Una buona notizia! Vietate dal Ministero le discese della Befana dalle autogrù dei pompieri!

*

Befana-

Questa la prima buona notizia del 2015. Lo scempio di una “befanona” che viene calata con la gru come se fosse un salame, per lo stupore (?) dei bambini colà portati dai genitori, è finalmente finito.

Quella non era la vera Befana, quella era una caricatura della Befana. Far credere ai dei bimbi che i Vigili del Fuoco abbiano, oltre all’istituzionale compito di soccorso e aiuto per i più disparati disastri di vario tipo, anche quello di far “scendere la Befana attraverso un’autogru”, era veramente troppo.

Credo si sia combattuta con successo la battaglia per spiegare per tempo ai ragzzi che nascendo non si viene “portati dalla cicogna”. E poi si tenta di far credere che qualcosa di simile succede invece per la Befana.

Dispiace che si sia arrivati a questo divieto solo a seguito di incidenti gravissimi occorsi: il divieto da quanto capisco riguarda tutta Italia.

Anche se sicuramente meno ridicolo dell’autogru, la soluzione poi di farla arrivare con un sidecar certo non è il massimo in quanto a poesia e alone di fiaba che dovrebbe far parte della Befana.

Quello che dovrebbe ritornare è lo tradizione “privata” della Befana che arriva nella casa di ognuno. e non in piazza. Che non ha senso e ragione per essere così fatta. Si fa tanto ricorso alla salvaguardia delle buone tradizioni e poi ci si perde per delle banalità senza senso!

 

Archiviato in: I RICORDI E I PERSONAGGILA CULTURALA VITA DI PAESE

RSSNumero commenti (3)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Una buona notizia: vietate dal Ministero le discese della Befana dalle autogru dei pompieri.

    Questa la prima buona notizia del 2015. Lo scempio di una “befanona” che viene calata con la gru come se fosse un salame, per lo stupore (?) dei bambini colà portati dai genitori, è finalmente finito.
    Quella non era la vera Befana, quella era una caricatura della Befana. Far credere ai dei bimbi che i Vigili del Fuoco abbiano, oltre all’istituzionale compito di soccorso e aiuto per i più disparati disastri di vario tipo, anche quello di far “scendere la Befana attraverso un’autogru”, era veramente troppo.
    Credo si sia combattuta con successo la battaglia per spiegare per tempo ai ragzzi che nascendo non si viene “portati dalla cicogna”. E poi si tenta di far credere che qualcosa di simile succede invece per la Befana.
    Dispiace che si sia arrivati a questo divieto solo a seguito di incidenti gravissimi occorsi: il divieto da quanto capisco riguarda tutta Italia.
    Anche se sicuramente meno ridicolo dell’autogru, la soluzione poi di farla arrivare con un sidecar certo non è il massimo in quanto a poesia e alone di fiaba che dovrebbe far parte della Befana.
    Quello che dovrebbe ritornare è lo tradizione “privata” della Befana che arriva nella casa di ognuno. e non in piazza. Che non ha senso e ragione per essere così fatta. Si fa tanto ricorso alla salvaguardia delle buone tradizioni e poi ci si perde per delle banalità senza senso!

    • mezzolitro ha detto:

      Caro ranocchio, sò con te, quando hai ragione, hai ragione. E visto che ti capita di rado, mi sembra giusto sottolinearlo. La befana vien di notte cò le calze tutte rotte, ecc…; che c’azzecca falla calà dal cielo in pieno giorno come un sacco di patate giusto per la curiosità(?) di grandi e piccini?
      Semmai è più ganzo far arrivare nelle case, in serata, tre o quattro svalvolati che travestiti da Befana, Befanotti e figlia/nipote della Befana che strimpellando una chitarra e una fisarmonica distribuiscono ai bambini dolciumi e carbone.

  2. Granocchiaio ha detto:

    Non devi preoccuparti se sei (casualmente, finalmente) d’accordo con me: si vede o che un m’ero spiegato bene o che te un m’avevi capito. Oppure non s’era proprio d’accordo! In fondo che male c’è?
    Vedi caro Mezzolitro, non ho mai amato l’ipocrisia. Ciononostante per lavoro ho dovuto via via inghiottire qualche rospo, non granocchie, proprio rospi. Ora, alla mia età, non ce la faccio proprio più: né ipocrisia né cialtronaggine.
    Non ho più spiccioli in tasca: tutti Appìtti!
    Anche nel nostro paesello ho provato a scrivere ogni anno sulla deleteria commistione tra Befana, Befanata e Befanotti. Niente da fare! Sono un retrogrado, uno che non rispetta le tradizioni. Non si rendono conto del casino e del danno che stanno facendo in primo luogo ai bimbi con gli spettacoli che sono stati dati gli ultimi anni. Sono molto chiari solo per che vuole vedere.
    Io ho scritto diversi articoli, rintracciabili tutti qui sul blog.
    Te ne segnalo uno in cui facevo anche una piccola telecronaca della serata. Tra il tragico e il comico, tragicomica appunto.
    Vedi: http://www.braccagni.info/2009/02/16/la-mia-befana/

    e allora ripeto qui quello che ho sbandierato con tutta la forza possibile su Facebook, a te per ora negato:
    SIATE MODERNI! TORNATE ALL’ANTICO! LA BEFANA VIEN DI NOTTE IN OGNI CASA DOVE CI SIANO DEI BAMBINI!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.