Pronto ? Mi ascolta ? Filo diretto con il tuo gestore 12 Maggio – Braccagni

450gestori

Giovedì alle ore 21:00 nella Sala Parrocchiale di Braccagni

Il progetto: parlare direttamente con il funzionario commerciale del tuo operatore telefonico o di energia elettrica o di gas.
Un dialogo diretto per prevenire truffe, incomprensioni e risolvere i problemi dei cittadini.
Un organismo che tuteli gli anziani e le fasce più deboli della popolazione.
Uno osservatorio comunale che monitori la qualità dei servizi pubblici; un protocollo per la correttezza dei venditori porta a porta.
^^^
Al giorno d’oggi non esiste più un rapporto diretto con il responsabile commerciale dei gestori dei servizi pubblici essenziali.
I contratti di telefonia, ad esempio, vengono stipulati tramite call center al di fuori dei locali commerciali.
A volte bussano alla nostra porta agenti commerciali scorretti e senza scrupoli che ci ingannano su costi e tariffe.
Eppure stiamo parlando di servizi pubblici essenziali: se il telefono o internet o la luce o il gas non vengono correttamente erogati, verrà pregiudicata la nostra qualità della vita, le nostre attività professionali o imprenditoriali.
Anche dialogare con i gestori tramite i vari call center è particolarmente umiliante e frustrante.
Tutto questo minaccia la buona fede e i valori di giustizia, lealtà e onestà che costituiscono il fondamento di una sana comunità.
L’idea allora è quella di istituire uno sportello comunale che faciliti e agevoli il dialogo tra il cittadino vittima di un disservizio e il funzionario del gestore responsabile del disservizio.
Immagino un protocollo d’intesa che stimoli gli operatori di telefono, luce e gas ad adottare tecniche commerciali leali e trasparenti, specie in difesa degli anziani, e non solo.
Immagino uno osservatorio comunale che monitori la qualità dei pubblici servizi e si faccia portavoce dei reclami dei cittadini per risolvere rapidamente i disservizi.

Organizzato da Francesco Lenzerini

 

Archiviato in: LA NOTIZIALA VITA DI PAESE

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Giovedì alle ore 21:00 nella Sala Parrocchiale di Braccagni

    Il progetto: parlare direttamente con il funzionario commerciale del tuo operatore telefonico o di energia elettrica o di gas.
    Un dialogo diretto per prevenire truffe, incomprensioni e risolvere i problemi dei cittadini.
    Un organismo che tuteli gli anziani e le fasce più deboli della popolazione.
    Uno osservatorio comunale che monitori la qualità dei servizi pubblici; un protocollo per la correttezza dei venditori porta a porta.
    ^^^
    Al giorno d’oggi non esiste più un rapporto diretto con il responsabile commerciale dei gestori dei servizi pubblici essenziali.
    I contratti di telefonia, ad esempio, vengono stipulati tramite call center al di fuori dei locali commerciali.
    A volte bussano alla nostra porta agenti commerciali scorretti e senza scrupoli che ci ingannano su costi e tariffe.
    Eppure stiamo parlando di servizi pubblici essenziali: se il telefono o internet o la luce o il gas non vengono correttamente erogati, verrà pregiudicata la nostra qualità della vita, le nostre attività professionali o imprenditoriali.
    Anche dialogare con i gestori tramite i vari call center è particolarmente umiliante e frustrante.
    Tutto questo minaccia la buona fede e i valori di giustizia, lealtà e onestà che costituiscono il fondamento di una sana comunità.
    L’idea allora è quella di istituire uno sportello comunale che faciliti e agevoli il dialogo tra il cittadino vittima di un disservizio e il funzionario del gestore responsabile del disservizio.
    Immagino un protocollo d’intesa che stimoli gli operatori di telefono, luce e gas ad adottare tecniche commerciali leali e trasparenti, specie in difesa degli anziani, e non solo.
    Immagino uno osservatorio comunale che monitori la qualità dei pubblici servizi e si faccia portavoce dei reclami dei cittadini per risolvere rapidamente i disservizi.

    Organizzato da Francesco Lenzerini

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.