IL TOSCANO: artigiano del pane

Marco Lattanzi e Valeria Bevilacqua

Il panificio Il Toscano nasce dalla passione e dall’esperienza di Marco Lattanzi. Nato a Grosseto nel 1982, scopre sin da bambino la profonda bellezza della natura. Cresciuto in una splendida cascina nel cuore della Maremma Toscana, ha modo di apprezzare molto presto i doni della terra e il loro legame con la buona cucina. Nel 2001 si diploma all’istituto tecnico agrario, ma presto capisce che quella non è l’unica strada da seguire. Nel 2005 intraprende gli studi culinari, frequenta la scuola del Gambero Rosso a Roma classificandosi nelle prime posizioni. Successivamente prosegue la sua esperienza nel ristorante stellato di Valeria Piccini, Caino*, che si rivelerà fondamentale per il suo percorso formativo. Infatti è proprio in quegli anni che scopre la passione per il mondo della panificazione. Passione mai dimenticata anche quando decide di trasferirsi all’estero per inseguire la sua infinita voglia di conoscenza. Nel 2011 si trasferisce a Londra, iniziando il suo percorso come commis di cucina in una piccola trattoria fuori dal centro, per diventare nel 2013 sous chef di un ristorante nel cuore di Marylebone. Sono anni di continue sperimentazioni in cui definisce la sua tecnica. Il punto di forza dei suoi prodotti sono le lunghe lievitazioni, l’utilizzo del lievito madre e i sistemi di lievitazione indiretta. Nel 2014 si trasferisce in Puglia, dove decide di investire tutte le sue energie nel progetto del panificio Il Toscano. Tre gli elementi fondamentali alla base dei suoi prodotti, l’utilizzo esclusivo di ottime materie prime, di farine macine a pietra e lunghe lievitazioni, questa la firma della sua qualità.

Questo è quanto descrive succintamente su Facebook il mio amico Marco. Mi piace ricordare che subito dopo il diploma ha frequentato diversi Master of Food da me organizzati in quanto all’epoca fiduciario per Grosseto. Veniva tutto solo dall’Albinia a Grosseto nelle sere d’inverno e, con la sua faccia da bambino sereno, catturò subito la mia attenzione. Aveva una passione esagerata per tutto il campo dell’enogastronomia e già allora diceva che avrebbe voluto impiegarsi in quel campo: “non so esattamente cosa, ma di sicuro il mio futuro è nell’enogastronomia”. Dopo lo stage da “Caino” mi consultò perché pensava di aprire un pastificio vicino casa sua, alla Parrina, con dei grani antichi e con le vecchie procedure in fatto di lievitazioni. Facemmo anche dei preventivi accurati, ma ci trovammo a considerare che per partire ci sarebbero voluti finanziamenti troppo grandi. Poi venne l’occasione di Londra con mio grande piacere, perché gli avevo più volte raccomandato di andare a giro per il mondo a farsi ossa ed esperienza. Così è stato, si è fatto esperienza, si è chiarito le idee e ha trovata nella bellissima Valeria la compagna ideale per la sua vita. Di origine pugliese quando hanno deciso di rientrare hanno studiato bene le cose ed infine hanno messo in atto il progetto del Panificio Toscano. Impossibile descrivere la quantità di prodotti sforati giornalmente. Meglio andare al sito

https://www.facebook.com/panificioiltoscano/

Per quanto riguarda le mie impressioni ora mi gisterò con calma tutto quel ben di Dio che mia ha voluto mandare come Befana!

Grazie a Marco, a Valeria e all’erede bellssimo…….e come doveva essere se non bellissimo con due genitori cosi super?

 

Archiviato in: IL MANGIARE ED IL BERELA NOTIZIA

RSSNumero commenti (1)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Granocchiaio ha detto:

    Il panificio Il Toscano nasce dalla passione e dall’esperienza di Marco Lattanzi. Nato a Grosseto nel 1982, scopre sin da bambino la profonda bellezza della natura. Cresciuto in una splendida cascina nel cuore della Maremma Toscana, ha modo di apprezzare molto presto i doni della terra e il loro legame con la buona cucina. Nel 2001 si diploma all’istituto tecnico agrario, ma presto capisce che quella non è l’unica strada da seguire. Nel 2005 intraprende gli studi culinari, frequenta la scuola del Gambero Rosso a Roma classificandosi nelle prime posizioni. Successivamente prosegue la sua esperienza nel ristorante stellato di Valeria Piccini, Caino*, che si rivelerà fondamentale per il suo percorso formativo. Infatti è proprio in quegli anni che scopre la passione per il mondo della panificazione. Passione mai dimenticata anche quando decide di trasferirsi all’estero per inseguire la sua infinita voglia di conoscenza. Nel 2011 si trasferisce a Londra, iniziando il suo percorso come commis di cucina in una piccola trattoria fuori dal centro, per diventare nel 2013 sous chef di un ristorante nel cuore di Marylebone. Sono anni di continue sperimentazioni in cui definisce la sua tecnica. Il punto di forza dei suoi prodotti sono le lunghe lievitazioni, l’utilizzo del lievito madre e i sistemi di lievitazione indiretta. Nel 2014 si trasferisce in Puglia, dove decide di investire tutte le sue energie nel progetto del panificio Il Toscano. Tre gli elementi fondamentali alla base dei suoi prodotti, l’utilizzo esclusivo di ottime materie prime, di farine macine a pietra e lunghe lievitazioni, questa la firma della sua qualità.

    Questo è quanto descrive succintamente su Facebook il mio amico Marco. Mi piace ricordare che subito dopo il diploma ha frequentato diversi Master of Food da me organizzati in quanto all’epoca fiduciario per Grosseto. Veniva tutto solo dall’Albinia a Grosseto nelle sere d’inverno e, con la sua faccia da bambino sereno, catturò subito la mia attenzione. Aveva una passione esagerata per tutto il campo dell’enogastronomia e già allora diceva che avrebbe voluto impiegarsi in quel campo: “non so esattamente cosa, ma di sicuro il mio futuro è nell’enogastronomia”. Dopo lo stage da “Caino” mi consultò perché pensava di aprire un pastificio vicino casa sua, alla Parrina, con dei grani antichi e con le vecchie procedure in fatto di lievitazioni. Facemmo anche dei preventivi accurati, ma ci trovammo a considerare che per partire ci sarebbero voluti finanziamenti troppo grandi. Poi venne l’occasione di Londra con mio grande piacere, perché gli avevo più volte raccomandato di andare a giro per il mondo a farsi ossa ed esperienza. Così è stato, si è fatto esperienza, si è chiarito le idee e ha trovata nella bellissima Valeria la compagna ideale per la sua vita. Di origine pugliese quando hanno deciso di rientrare hanno studiato bene le cose ed infine hanno messo in atto il progetto del Panificio Toscano. Impossibile descrivere la quantità di prodotti sforati giornalmente. Meglio andare al sito

    https://www.facebook.com/panificioiltoscano/

Lascia una risposta

Devi essere iscritto per scrivere un commento.