTO  €   2,00
STIVALI GINOCCHIO  €   4,00
 CERA PER COTTO, LEGNO E CERANICA LT 1  €   1,50
CREOLINA LT 1  €   1,50
CASSAFORTE A MURARE CISA 36X25  € 95,00
CONTENITORE ACCIAIO INOX 18/10 X OLIO
DA LT. 50  € 32,00

SCONTO 50%

CAPPELLI E BERRETTI VARI TIPI E MISURE
VASTO ASSORTIMENTO ARTICOLI ELETTRICI
SPINE, PRESE, RIDUZIONI,
NASTRO ISOLANTE, ECC. e mille articoli ancora!


2015
2014

2017

Archiviato in: LA NOTIZIALA VITA DI PAESE

RSSNumero commenti (5)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Roberto Tonini ha detto:

    Forse qualcuno si sarà chiesto come mai non abbia ancora scritto niente sulla mia Ferramenta né sul blog http://www.braccagni.info né sul mio FB http://www.facebook.com/roberto.tonini1 mentre altri, come per esempio il blog http://culturale.braccagni.net, ne abbiano data ampia notizia e commenti.

    A dire la verità ho pensato che, visto il tipo di negozio in questione, sarebbe stato più efficace e “consono” il classico passa parola. Gli sconti sono buoni, molto buoni, e si sa che la migliore propaganda la fa un cliente soddisfatto. E così sta proprio succedendo.

    Il post di Alessandra su FB è in pratica su questa linea: tanto è il desiderio di vedermi realmente in pensione (in effetti sono già pensionato da una decina di anni) magari ad occuparmi dei miei nipotini e gli altri mille e trecento progetti, che “vede” già la Ferramenta belle che chiusa.
    Questo forse ha tratto in inganno il “Braccagni in piazza” tanto da poter scrivere che questa “attività importante verrà a mancare”.
    Anche se il verbo “mancare” suona con un sinistro significato, anche se letteralmente esatto.

    Questo ha dato poi agio a Nello (che ringrazio) di confessare i suoi melanconici ricordi, dai nonni Francesco e Stella giù giù fino ad oggi. Prima Rodolfo, poi Raffaello e in vecchiaia io, tutti e tre fratelli siamo passati da là. Si chiede anche a cosa sono dovute queste sistematiche chiusure dei piccoli negozi di paese. Certo il grande negozio fa concorrenza spietata. Spesso più di facciata che di realtà.
    In questi ultimi quindici anni ci sono stato io e ho dovuto constatare cose abbastanza curiose.
    Per esempio che la clientela più affezionata era quella proveniente da Buriano, da Vetulonia, da Sticciano, da Sassofortino, da Roccatederighi e perfino da Ribolla dove mi pare ci siano due o tre ferramenta. I clienti venivano perché sapevano di trovarci oramai cose molto difficili tra trovare altrove. Però ti viene da pensare che i tuoi paesani………….

    Spesso i clienti entravo e recitavano la solita litania: “vorrei una cosa, ma talmente strana, che non so nemmeno se ce l’avrà”. E qui i casi erano due: o c’era e mi dicevano: lo sapevo, qui si trova di tutto, anche cose che non trovo nemmeno a Grosseto. Oppure in caso che non avessi l’articolo richiesto, la devastante considerazione: ”eh, me l’immaginavo: non l’ho trovata nemmeno a Grosseto………………”. Prima va a cercarla in città e se non la trova viene in paese…………..comportamento da vero intelligentone: ma un ci passi mai pe vaffa….

    E i paesani? Salvo rare eccezioni, il grosso dei clienti di Braccagni è costituito dai nuovi abitanti del paese, magari quelli provenienti proprio da Grosseto.
    Si è vero quello che dice Nello: spesso mi sono sentito più un operatore sociale nel mio rifornire processioni di clienti che entravano solo per prendere solo qualche riparella o una piccola vite.

    Non lo so se chiuderò, forse si, forse no. Quella che sto facendo è una vendita promozionale con forti sconti, ma contemporaneamente, come ben chiaro nei cartelli esposti, cerco di affittare o di vendere i locali.
    Così magari LA Ferramenta a Braccagni potrà ancora esserci!

    Certo non grazie a chi scrive il rammarico per non trovare più nemmeno “un semplice bullone o un elettrodo per la saldatura dell’ultimo minuto”
    Non avendo peraltro, a mia memoria, varcato la soglia della Ferramenta negli ultimi quindici anni.

  2. Stella ha detto:

    Ole’!!<3

  3. Granocchiaio ha detto:

    OFFERTE PROMOZIONALI IN FERRAMENTA TONINI

    esempi

    LAMPADE ELETTRICHE INCANDESCENZA € 1,00

    STIVALI TRONCHETTO € 2,00
    STIVALI GINOCCHIO € 4,00

    CERA PER COTTO, LEGNO E CERANICA LT 1 € 1,50
    CREOLINA LT 1 € 1,50

    CASSAFORTE A MURARE CISA 36X25 € 95,00

    CONTENITORE ACCIAIO INOX 18/10 X OLIO
    DA LT. 50 € 32,00

    SCONTO 50% SU
    CAPPELLI E BERRETTI VARI TIPI E MISURE
    VASTO ASSORTIMENTO ARTICOLI ELETTRICI
    (SPINE, PRESE, RIDUZIONI,
    NASTRO ISOLANTE, ECC.
    E ALTRI MILLE ARTICOLI!

  4. mezzolitro ha detto:

    Non sono stato di certo uno dei migliori clienti della Ferramenta Tonini, per lavoro gravitavo verso Sticciano e l’Olmini, sicchè mi rimaneva “fori mano”; però ogni tanto, qualcosina…, come quando comprai da Raffaello il primo decespugliatore, era il 1980 e quando venne a consegnarmelo insieme (chissà perché) all’Anghe, mi confessò che era il primo che vendeva e ci si mise pure a provallo per un pò.
    Per diversi mesi ho fatto il fenomeno alle Versegge con quell’attrezzo, uno “Shingu Bell Cutter” 35 di fabbricazione giapponese che andava come una scheggia, Valdemiro stava le mezz’ore a guardammi mentre “sfrullinavo”, diceva lui, nelle fosse o intorno all’olivi, finchè si convinse a farlo comprà anche a Giovanni, il sù genero, che poveretto ne subì tutte le conseguenze del caso; ma questa è un’altra storia, magari ve la racconto un’altra volta.

  5. Carlo Vellutini ha detto:

    Non sono un frequentatore di ferramente (anche se è un tipo di negozio per cui da piccolo andavo matto!!!), purtroppo se devo fare un lavoretto in casa me lo faccio fare altrimenti sono dolori..Ho varcato, negli ultimi cinque anni per tre volte la porta di quella Tonini. Sinceramente l’ho fatto per comodità, visto che ce l’ho di strada, poi per il piacere di dare un contributo (seppur minimo) ad un negozio locale, quindi (cosa non da poco) per fare due chiacchiere con Roberto. Ho acquistato – mi sembra- del crc cinque o sei anni fa, sono tornato per due lucchetti per valigia e per un secchio di metallo per la cenere del camino. Roberto non si è dunque certo arricchito grazie a me…Il mio affetto per la Ferramenta Tonini, però, è legato a quando ero bambino. Avevo un paio di pattini di quelli “allungabili ed avevo perso la vite che li regolava…Fu Raffaello a sostituirmela con una di quelle che “si giravano a mano”, tipo a farfalla. Mi sembrò una trovata geniale che ancora oggi ricordo con piacere.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.