A volte ritornano……CUGINE, NIPOTI, FIGLIE…..ANNI 70

archiviato in FOTO VIDEO E MUSICA, I RICORDI E I PERSONAGGI di in 10 Ottobre 2011 Popolare • views: 235

Stavolta anni 70

Cristina Pastorelli, Stefania Olivari, Susanna Tonini, Beatrice Tonini, Stella Tonini, Alessandra Tonini, Stefania Pastorelli

 

Anni ’60 questa volta!

Primi anni ’60, Villaggio Svedese, gioventù maremmana alla ribalta: da sinistra Franco Ciri, Gino Peccianti, Lele Bianchi, Rodolfo Tonini, XX. Roberto Tonini, Maurizio Bianchi, Carlo Meacci

Notare quasi tutti in cravatta e notare lo splendida mise di Roberto in completo bianco!!!!

 

 

PLAY BOY AL CAPEZZOLO ANNI 60ter

play boy anni ’60

444 X 280 bimbe ventaglio

Susanna, Beatrice, Stella, Alessandra, Letizia, Luisa e Carlotta

 

448 img379 NELLA E IL CECCHINO INTERA

La giovine maestra neo diplomata Nella Lolini con gli alunni delle elementari. Il più riconoscibile è senz’altro il Cecchino, Alessandro Pieraccini, nel pieno della sua magrezza, poi la biondissima Grazia Dottarelli in primo piano, tra il Cecco e Nella,  Rossella Contri, e a destra di Nella Carlina Brunacci.

Se qualcuno riconosce qualcuno fa un gran piacere se lo segnalerà: grazie

425img292 ELEMENTARI ALESSANDRA

 

chi si riconosce o sa indicare la sequenza dei nomi?

grazie alla loro maestra Nella Lolini per la foto

 

Rodolfo e Stella a cavallo

Rodolfo e Stella a cavallo

 

Carnevale davanti alla Chiesa a Braccagni

Carnevale davanti alla Chiesa a Braccagni

0. Xxx ?

  1. Guido Baroni
  2. Annamaria Pieraccini
  3. Rosanna Pieraccini
  4. Viviana Rossi
  5. Xxx ?
  6. Luciana Bartalucci
  7. Sergio Gepponi
  8. Xxx ?
  9. Xxx
  10. Xxx
  11. Manrico Dringoli
  12. Rodolfo Tonini (con maschera)
  13. Oria Pieraccini
  14. Mauro Cerretani
  15. Loano
  16. sorella di Loano
  17. xxx
  18. Agostina Carraresi
  19. Paola Bernasconi ?
  20. Doriana Costi
  21. Rossana Ferretti
  22. Xxx
  23. un Dringoli ?
  24. Luciano Bartalucci
  25. un Dringoli?
  26. Xzz
  27. Xxx
  28. Domenico Zarola
  29. Xxx
  30. Torero Mariani
  31. Xxx
  32. Alberto Costi
  33. Nella Lolini
  34. Xxx
  35. Tina Benocci
  36. Xxx
  37. Xxx
  38. Laura Pieraccini
  39. Gabriella Tanini
  40. Xxx
  41. Xxx
  42. Xxx
  43. Xxx
  44. Luigi Nisi
  45. Raffaello Tonini (con maschera)
  46. Roberto Tonini (con maschera da Paperino su ciclomotore Paperino)
  47. Viviana Pisacane
  48. Bruno Terzo
  49. Enrico Bernasconi
TORNEO SENESI 1969

TORNEO SENESI 1969

i due Francesco il primo è mio nonno il secondo è il nostro Papa

i due Francesco
il primo è mio nonno
il secondo è il nostro Papa

OTTAVIO TREMORI SGRANA MAIS

Tremori con il cignalino

Tremori con il cignalino

cugini Pieraccini da Cecco a Loisia

cugini Pieraccini da Cecco a Loisia

SCAPOLI AMMOGLIATIla mitica partita SCAPOLI-AMMOGLIATI (SEGAIOLI-CORNUTI)
A sinistra gli scapoli, a destra gli ammogliati
le corna di Maremmana sono rette da Aldo Tavarnesi
non facile a riconoscere, ma i meno giovani magari se la fanno……..
io 4 o 5 mi pare di averli riconosciuti…..429POLLAIO

 

Asilo anni '70

Asilo anni ’70

riconosco un aspirante barista, e una mi a figlia, poi per me è difficile……

450Generi-alimentaribottega di alimentari di una volta (drogheria)Talamone 16 agosto 1959Talamone 16 agosto 1959

da sinistra a destra: Mario Fregoli (detto l’Atleta), Paolo Fregoli (di recente qui a Braccagni), Beppe Nisi, Carlo Meacci (detto Ciriaco)

 

mascherine bimbeLaura Bentivoglio, Lucia Mariani, Stella Tonini, Beatrice Tonini, Letizia Tonini e Barbara Sonnini

torneo calcetto FERRAMENTA TONINI

torneo calcetto FERRAMENTA TONINI

Giorgio Tonini e Clary Pastorelli

Giorgio Tonini e Clary Pastorelli

Cheese 2009 - artisti di strada

Cheese 2009 – artisti di strada

Le bestie Chianine del Badoglino

Le bestie Chianine del Badoglino

Io e il Momo (Girolamo Santarelli)

Io e il Momo (Girolamo Santarelli)

chitarristi dei FOUR DEVILS

nello spettacolo nel Cinema Parrocchiale Braccagni

I Ramadan 17 (1968)

I Ramadan 17 (1968)

Rodolfo, Ugo (il Gaglino) e Bibi (Beatrice)

Rodolfo, Ugo (il Gaglino) e Bibi (Beatrice)

Susanna, Beatrice, Stella, Alessandra, Letizia, Luisa e Carlotta Tonini

Susanna, Beatrice, Stella, Alessandra, Letizia, Luisa e Carlotta Tonini

 

CLASSE 1946 NELLA CLASSE DEL 1956

CLASSE 1946 NELLA CLASSE DEL 1956

 

1972 e dintorni

1972 e dintorni

 

 

incontro a Rocca di Monemassi 9 febbraio 2009

incontro a Rocca di Montemassi 9 febbraio 2009

Arturo Vannini ad una certa età: complimenti, come il vino buono con l'età si migliora!

Arturo Vannini ad una certa età: complimenti, come il vino buono con l’età si migliora!

 

Arturo Vannini da giovane

Arturo Vannini da giovane

cena-daltri-tempi-001

da sinistra a destra: Leone Massini, Domizio Meacci (Il Biri), Alfiero Pieraccini (la Pinzacchia), Pierino Pieraccini e Otello Pieraccini (il Ranzani)

393_compleanno-nonna

i 100 anni di Dosolina Ciardi

nonna Stella Menichini e nonno Francesco Tonini

nonna Stella Menichini e nonno Francesco Tonini

evregreen

evregreen

troppo facili da indovinare......... o no?

troppo facili da indovinare………
o no?

al ballo sotto la pergola del Tavarnesi

anni ’60 a Braccagni

Alessio Ramazzotti, sua moglie Derna e un giovanissimo Fabrizio Sonnini

Alessio Ramazzotti, sua moglie Derna e un giovanissimo Fabrizio Sonnini

Giugno  1973

Kirk Douglas de noantri

il Kirk Douglas di casa nostra………………..

Il Frustalupi al Moderno con Nini Rosso

Il Frustalupi con il gruppo “Armando e gli scapoli” al Moderno con Nini Rosso

a sinistra Virgilio Rigutini (origine Acquisti), Nini Rosso, Il Frustalupi (Marino Nocciolini) seduto sulla batteria e dietro di lui Armando Mantiglioni cantante storico dei Maya con il sottoscrittto, Roberto Berti, Umberto Betti e Girolamo Santarelli (il Momo)

qui di sotto uno dei più famosi successi di Nini Rosso

lo zi' Lorenzo (Lorenzino Meschinelli)

lo zi’ Lorenzo (Lorenzino Meschinelli)

lo zi’ Lorenzo ad una ribotta a casa del Penni (Silvano Cittadini), maggerini di Braccagni anni 70/80

Lorenzino, già maestro della banda di Montepescali e suonatore di Flicorno e altri strumenti, suonava nella squadra del Maggio con un Banjo

leggendaria la sua resistenza nella notte nei confronti dei più giovani ai quali raccomandava: “pochino, ma spesso”, riferendosi alle bevute di vino

Ciotti rifornimento a Lancia vintage

Ciotti rifornimento a Lancia vintage

Cammielo (Carmelo Causarano)

Cammielo (Carmelo Causarano)

ciclisti per caso

Allora vediamo un po’ di nomi di questi fantastici cicloamatori

Nella seconda fila, in piedi riconosciamo il secondo come Edo Ciardi,  bene il terzo, che appunto è Bruno Terzo, poi uno splendente Biri (Domizio Meacci, il tassista del paese), il quinto è il Tegardi, il settimo Febo Bonelli, il decimo Beppone di Fruzzico, l’undicesimo che io avevo scambiato per il Ranzani, pare sia il Lancia Senior (salvo verifica). Poi Moreno Venturi e infine un giovanissimo Giovanni Zanchi.

In prima fila, in basso

Si riconoscono bene Fabrizio e Gabriele Sonnini col babbo “il Ciotti”, poi Carlo Pondini, il Gaghe (Riccardo Martini), il Muccolino (Enzo Dringoli), altri non riconosciuti.

Sempre disposti e ben felici ad aggiornare altri riconoscimenti.

Grazie

foto lato sinistro

foto lato sinistro

foto lato destro

foto lato destro

il benzinaio è il Ciotti (Ivano), è facile ma il motorino cos'è e di chi è?

il benzinaio è il Ciotti (Ivano), è facile
ma il motorino cos’è e di chi è?

incredibile: il Granocchiaio a cavallo!

incredibile: il Granocchiaio a cavallo!

Edo Ciardi

Edo Ciardi

Album da disegno Giotto

Album da disegno Giotto

Rione Aurelia

Rione Aurelia

 

Matilde Cprsani xxxxxxx MARISA VELTRONI

Matilde Corsani – Beppina Bianchi –  Marisa Veltroni

Granocchiaio - Oyster Bay Sidney - novembre 1975Granocchiaio – Oyster Bay Sidney – novembre
1975

 

Raggio Mencacci con cignali e cignalini

Raggio Mencacci con cignali e cignalini

MARINO CARLO ANTRO

Carlo Pondini e Marino Nocciolini (il Frustalupi)

all’Antro dei Cinque

Alfredo Ciurli

Alfredo Ciurli

la dogana di Benigni e Troisi: un superclassico!

rid CUCCO CINESE

Nello Anselmi (il Cucco)

forse la più riuscita maschera per la sfilata dei Rioni a Braccagni

rid Graziella Bisti rid

mitica! riconosco il “Caribù” (detto anche Ercolino) e forse il Sapienzino…..

chiedo aiuto a chi sa……………..

SQUADRA MAGGERINI PIAN DEL BICHI

Squadra dei Maggerini di Pian del Bichi Anno 1949

Da sinistra a destra:

Renzo Poli sassofonista, Renato Poli, Sisto Brunetti, Giovanni Rossi (poeta), Enzo Fratiglioni, 5° 6° e 7° sconosciuti, poi il fisarmonicista  Rino Poli e l’ultimo sconosciuto

Davanti le due ragazze sono Marisa Rossi e la sorella Miriana, al centro sconosciuto

(foto originali di Enzo Rossi, il Friscìo)

FRUSCIO SUL CARRO

Enzo Rossi (il Fruscìo) con il carro delle vacche maremmane Bruna e Bellapenna

Dietro con la barra falciante il Capo Bifolco dell’Amministrazione Grottanelli Polido Amerighi, di Montepescali

(foto originali di Enzo Rossi, il Friscìo)

CONFORTA-rid

Conforta Calussi, sposa di Ottavio Tremori (vedi sotto) e nonna di Bruno Terzo (il Popi)

TREMORI-CIGNALINO-rid-rid

Ottavio Tremori (con cignalino)

INAUGURAZIONE-ASILO-PRANZO-RAGAZZE-rid

 

Caterina Zarola, Amalia (del Meno), Laura Pieraccini (Cioccolata), Gabriella Tanini (Pimpinella), Mauro Cerretani (Garallino), Vera Falciani, mamma Tanini

nocciolini-maghetto-e-dumbo-rid

Oreste Nocciolini (il Camone o Caprino), Alessandro Taurelli (il Dumbo), Marino Nocciolini (il Frustaluli), Gianfranco Meacci (il Maghetto), Nazzerno Nocciolini (il Bersagliere)

tutti abitanti vintage di Via Giuseppe Bandi

(anni ’60)

fruscio x 3

quello di mezzo è il Fruscìo (Enzo Rossi)

chi sono gli altri due?

risposta: a sinistra Silvano Cittadini (detto il Penni) e a destra Giuseppe Mazzini

non quello della Giovane Italia………

fruscio e compagnia

Il Fruscìo (Enzo Rossi) e una bella compagnia…….

(seconda metà degli anni ’50)

Allora, un po’ di nomi ve le do io perché pare sia un po’ troppo difficile

in basso, da sinistra:

il Fruscìo (Enzo Rossi) con un piccolo Mauro Bianchi, Slavatore Melissano

in seconda fila, da sinistra:

Lorenzina Rabazzi, la maestra Polvani di Montepescali e sua nipote

In alto, da sinistra:

Elio (xxx), Mirio Rossi (il Pipillo), il Serini, e Sergio Bindi (Druscione)

Bella storia eh?

 

depliant della BRAIMA

 

il muratore Capo Mastro Bruno “il sordo”

 

i potini

 

Assuntina e Silvio Ceccarelli

 

il congedo di Etrusco Lolini

 

ginnastica a scuola

 

Il coro Livallia in Vaticano

 

il Falchettoe il Gallo

 

Ada Ferretti

Rodolfo Tonini e Marino Nocciolini (Frustalupi)

il mitico NANNI BONELLI

quanto i butteri erano butteri: Betto

 

Forca Automatica Posteriore FAP

 

il Tacchino e la Billa

 

quando si suonava con la chitarra di legno

il Maggio mi ha messo in mutande

le tre grazie

scuola elementare di Montepescali in gita a Collodi

Assuntina spenna, Silvio aspetta

la Regina Madre

 

tre del 1972

 

Coro Livallia in Vaticano

 


 

 

bersagliere con mamma

 

 

donna dagli occhi di gattto

piccolo Popi

 

6 giovinetti di altri tempi

alle corse

la gatta Bianchina

donna con gli occhi di gatto


Seguici e metti mi piace su::

Tags: ,

Riguardo l'Autore ()

COMMENTI (103)

Rintraccia l'indirizzo | Commenti RSS Feed

  1. Granocchiaio ha detto:

    Incredibile: il Granocchiaio a cavallo!

  2. Granocchiaio ha detto:

    un mito: il distributore della Shell del Ciotti e del Ramazzotti!

    e ora se ne vedranno di belle foto: personaggi mitici in anni favolosi: gli anni 50 e 60

  3. Granocchiaio ha detto:

    a proposito sulla foto precedente (il Ciotti che fa rifornimento ad un motorino) siamo ancora alla ricerca del tipo, e magari del proprietario, ci hanno detto che con la targa
    GR 11611
    al PRA ci dovrebbero dare tutti i dati necessari
    invito chi ha conoscenze da quelle parti o tempo per andarci a fare questa preziosa ricerca e comunicarcelo

    grazie

  4. Granocchiaio ha detto:

    Questa più che una foto è un monumento! Una manifestazione di cicloamatori braccagnini D.O.C.

    Si sa che fu organizzata dal Ciotti (Ivano Sonnini) assieme a Truciolo (Febo Bonelli), ambedue presenti nella foto

    Per il resto cercate voi………ci sono personaggi incredibili!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Granocchiaio ha detto:

    Onde facilitare il riconoscimento ho ingrandito la foto dividendola in due: lato sinistro e lato destro
    Credo con risultati apprezzabili

  6. Granocchiaio ha detto:

    Allora vediamo un po’ di nomi di questi fantastici cicloamatori
    Nella seconda fila, in piedi riconosciamo bene il terzo, che appunto è Bruno Terzo, poi uno splendente Biri (Domizio Meacci, il tassista del paese), il quinto è il Tegardi, il settimo Febo Bonelli, il decimo Beppone di Fruzzico, l’undicesimo che io avevo scambiato per il Ranzani, pare sia il Lancia Senior (salvo verifica). Poi Moreno Venturi e infine un giovanissimo Giovanni Zanchi.
    In prima fila, in basso
    Si riconoscono bene Fabrizio e Gabriele Sonnini col babbo “il Ciotti”, poi Carlo Pondini, il Gaghe (Riccardo Martini), altri non riconosciuti.
    Sempre disposti e ben felici ad aggiornare altri riconoscimenti.
    Grazie

    pare che l’anno sia il 1974……

  7. Granocchiaio ha detto:

    Uno splendido Cammielo (Carmelo Causarono) d’annata, con due caratteristiche inedite:

    1° non è come al solito secco come la morte secca

    2° è pure bellino………………..

  8. Granocchiaio ha detto:

    il Ciotti alle prese con una Lancia d’epoca

  9. Granocchiaio ha detto:

    lo zi’ Lorenzo ad una ribotta a casa del Penni (Silvano Cittadini), maggerini di Braccagni anni 70/80

    Lorenzino, già maestro della banda di Montepescali e suonatore di Flicorno e altri strumenti, suonava nella squadra del Maggio con un Banjo

    leggendaria la sua resistenza nella notte nei confronti dei più giovani ai quali raccomandava: “pochino, ma spesso”, riferendosi alle bevute di vino

  10. Granocchiaio ha detto:

    Il Frustalupi in una foto storica con il gruppo “Armando e gli scapoli” al Moderno con Nini Rosso, con
    a sinistra Virgilio Rigutini (origine Acquisti), Nini Rosso, Il Frustalupi (Marino Nocciolini) seduto sulla batteria e dietro di lui Armando Mantiglioni cantante storico dei Maya con il sottoscritto, Roberto Berti, Umberto Betti e Girolamo Santarelli (il Momo)

    degli altri due non ricordo il nome

    Credo sia stato il momento più alto per il mio primo batterista della vita, e primo grande amico dell’adolescenza, il Frusta(lupi)

    Finchè è stato a Braccagni siamo stati inseparabili, poi si è sposato a Follonica e l’ho rivisto dopo 40 anni alla presentazione del mio libro………………

  11. Granocchiaio ha detto:

    scoperto il Kirk Douglas di casa nostra: caccia all’identità!

  12. Granocchiaio ha detto:

    Alessio Ramazzotti, sua moglie Derna Rossi, e un giovanissimo Fabrizio Sonini (foto del giugno 1973)

    Una chicca, i nome dei primi 2 gestori del distributore della Shell: Alessio Ramazzotti, Ivano Sonnini e Guelfo Pieraccini!!! Quest’ultimo una vera scoperta per me, ma penso per molti.
    Anno di apertura del distributore: 1954, cioè l’anno prossimo si festeggerà il 60° compleanno

    Nota: Alessio fu dei uno dei primi estimatori delle gite domenicali con la sua signora apprezzando enormemente quelli da lui definiti come “PITINICCHI”, italianizzando l’esterofilo Picnik

  13. Granocchiaio ha detto:

    i giovani di Braccagni negli anni ’60

  14. nello ha detto:

    Non sono il Granocchiaio che pone foto e con esse ricordi, ma vorrei avere informazioni. Nei giorni scorsi è deceduto un Malentacchi (non ricordo il nome, forse Marcello) nei sentieri di Pietra Tonda. Vista la pagina (ripeto il Granocchiaio l’ha impostata per altri motivi, ma mi sembra che nel caso sia indicata) chiedo informazioni. Il giornale riportava che era nato e vissuto, sembra fino all’adolescenza, a Braccagni nel 1947. Più o meno è mio coetaneo, ma proprio non lo ricordo (contrariamente a Mario, con cui sono sempre stato in contatto, ed altri Malentacchi che ho ritrovato anche di recente). Si può sapere qualcosa di più? In fondo era, oltre che braccagnino, una persona che aveva fatto molta strada a livello europeo nei Sindacati metalmeccanici

  15. Granocchiaio ha detto:

    fin troppo facile indovinare chi sono……….
    oppure no?

  16. Granocchiaio ha detto:

    Grinzetta ed i suoi amici

  17. Granocchiaio ha detto:

    Nonna Stella Menichini (classe 1894) e nonno Francesco Tonini (classe 1892) i nonni più nonni mai esistiti

  18. Granocchiaio ha detto:

    Cent’anni
    ……e quattro giorni oggi!

    Mi sono lasciato scappare i cento anni di una nostra paesana. Non facciamo sul blog festeggiamenti e auguri ad ogni piè sospinto. Ma certo 100 anni sono 100 anni.

    Li ha fatti il 14 luglio Dosolina Ciardi, per tutti Dosola, la moglie di Brencio, al secolo Alfredo Pasquini.

    Gestivano assieme un piccolo alimentari nella prima casetta a sinistra di Via Aurelia Nord. Quella che poi è divenuta proprietà dei Filadelfi. A sinistra c’era il negozio di alimentari, e a destra c’era il negozio del Micio, Silvio Ferretti, uno dei tre barbieri che avevamo all’epoca a Braccagni. C’era di tutto, dai salumi affettati con la bellissima affettatrice a mano, alla verdura che Brencio andava a comprare quasi giornalmente Grosseto con la sua giardinetta. Era talmente vasta la gamma degli articoli trattati che ad un certo punto si misero a vendere anche cartucce e altri articoli per cacciatori.

    Mentre Brencio aveva a modo suo una vita abbastanza mondana (cacciatore, giocava a carte al bar), Dosola si limitava a servire al banco con calma e senza tante smancerie. Non che fosse severa, ma insomma era assai raro vederla sorridere. Forse per questo quando raramente lo faceva era ancora più bella e simpatica.

    Dosolina abita ora a Grosseto. Ho saputo solo ora che ha compiuto i 100 anni, che sta da sola, e mi dicono, senza nemmeno una badante o un parente in casa. Solo sua sorella Marise, vedova di Armando Sonnini, la va a trovare ogni tanto. Segno che si è mantenuta davvero bene.

    Prendo quindi l’occasione per far gli auguri a nome di tutto il paese, e come si usa dire: 100 di questi giorni! Intesi come compleanni, è chiaro.

    un grazie a Nello Lolini che mi ha segnalato la cosa

    • viviana ha detto:

      .. ma grazie, grazie tante per aver segnalato la notizia! Chi non ricorda Brencio e Dosolina ? Due figure storiche per noi di Braccagni . Quanti bei ricordi legati a loro due , alla attività che avevano . Eravamo proprio una comunità minima che condivideva ogni evento , una grande famiglia con contrasti e diversità di opinione , ma alla quale ci sentivamo profondamente legati . Altri tempi , altra partecipazione ..

      • nello ha detto:

        E’ vero, Viviana, altri tempi ed altra partecipazione. Se però pensi bene (e lo avrai notato nelle tue poche venute)la via Aurelia (al di là della suddivisione fra nord e sud) è praticamente la stessa (solo proprio nuovi i due stabili costruiti dal Baroni). Il Granocchiaio ha fatto una sintesi del due Brencio-Dosola, ma io ricordo la loro bottega (con quella del Micio) come salotto bono di Braccagni: tutti ci capitavano con discussioni a non finire politiche, sportive (Brencio grande interista, Ulderigo juventino, Micio fiorentino) e di caccia, perché la bottega era quella classica dei paesini dove ci trovavi in pratica di tutto (Brencio oltre che cacciatore aveva l’armeria del paese e zone limitrofe). Forse molti non ricordano, ma per un periodo in quella bottega fu messa la televisione e specie d’estate faceva concorrenza a Quirino, altra mitica figura del tempo che fu, in quanto serviva bibite e gelati ma soprattutto, forse anche per l’ampiezza, era più fresca della sala Tavarnesi (e non c’era rischio di rimanere affumicati dalle vampate di toscano di Quirino).
        Ora Dosola ha raggiunto una meta importante, non avrà festeggiato con un gol al Maracanà come Pirlo (ex interista per ricordo del suo Brencio), ma lo ha fatto sempre abbastanza in salute anche se sicuramente, incontrandola, ci elencherà migliaia di acciacchi, ma chi, come me, la conosce bene non ci farà caso: li elencava già 50 anni fa.
        AUGURONI DOSOLINA.

  19. Granocchiaio ha detto:

    Stavolta ritornano i leoni del Braccagni: da sinistra a destra: Leone Massini, Domizio Meacci (Il Biri), Alfiero Pieraccini (la Pinzacchia), Pierino Pieraccini e Otello Pieraccini (il Ranzani)

  20. Granocchiaio ha detto:

    Questa volta si va in alto, alta quota per Montepescali, alta classe per Arturo Vannini
    Con gli anni ha fatto come i migliori vini: è migliorato pure!

  21. Granocchiaio ha detto:

    grandi chef, grandi produttori, grandi degustatori………..

  22. Granocchiaio ha detto:

    stavolta so tosti per davvero!!!

  23. Granocchiaio ha detto:

    1972 e dintorni
    grazie alla foto pubblicata da Cristina Bernasconi

  24. Granocchiaio ha detto:

    LA CLASSE 1946 NELLA CLASSE DEL 1956.
    Ne riconosco pochi, ma ci provo. Da sinistra a destra. Luciana Nesi, Giuseppina Fregoli, mio fratello Rodolfo, Paola Bernasconi, Mauro Vannini, Bruno Terzo, Beppino Bisti…………oltre non vado, perché andrei sul mi pare…….
    L’insegnante dovrebbero essere la maestra Monaci, non ricordo il nome.
    Magari i diretti interessati, per esempio Bruno e Giuseppina, potranno darci indicazioni in merito.

    • Viviana ha detto:

      A me fa tanto effetto rivedere i nostri banchi.
      Erano quelli di legno, verniciati, con la parte superiore con le scanalature per le penne, il vuoto per il calamaio. Questi nelle foto appaiono nuovi, hanno un colore brillante. Di lì a poco avrebbero perso gran parte del loro aspetto originale, sarebbero diventati oggetto del lavoro da scultore dei maschi che con ogni attrezzo, casualmente rimediato, avrebbero incominciato a scolpirli lasciando tracce della loro abilità manuale . Nomi di compagne graziose, frasi d’amore, qualche parolaccia dalla funzione catartica, i nostri banchi sarebbero diventati pagine di quaderno, fogli di libri personali, appunti di malinconiche giornate, sospiri per amori infantili non corrisposti. Sarebbero rimasti a testimoniare il passaggio di generazioni di alunni, ognuno con le sue paure, con le sue difficoltà ma anche con la soddisfazione di sapere che in quelle aule, su quei banchi, si era avviato il nostro cammino verso conoscenze ulteriori. Stavamo crescendo tutti insieme, ma presto ci saremmo persi di vista, la vita avrebbe riservato occupazioni diverse, lontane .
      Difficile immaginare che avremmo avuto occasione di rivederci. Quasi impossibile supporre che un giorno avremmo potuto sorridere insieme ricordando i nostri primi anni di scuola su quei banchi di legno.
      Grazie a chi ha lavorando perchè si potesse realizzare questo nostro incontro.

  25. Granocchiaio ha detto:

    Susanna, Beatrice, Stella, Alessandra, Letizia, Luisa e Carlotta Tonini
    Tutte specialità della casa

  26. Granocchiaio ha detto:

    Rodolfo, Ugo (il Gaglino) e Bibi (Beatrice)

  27. Granocchiaio ha detto:

    I Ramadan 17 (1968)
    da sinistra a destra: Mauro Roggi – chitarra basso e canto, Eldo Gorelli canto, Viviano Gorelli batteria, Roberto Mannucci (il Mèno) tastiere e canto, Roberto Tonini chitarra elettrica

    ringrazio per la foto prestata il Mèno

  28. Granocchiaio ha detto:

    Io e il Momo (Girolamo Santarelli), mio primo maestro di chitarra
    Spettacolo nel Cinema Parrocchiale Braccagni, primi anni ’60

  29. Granocchiaio ha detto:

    Questo fu “il mio debutto” ufficiale come chitarrista. Il Momo fu il mio primo maestro, quello che mi disse “te ce la farai” quando mi senti eseguire il giro armonico di “Quando calienta el sol” dove, se non ricordo male, gli accordi venivano suonati in tempo di “sestine”!
    Gli altri compagni di avventura furono il Frustalupi (Marino Nocciolini) alla batteria e il Mèno (Roberto Mannucci) al pianoforte.
    Le cantanti come “voci alla ribalta” : le sorelle Luciana, Franca e Pia Nesi, la Pimpinella (Gabriella Tanini) e Ilda Rossi, moglie del Lilli (Liliano Rossi).
    Seguiranno foto singole e di gruppo.
    Notare gli elegantissimi smoking bianchi cuciti a mano dal sarto Giuseppe Zarola su disegno di Roberto Tonini.

    • Granocchiaio ha detto:

      Come prevedibile sono arrivate le domande per sapere che chitarre erano……
      La mia era un Framus comprata nuova dall’Olmi di Grosseto con i finanziamenti di nonno Cecco. Costo 60.000 lire dei primi anni ’60, mi sa che erano diversi soldini. A non averla venduta oggi varrebbe una mezza fortuna.
      Anche quella del Momo è una Framus. Non ricordo se era sua o prestata. Ma il Flaminio mi ha ricordato che il colore (quel bianco incredibile) è opera del “cinese”, cioè di Antonio Fedeli , batterista mitico di quegli anni. Raccontò poi che – secondo lui – con la sua “speciale vernice” gli aveva migliorato anche il suono (!!!???). Noi suonammo quella sera con un amplificatore da 5 Watt, tutti e due sullo stesso amplificatore: no comment!

  30. Granocchiaio ha detto:

    Quando il Badoiglino c’aveva sempre le bestie Chianine……………

Lascia una risposta