A proposito di bombole abbandonate……………..Uno di loro è quello giusto!

*

bombole

Sempre interessante parlare di cose utili all’intera comunità.

La segnalazione di Sergio Rubegni fatta qualche tempo fa su Facebook circa bombole di gas vuote abbandonate presso i cassonetti va apprezzata soprattutto per questo. Quasi una provocazione.

Poi sono state dette cose giuste, altre non proprio esatte, ma soprattutto è mancata la domanda centrale: chi deve smaltire queste bombole abbandonate? Perché è sotto gli occhi di tutti: è un fatto che capita di continuo in paese. E anche fuori.

 

Sulle bombole del gas ci sono molte imprecisioni anche da parte chi non dovrebbe proprio averle. La più incredibile e grave è quello sullo scoppio delle bombole. Quante volte si legge o si  sente dire alla televisione “crollo di una palazzina PER SCOPPIO DI UNA BOMBOLA DI GAS”?.

È bene sapere che LE BOMBOLE DEL GAS NON SCOPPIANO, E NON SONO BOMBE. Ciò che esplode è un locale carico (saturo) di gas (basta una scintilla), cioè un locale che contiene aria (ossigeno) e gas, sia metano che GPL.

Questo quando si parla di bombole in uso, più o meno piene di gas. Figuriamoci quando sono vuote! Evidentemente Sergio parlando di “bombe” voleva intendere “bombe ecologiche” e non certamente altro.

 

Ritorniamo alle bombole abbandonate, in specie vicino ai cassonetti, ma non solo. Che non vadano abbandonate mai e in qualsiasi luogo mi pare talmente ovvio che non c’è ancora bisogno di parlarne.

 

Sappiamo tutti che le bombole vuote vanno riportate al rivenditore dove sono state acquistate. Però, come nel caso in questione si tratta di bombole abbandonate e ovviamente senza la firma del proprietario. A questo punto, fatto da qualcuno “il danno” chi deve intervenire per la loro rimozione e smaltimento?

 

Parrebbe una cosa semplice, ma in effetti le cose paiono un po’ ingarbugliate.

 

In passato ho chiesto ai camion della spazzatura (ieri COSECA, oggi 6 Toscana) se potevano ritirarle, ma la loro risposta è stata netta per il no. Chiesto a chi dovevamo darle o farle ritirare la risposta era normalmente: non lo so, si informi, di sicuro non a noi.

Devo però dire che a fianco dei cassonetti davanti al mio negozio ho visto bombole di gas vuote stazionare per diversi giorni, poi non le ho più viste. Chi le abbia prese per me un mistero. Che però si verifica regolarmente.

 

Sulla base dell’articolo di Sergio ho voluto approfondire la cosa e mi sono messo alla ricerca di risposte.

Ovvio che il primo interpellato sia stato proprio la 6 Toscana tramite il loro numero verde.

La risposta è stata: le bombole devono essere restituite ai rivenditori. E questo lo sapevo anche io. Ma se invece non vengono restituite e sono abbandonate in qualche parte del paese o fuori, chi deve intervenire?

Mi hanno fatto presente che per lo smaltimento di una bombola di gas si ha un costo sui 90/100 euro. Ad un certo punto mi hanno consigliato di prendere la bombola, caricarmela in macchina e portarla a Grosseto dal Busisi. Aggiungendo però che siccome è un privato questo avrebbe avuto un costo. Evidentemente mi ero spiegato male! Non è che io mi posso/devo mettere a fare un servizio di interesse pubblico con miei mezzi e a mie spese. Visto che non si riusciva a venirne a capo ho chiesto se potevo parlare con un superiore. Ho lasciato il mio numero e ci siamo sentiti due o tre volte. Con un l’indicazione da parte loro che se ci fosse una segnalazione di abbandono loro avrebbero fatto presente la cosa al Comune facendo poi un preventivo di spesa per lo smaltimento. (!?)

A quel punto ho chiesto chi dovrebbe fare queste segnalazioni? Le può fare anche lei! Mi hanno detto. Ma io volevo sapere chi normalmente deve fare questa segnalazione ed esattamente a chi?

Osservando peraltro che per quello che riguarda le bombole lasciate vicino ai cassonetti le persone più indicate mi parevano i loro operatori. Si, mi hanno detto, può segnalarlo anche ai nostri operatori. Si, ma se loro le vedano possono senz’altro fare la segnalazione alla sede loro stessi, senza che le debba intervenire un privato cittadino.

 

A questo punto mi pare giusto interpellare i Vigili Urbani ci Grosseto che mi confermano: “fare presente all’autista che avvisi il COSECA CHE POI LORO SANNO COSA FARE. Magari la 6 Toscana, dico io.

 

Stamattina ho fatto la stessa domanda all’autista del camion della 6 Toscana che svuota i cassonetti. Lui mi ha indicato con il dito della mano il numero verde della 6 Toscana che aveva sullo sportello. Poi siccome mi vedeva perplesso ha aggiunto: “comunque lei avvisi un po’ tutti, vedrà che uno di loro è quello giusto!”

Quando si dice la saggezza!

Archiviato in: LA NOTIZIALA VITA DI PAESE

Tag:

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    A proposito di bombole abbandonate
    Uno di loro è quello giusto!

    Sempre interessante parlare di cose utili all’intera comunità.
    La segnalazione di Sergio Rubegni fatta qualche tempo fa su Facebook circa bombole di gas vuote abbandonate presso i cassonetti va apprezzata soprattutto per questo. Quasi una provocazione.
    Poi sono state dette cose giuste, altre non proprio esatte, ma soprattutto è mancata la domanda centrale: chi deve smaltire queste bombole abbandonate? Perché è sotto gli occhi di tutti: è un fatto che capita di continuo in paese. E anche fuori.

    Sulle bombole del gas ci sono molte imprecisioni anche da parte chi non dovrebbe proprio averle. La più incredibile e grave è quello sullo scoppio delle bombole. Quante volte si legge o si sente dire alla televisione “crollo di una palazzina PER SCOPPIO DI UNA BOMBOLA DI GAS”.
    È bene sapere che LE BOMBOLE DEL GAS NON SCOPPIANO, E NON SONO BOMBE. Ciò che esplode è un locale carico (saturo) di gas (basta una scintilla), cioè un locale che contiene aria (ossigeno) e gas, sia metano che GPL.
    Questo quando si parla di bombole in uso, più o meno piene di gas. Figuriamoci quando sono vuote! Evidentemente Sergio parlando di “bombe” voleva intedere “bombe ecologiche” e non certamente altro.

    Ritorniamo alle bombole abbandonate, in specie vicino ai cassonetti, ma non solo. Che non vadano abbandonate mai e in qualsiasi luogo mi pare talmente ovvio che non c’è ancora bisogno di parlarne.

    Sappiamo tutti che le bombole vuote vanno riportate al rivenditore dove sono state acquistate. Però, come nel caso in questione si tratta di bombole abbandonate e ovviamente senza la firma del proprietario. A questo punto, fatto da qualcuno “il danno” chi deve intervenire per la loro rimozione e smaltimento?

    Parrebbe una cosa semplice, ma in effetti le cose paiono un po’ ingarbugliate.

    In passato ho chiesto ai camion della spazzatura (ieri COSECA, oggi 6 Toscana) se potevano ritirarle, ma la loro risposta è stata netta per il no. Chiesto a chi dovevamo darle o farle ritirare la risposta era normalemnete: non lo so, si informi, di sicuro non a noi.
    Devo però dire che a fianco dei cassonetti davanti al mio negozio ho visto bombole di gas vuote stazionare per diversi giorni, poi non le ho più viste. Chi le abbia prese per me un mistero. Che però si verifica regolarmente.

    Sulla base dell’articolo di Sergio ho voluto approfondire la cosa e mi sono messo alla ricerca di risposte.
    Ovvio che il primo iterpellato sia stato proprio la 6 Toscana tramite il loro numero verde.
    La risposta è stata: le bombole devono essere restituite ai rivenditori. E questo lo sapevo anche io. Ma se invece non vengono resitutite e sono abbandonate in qualche parte del paese o fuori, chi deve interventire?
    Mi hanno fatto presente che per lo smaltimento di una bombola di gas si ha un costo sui 90/100 euro. Ad un certo punto mi hanno consigliato di prendere la bombola, caricarmela in macchina e portarla a Grosseto dal Busisi. Aggiungendo però che siccome è un privato questo avrebbe avuto un costo. Evidentemente mi ero spiegato male! Non è che io mi posso/devo mettere a fare un servizio di interesse pubblico con miei mezzi e a mie spese. Visto che non si riusciva a venirne a capo ho chiesto se potevo parlare con un superiore. Ho lasciato il mio numero e ci siamo sentiti due o tre volte. Con un l’indicazione da parte loro che se ci fosse una segnalazione di abbandono loro avrebbero fatto presente la cosa al Comune facendo poi un preventivo di spesa per lo smaltimento. (!?)
    A quel punto ho chiesto chi dovrebbe fare queste segnalazioni? Le può fare anche lei! Mi hanno detto. Ma io volevo sapere chi normalmente deve fare questa segnalazione ed esattamente a chi?
    Osservando peraltro che per quello che riguardab le bombole lasciate vicino qai cassonetti le persone più indicate mi parevano i loro operatori. Si, mi hanno detto, può segnalarlo anche ai nostri operatori. Si, ma se loro le vedano possono senz’altro fare la segnalazione alla sede loro stessi, senza che le debba intervenire un privato cittadino.

    A questo punto mi pare giusto interpellare i Vigili Urbani ci Grosseto che mi confermano: “fare presente all’autista che avvisi il COSECA CHE POI LORO SANNO COSA FARE. Magari la 6 Toscana, dico io.

    Stamattina ho fatto la stessa domanda all’autista del camion della 6 Toscana che svuota i cassonetti. Lui mi ha indicato con il dito della mano il numero verde della 6 Toscana che aveva sullo sportello. Poi siccome mi vedeva perplesso ha aggiunto: “comunque lei avvisi un po’ tutti, vedrà che uno di loro è quello giusto!”
    Quando si dice la saggezza!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.