37a FIERA DEL MADONNINO 23-26 Aprile 2015

*

fiera-del-madonnino-2015-grosseto-fiere

Forte di una popolarità indiscussa acquisita nel corso dei suoi 37 anni di vita e di uno charme particolare che la distingue da tante altre manifestazioni concorrenti, la Fiera del Madonnino è entrata a far parte di quegli appuntamenti che non necessitano di presentazioni ma hanno di diritto un posto nel bagaglio di “tradizioni” dei maremmani.
Non ci sono segreti o alchimie particolari alla base di questo successo ma solo una lunga serie di piccoli e significativi cambiamenti che di anno in anno hanno dato valore aggiunto all’evento. Dal lato prettamente commerciale la carta vincente è rappresentata dalla forte affluenza di pubblico, dalla varietà delle categorie merceologiche, dal fatto che molto spesso si possono concludere buoni affari contattando in fiera direttamente le aziende produttrici. Per gli operatori del settore il Madonnino rappresenta una vetrina eccellente ed irrinunciabile per mettersi in mostra. Il settore agricoltura è in continua e costante espansione con l’ 80% dello spazio espositivo che è occupato da questo comparto. Come per tutte le fiere agricole sarà necessario riportare le manifestazioni zootecniche all’interno della Fiera, facendo valere il rispetto dell’alternanza con Agriumbria nell’ organizzazione della Mostra Nazionale dei Bovini di Razza Chianina iscritti al libro genealogico che per la naturale calendarizzazione dovrà essere realizzata durante la 37° edizione della Fiera del Madonnino. Oltre alla suddetta manifestazione zootecnica, la fiera vedrà al suo interno  un’ esposizione di fauna locale e animali da cortile con una fattoria didattica dedicata, sarà allestita una apposita area dove alcuni esperti saranno a disposizione del pubblico con laboratori di giardinaggio e coltivazione delle piante da orto in terrazza e non mancheranno convegni a tema.
A coronare il tutto degustazioni guidate delle produzioni certificate della Maremma, il mercato della Filiera corta e il mercatino degli ambulanti.

17

16

19

22

26

Ingresso al pubblico: orario continuato 9.00-18.00

Prezzi: biglietto € 7,00

Parcheggi: gratuiti

Bus navetta gratuito da e per Grosseto: per ogni giorno di fiera a cadenza oraria, dalle ore 9,00 alle ore 16,30 con partenza dalla stazione e con fermate in viale della Repubblica Velodromo (lato tribune ingresso centrale) e via Senese fermata Ospedale.

Categorie merceologiche area coperta: Artigianato, Abbigliamento, Calzature e pelletteria, Alimenti e bevande, Articoli da regalo, Attrezzature per ufficio, Casalinghi ed affini, Attrezzature e prodotti per il commercio-comunità, alberghi, Elettronica, Elettrotecnica, Informatica, Mobili e arredamenti, Energie rinnovabili, Servizi in genere.

Categorie merceologiche area scoperta: Agricoltura e zootecnia, Macchine ed attrezzature agricole, Edilizia macchine e materiali, Floroivivaismo e giardinaggio, Macchine strumenti e Tecnologie per l’industria, Veicoli, Trasporti e relative attrezzature, Idraulica impianti di riscaldamento e condizionamento.

Punti di Ristoro: 
saranno tre, uno all’interno della palazzina direzionale nello spazio adibito a bar, uno nel piazzale espositivo adibito a pizzeria e un ristorante coperto nel piazzale espositivo.

 

Archiviato in: LA VITA DI PAESELE MANIFESTAZIONI

Tag:

RSSNumero commenti (4)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Forte di una popolarità indiscussa acquisita nel corso dei suoi 37 anni di vita e di uno charme particolare che la distingue da tante altre manifestazioni concorrenti, la Fiera del Madonnino è entrata a far parte di quegli appuntamenti che non necessitano di presentazioni ma hanno di diritto un posto nel bagaglio di “tradizioni” dei maremmani.
    Non ci sono segreti o alchimie particolari alla base di questo successo ma solo una lunga serie di piccoli e significativi cambiamenti che di anno in anno hanno dato valore aggiunto all’evento. Dal lato prettamente commerciale la carta vincente è rappresentata dalla forte affluenza di pubblico, dalla varietà delle categorie merceologiche, dal fatto che molto spesso si possono concludere buoni affari contattando in fiera direttamente le aziende produttrici. Per gli operatori del settore il Madonnino rappresenta una vetrina eccellente ed irrinunciabile per mettersi in mostra. Il settore agricoltura è in continua e costante espansione con l’ 80% dello spazio espositivo che è occupato da questo comparto. Come per tutte le fiere agricole sarà necessario riportare le manifestazioni zootecniche all’interno della Fiera, facendo valere il rispetto dell’alternanza con Agriumbria nell’ organizzazione della Mostra Nazionale dei Bovini di Razza Chianina iscritti al libro genealogico che per la naturale calendarizzazione dovrà essere realizzata durante la 37° edizione della Fiera del Madonnino. Oltre alla suddetta manifestazione zootecnica, la fiera vedrà al suo interno un’ esposizione di fauna locale e animali da cortile con una fattoria didattica dedicata, sarà allestita una apposita area dove alcuni esperti saranno a disposizione del pubblico con laboratori di giardinaggio e coltivazione delle piante da orto in terrazza e non mancheranno convegni a tema.
    A coronare il tutto degustazioni guidate delle produzioni certificate della Maremma, il mercato della Filiera corta e il mercatino degli ambulanti.

    Ingresso al pubblico: orario continuato 9.00-18.00

    Prezzi: biglietto € 7,00

    Parcheggi: gratuiti

    Bus navetta gratuito da e per Grosseto: per ogni giorno di fiera a cadenza oraria, dalle ore 9,00 alle ore 16,30 con partenza dalla stazione e con fermate in viale della Repubblica Velodromo (lato tribune ingresso centrale) e via Senese fermata Ospedale.

    Categorie merceologiche area coperta: Artigianato, Abbigliamento, Calzature e pelletteria, Alimenti e bevande, Articoli da regalo, Attrezzature per ufficio, Casalinghi ed affini, Attrezzature e prodotti per il commercio-comunità, alberghi, Elettronica, Elettrotecnica, Informatica, Mobili e arredamenti, Energie rinnovabili, Servizi in genere.

    Categorie merceologiche area scoperta: Agricoltura e zootecnia, Macchine ed attrezzature agricole, Edilizia macchine e materiali, Floroivivaismo e giardinaggio, Macchine strumenti e Tecnologie per l’industria, Veicoli, Trasporti e relative attrezzature, Idraulica impianti di riscaldamento e condizionamento.

    Punti di Ristoro: saranno tre, uno all’interno della palazzina direzionale nello spazio adibito a bar, uno nel piazzale espositivo adibito a pizzeria e un ristorante coperto nel piazzale espositivo.

  2. Granocchiaio ha detto:

    La 37° edizione della fiera del Madonnino, chiude con il record di presenze per i giorni festivi con trentamila presenze, registrate solamente nei due giorni di festa .
    Nonostante il periodo di difficile congiuntura economica, alla Fiera del Madonnino si è risvegliato l’ottimismo tipico degli imprenditori che hanno impreziosito con i loro stand il lay out della manifestazione.
    “Abbiamo rivisto il pubblico di una volta, quello che tutti gli espositori si attendono” commenta il Presidente Antonfrancesco Vivarelli Colonna, ” che non si è accontentato di fare una semplice visita alla manifestazione, ma si è recato nell’area fieristica per fare acquisti e trascorrere un’intera giornata in fiera come dimostrato dalle lunghe file ai ristoranti e ai punti di ristoro”.
    Grande successo ha ottenuto la Mostra Nazionale dei Bovini di razza Chianina per coinvolgimento diretto non solo per il mondo allevatoriale ma anche del visitatore occasionale.
    “Quando in una manifestazione di questa dimensione a livello organizzativo non si registrano inconvenienti” precisa il Direttore Carlo Pacini ” è già un successo, aver investito risorse sull’aumento delle aree adibite a parcheggio visitatori, ha consentito una regolare viabilità e un facile acceso all’area fieristica eliminando le criticità delle passate edizioni”.
    La Fiera del Mdonnino è una manifestazione unica per tutto il territorio regionale ed è giusto che acquisisca un’importanza non solo economica ma anche politica , necessaria per permettere a Grossetofiere di consolidare e rafforzare questa manifestazione e non far perdere al territorio maremmano il previlegio di averla.
    “Quello che vogliamo ” conclude il Presidente Antonfrancesco Vivarelli Colonna ” non è solo la condivisone ma la completa partecipazione di tutti gli Enti ed Associazioni del territorio alle nostre manifestazioni, perché oggi Grossetofiere è una società solida e strutturata ed in grado di porsi allo stesso livello dei più rinomati Centri Fiere Regionali.”

    Il Direttore
    Carlo Pacini

  3. nello ha detto:

    La Fiera è ormai un istituzione e come ogni anno ha un successo enorme, ma come ogni anno a fine manifestazione mi pongo (ma non credo sia il solo) la stessa domanda: perché chiude alle 18.00? Prima dicevano che non c’era l’illuminazione, un paio di anni fa fu inaugurata in pompa magna, ma il risultato è sempre lo stesso. Penso che potrebbe stare aperta almeno fino alle 20.00, l’ora legale permette una visibilità più che ottima e permetterebbe anche ai molti “bagnanti” (il 25 a Marina fino alle 17.00 ce n’erano molti sulla spiaggia)una visita prima di rientrare nelle loro città

    • Granocchiaio ha detto:

      Sono molto d’accordo con te!
      Specie nelle due giornate cruciali sarebbe come spezzare un po’ la pressione della massa pomeridiana……
      Senza contare che molti potrebbero approfittare per fare una merenda-cena!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.