Buona Pasqua

I 66 formaggi migliori del mondo 2016: due sono Maremmani!

“Entrare nella selezione dei 66 formaggi tra oltre 3.000 formaggi da tutto il mondo è già un enorme successo! Cosa dire poi se un Caseificio vede due suoi prodotti entrare nei 66 superselezionati? È come partecipare alle finali per il Campionato del Mondo con due squadre della stessa nazione!”  

I più saporiti, profumati, che si sciolgono in bocca: sono i 66 formaggi appena premiati ai World Cheese Awards 2016, a San Sebastian. Ecco cosa assaggiare quest’anno

Il norvegese Kraftkar del produttore Tingvollost è il «campione dei campioni dei formaggi del 2016», il migliore in assoluto tra i 66 della lista delle meraviglie casearie più pregiate dell’anno appena premiate ai World Cheese Awards. Sono i premi più ambiti nel settore, e quest’anno sono stati assegnati durante lInternational Cheese Festival a San Sebastian.

I PREMI
Ormai alla ventinovesima edizione, ai World Cheese Awards partecipano i migliori prodotti di grandi e piccoli casari di ogni dove, poi sottoposti al severo parere di una giuria composta da 250 persone tra acquirenti, rivenditori, assaggiatori, giornalisti.
Quest’anno è stato da record: in lizza c’erano 3021 formaggi (quasi 100 in più rispetto all’anno scorso) provenienti da 30 paesi del mondo. I 250 giurati sono stati divisi in 66 gruppi di assaggio che hanno lavorato un giorno intero per comporre la SuperGold List. Tra questi un’altra giuria ancora più specializzata composta da 16 esperti ha scelto infine il migliore formaggio in assoluto, il «campione» continuando ad assaggiare e…fiutare.

I RISULTATI DI QUEST’ANNO
Scorrendo la lista si nota che predominano i formaggi spagnoli (29 su 66) ma anche che tra i paesi che si difendono meglio c’è proprio l‘Italia, con sei SuperGold, cominciando dal Parmigiano Reggiano che compare due volte con due produttori diversi, due volte pure i Maremmani del Caseificio il Fiorino e un Gorgonzola. Sei i Gold anche tra i formaggi del Regno Unito. La Norvegia, produttrice del «campione dei campioni», vanta in lista solo un altro formaggio.

COME SI SCEGLIE
I criteri presi in considerazione per la scelta sono moltissimi e diversi: oltre al sapore, c’è proprio l’odore, ma anche la consistenza, l’aroma la personalità complessiva di ciascun formaggio intesa anche come equilibrio perfetto tra sapore e stagionatura.

Scegliere non è affatto facile: le prove d’assaggio sono concentrate in una sola giornata, e poi bisogna essere davvero molto allenati e in grado di saper distinguere anche le minime sfumature tra un formaggio e l’altro.

Ed ecco gli italiani premiati

fiorino-fior-di-natura

9/66

FIOR DI NATURA SEMISTAGIONATO BIOLOGICO SEMISTAGIONATO CON CAGLIO VEGETALE, CASEIFICIO IL FIORINO SRL (ITALIA)

gigantino

19/66

RISERVA DEL FONDATORE PECORINO STAGIONATO NELLE CANTINE NATURALI DELLA FAMIGLIA FIORINI, CASEIFICIO IL FIORINO SRL (ITALIA)

51/66

NAZIONALE DEL PARMIGIANO REGGIANO LATTERIA SOCIALE DEL FORNACIONE (ITALIA)

53/66

NAZIONALE DEL PARMIGIANO REGGIANO LATTERIA SOCIALE BARCHESSONE, ITALIA

61/66

PARMIGIANO REGGIANO VACCHE ROSSE OLTRE 30 MESI, GRANA D’ORO (ITALIA)

50/66

GORGONZOLA PDO DOLCE, ARRIGONI BATTISTA (ITALIA)

 

E il vincitore è:

il-vincitore

1/66

KRAFTKAR, TINGWOLLOST (NORVEGIA)

È un erborinato norvegese con 12 mesi di stagionatura il formaggio migliore del mondo secondo la giuria del World Cheese Award 2016-2017.
Prodotto dall’azienda casearia scandinava Tingvollost, il Kraftkar si è aggiudicato il titolo di Formaggio Campione del Mondo nell’edizione numero 29 della competizione che si svolge a San Sebastian-Donostia, nei Paesi Baschi. Si è imposto sugli oltre 3000 formaggi iscritti al concorso più famoso al mondo dedicato esclusivamente ai formaggi (non sono in gara né yogurt, né panna, burro o altri latticini).

Il giurato Nick Tsioros, proprietario di Olympic Cheese di Toronto, si è detto convintissimo della scelta: “Questo blu è meravigliosamente equilibrato, friabile e al tempo stesso morbido e delicato sulla lingua”. Caratteristica vincente di questa forma è che la muffa si è sviluppata in modo regolareed emerge bene nel sapore del formaggio nel suo complesso.
Nella giuria internazionale che ha conferito ad unanimità al Kraftkar il punteggio più alto, figurano esperti provenienti da Australia, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Giappone, Italia, Messico, Regno Unito, Sudafrica, Spagna, Stati Uniti e Svezia.

Archiviato in: IL MANGIARE ED IL BERELA NOTIZIA

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    “Entrare nella selezione dei 66 formaggi tra oltre 3.000 formaggi da tutto il mondo è già un enorme successo! Cosa dire poi se un Caseificio vede due suoi prodotti entrare nei 66 superselezionati? È come partecipare alle finali per il Campionato del Mondo con due squadre della stessa nazione!”

    I più saporiti, profumati, che si sciolgono in bocca: sono i 66 formaggi appena premiati ai World Cheese Awards 2016, a San Sebastian. Ecco cosa assaggiare quest’anno

    Il norvegese Kraftkar del produttore Tingvollost è il «campione dei campioni dei formaggi del 2016», il migliore in assoluto tra i 66 della lista delle meraviglie casearie più pregiate dell’anno appena premiate ai World Cheese Awards. Sono i premi più ambiti nel settore, e quest’anno sono stati assegnati durante l‘International Cheese Festival a San Sebastian.

    I PREMI
    Ormai alla ventinovesima edizione, ai World Cheese Awards partecipano i migliori prodotti di grandi e piccoli casari di ogni dove, poi sottoposti al severo parere di una giuria composta da 250 persone tra acquirenti, rivenditori, assaggiatori, giornalisti.
    Quest’anno è stato da record: in lizza c’erano 3021 formaggi (quasi 100 in più rispetto all’anno scorso) provenienti da 30 paesi del mondo. I 250 giurati sono stati divisi in 66 gruppi di assaggio che hanno lavorato un giorno intero per comporre la SuperGold List. Tra questi un’altra giuria ancora più specializzata composta da 16 esperti ha scelto infine il migliore formaggio in assoluto, il «campione» continuando ad assaggiare e…fiutare.

    I RISULTATI DI QUEST’ANNO
    Scorrendo la lista si nota che predominano i formaggi spagnoli (29 su 66) ma anche che tra i paesi che si difendono meglio c’è proprio l‘Italia, con sei SuperGold, cominciando dal Parmigiano Reggiano che compare due volte con due produttori diversi, due volte pure i Maremmani del Caseificio il Fiorino e un Gorgonzola. Sei i Gold anche tra i formaggi del Regno Unito. La Norvegia, produttrice del «campione dei campioni», vanta in lista solo un altro formaggio.

    COME SI SCEGLIE
    I criteri presi in considerazione per la scelta sono moltissimi e diversi: oltre al sapore, c’è proprio l’odore, ma anche la consistenza, l’aroma la personalità complessiva di ciascun formaggio intesa anche come equilibrio perfetto tra sapore e stagionatura.

    Scegliere non è affatto facile: le prove d’assaggio sono concentrate in una sola giornata, e poi bisogna essere davvero molto allenati e in grado di saper distinguere anche le minime sfumature tra un formaggio e l’altro.

    Ed ecco gli italiani premiati

    fiorino-fior-di-natura

    9/66

    FIOR DI NATURA SEMISTAGIONATO BIOLOGICO SEMISTAGIONATO CON CAGLIO VEGETALE, CASEIFICIO IL FIORINO SRL (ITALIA)

    gigantino

    19/66

    RISERVA DEL FONDATORE PECORINO STAGIONATO NELLE CANTINE NATURALI DELLA FAMIGLIA FIORINI, CASEIFICIO IL FIORINO SRL (ITALIA)

    51/66

    NAZIONALE DEL PARMIGIANO REGGIANO LATTERIA SOCIALE DEL FORNACIONE (ITALIA)

    53/66

    NAZIONALE DEL PARMIGIANO REGGIANO LATTERIA SOCIALE BARCHESSONE, ITALIA

    61/66

    PARMIGIANO REGGIANO VACCHE ROSSE OLTRE 30 MESI, GRANA D’ORO (ITALIA)

    50/66

    GORGONZOLA PDO DOLCE, ARRIGONI BATTISTA (ITALIA)

    E il vincitore è:

    il-vincitore

    1/66

    KRAFTKAR, TINGWOLLOST (NORVEGIA)

    È un erborinato norvegese con 12 mesi di stagionatura il formaggio migliore del mondo secondo la giuria del World Cheese Award 2016-2017.
    Prodotto dall’azienda casearia scandinava Tingvollost, il Kraftkar si è aggiudicato il titolo di Formaggio Campione del Mondo nell’edizione numero 29 della competizione che si svolge a San Sebastian-Donostia, nei Paesi Baschi. Si è imposto sugli oltre 3000 formaggi iscritti al concorso più famoso al mondo dedicato esclusivamente ai formaggi (non sono in gara né yogurt, né panna, burro o altri latticini).

    Il giurato Nick Tsioros, proprietario di Olympic Cheese di Toronto, si è detto convintissimo della scelta: “Questo blu è meravigliosamente equilibrato, friabile e al tempo stesso morbido e delicato sulla lingua”. Caratteristica vincente di questa forma è che la muffa si è sviluppata in modo regolareed emerge bene nel sapore del formaggio nel suo complesso.
    Nella giuria internazionale che ha conferito ad unanimità al Kraftkar il punteggio più alto, figurano esperti provenienti da Australia, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Giappone, Italia, Messico, Regno Unito, Sudafrica, Spagna, Stati Uniti e Svezia.

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.