L’invasione delle terantole

*

426 G1

428 G2

433 G3

441 G4

424 terantola

Archiviato in: IL MANGIARE ED IL BERELA VITA DI PAESESPIGOLATURE

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. braccagni.info ha detto:

    Sono seduto ad un tavola nel loggiato del bar del Bernasconi. Sto leggendo il giornale mentre due fette di pane con il buristo del Mori mi danno ristoro e sicurezza. Come due treni in coincidenza – l’orario è quello giusto – vedo con la coda dell’occhio che sta arrivando Torero e il Bordo.
    Poi all’improvviso il Bordo fa: “attento, guarda lì per terra, che è?”
    Torero: “e che è unno vedi?”
    Bordo: “si mi pare una tarantola!
    Torero: “ma sì, figurati!”
    Bordo: “lo vedi mi vole attacca’!”
    Io non vedo il contendersi che evidentemente è per terra e per di più dietro ad una macchina
    “ei – mi fanno – te che te ne intendi, vieni un po’ a vede che bestia è”
    E io senza alzare il capo e gustando il mio buristo: “io m’intendo solo di roba da mangiare!”
    “ma dai vieni a vede’”
    Alla fine mi alzo e vado a vedere la bestia.
    Appena la vedo capisco subito cos’è, ma non lo dico e cerco di giocarci un po’ sopra. Si tratta del famigerato Gambero rosso della Louisiana, vero flagello dei nostri fiumi e dei nostri laghi. Diffuso oramai su tutti i continenti, con esclusione dell’Australia, allevato anche per l’alimentazione, tende ad impadronirsi di interi territori sterminando tutte le altre specie.
    Qualcuno capisce, ma a me viene subito l’idea di fare qualche foto e poi metterla su Facebook.
    Così fotografo il piedone del Bordo che si fa morsicare, poi sul tavolo e infine in un piatto a casa mia.
    Su Facebook qualcuno esordisce riconoscendo come un “gamberetto. .. anzi mazzancolla. Vanno a 40 euro al kg!!!”
    Il gioco dura poco perché interviene la nostra Rossana Barsotti che sentenzia: “dovrebbero essere i gamberi killer o gamberi della Louisiana.” E ha ragione. Fine della trasmissione, o quasi, perché ognuno vuol poi dire la sua.
    Agli amici intanto confermo: “ve l’avevo detto che io m’intendo solo di cose che si possono mangiare!”

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.