Buona Pasqua

anno 1932: Merca alla Fattoria degli Acquosti

1932 Fattoria degli Acquisti nella Maremma Grossetana

Pubblicato da Fabio Sabatini su Lunedì 19 dicembre 2016

Documento eccezionale del 1932 sulla merca del bestiame alla Fattoria degli Acquisti. Al tempo 00:16:48:09 si vede la mandria correre proveniente dalla Chiesetta, al successivo 16:53 si vede chiaramente la Villa con la torre dell’orologio, poi lo scorrere davanti alla porte dei magazzini e infine ai 17:18 i recinti e tutto il personale prono alla merca del bestiame. Probabilmente i più anziani potrebbero riconoscere i butteri, allora c’era Santi Quadalti, Achille Carboni e forse Beppino Gregori. Per conto mio credo di riconoscere mio nonno Francesco Tonini – allora capo officina – intento a fare fuoco per portare al rosso i ferri necessari alla marcatura delle bestie. Lo riconosco per il modo di tenere le mani, piuttosto che dalla sua figura: allora aveva solo 40 anni ed era arrivato alla fattoria da 8 anni proveniente da Pistoia.

Documento raro quanto affascinante ed emozionante!

Archiviato in: I RICORDI E I PERSONAGGILA NOTIZIA

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Documento eccezionale del 1932 sulla merca del bestiame alla Fattoria degli Acquisti. Al tempo 00:16:48:09 si vede la mandria correre proveniente dalla Chiesetta, al successivo 16:53 si vede chiaramente la Villa con la torre dell’orologio, poi lo scorrere davanti alla porte dei magazzini e infine ai 17:18 i recinti e tutto il personale prono alla merca del bestiame. Probabilmente i più anziani potrebbero riconoscere i butteri, allora c’era Santi Quadalti, Achille Carboni e forse Beppino Gregori. Per conto mio credo di riconoscere mio nonno Francesco Tonini – allora capo officina – intento a fare fuoco per portare al rosso i ferri necessari alla marcatura delle bestie. Lo riconosco per il modo di tenere le mani, piuttosto che dalla sua figura: allora aveva solo 40 anni ed era arrivato alla fattoria da 8 anni proveniente da Pistoia.

    Documento raro quanto affascinante ed emozionante!

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.