Buona Pasqua

Cartoline del paese

Brcacagni con Nanni BonelliBraccagni e Nanni Bonelli

braccagni dall'alto

Braccagni dall’alto

Braccagni da Vallincupo

Braccagni da Vallincupo

RSSNumero commenti (15)

Lascia una risposta | Trackback URL

  1. Il Granocchiaio ha detto:

    di questa roba ce n’ha tanta anche il moderatore……..

    solo che volesse………………………….

  2. viviana ha detto:

    A che anno , più o meno , risale la foto di Braccagni da Vallincupo ?

    • il Granocchiio ha detto:

      salvo verifiche più precise dovrebbe essere tra il 1964 e il 1968

      il punto di partenza sono “le case rosse”, ma sto verifiando altri parametri………

  3. Carlo Vellutini ha detto:

    Nell’ambito di un dibattito sullo sviluppo di Braccagni, del polo intermodale ecc. ecc. non sarebbe male una bella mostra fotografica che testimoni il cambiamento del paese nel corso di questi decenni…

  4. sentinella ha detto:

    Una bella mostra fotografica che testimoni le trasformazioni avvenute a Braccagni sarebbe una cosa meravigliosa. Ma basterebbe anche meno: una mostra fotografica sui luoghi e le persone oggi di Braccagni (e dintorni). Sarebbe una cosa attuale, ma che tra qualche anno ci mostrerebbe i cambiamenti avvenuti sotto i nostri occhi. Pensate: se oggi potessimo rivedere la bottega di Guerrino, Spartaco, Plinio, Rina, il distributore del Meacci, il cavallo del’acqua, etc…che bel viaggio a ritroso nel tempo. Però occorre chi le faccia queste cose. Negli anni 90 proprio La Sentinella si è data da fare in tal senso, ma ora le cose sono cambiate. Per questo quando ho sentito parlare di una eventuale pro-loco l’idea mi era piaciuta. Ma anche in questo caso occorrono fatti e non discorsi.

  5. Carlo Vellutini ha detto:

    L’idea che lanciavo di una mostra fotografica si traduce proprio in una rivisitazione del nostro paese. Riflettendo su quello che viene scritto, infatti, si inizia a vedere che, seppur breve, anche la nostra realtà ha una storia. Magari non è fatta di bellezze culturali (castelli, chiese o quant’altro), ma ha tanti personaggi, tanti angoli che ripercorrono la vita della nostra frazione. In questo senso si inserisce anche l’esposizione delle foto sullo sviluppo urbanistico di Braccagni.
    Anche io sono convinto che una Pro Loco potrebbe essere una bella iniziativa…tanto più se dalla prossima legislatura (o consigliatura, come alcuni atti recitano) comunale dovessero realmente scomparire le circoscrizoni. In quel caso chi si farà portavoce dei problemi di Braccagni? Una Pro Loco, oltre ad organizzare eventi, potrebbe farsi carico di illustrare le necessità della nostra realtà in sede comunale.
    Per quanto riguarda la mostra, ma anche lo sviluppo di Braccagni si potrebbe veramente ripartire laddove si era lasciato: cioè dalla dal convegno-domanda de La Sentinella “Ma che paese è questo?” del 1993 (o ’94???). Ad oltre 15 anni di distanza possiamo cercare di riflettere su “ciò che siamo diventati e cioè che diventeremo”….

  6. Granocchiaio ha detto:

    La cosa pare piaccia a molti. Si tratta di vedere come, dove e quando farla.

    Come
    Fare una classica mostra delle foto in un locale apposito o predisporre un pagina ad hoc sul blog?
    La prima è forse più bella ma la vedo anche molto impegnativa. La seconda potrebbe sembrare visitabile da meno, ma non è detto, potrebbe essere anche di più…………….. e poi potrebbe essere il trampolino per fare quella in carne ed ossa da qualche parte.

    Penso in particolare che la cosa potrebbe suscitare un certo interesse e con un passa parola si potrebbero raccogliere foto dappertutto e da chiunque.
    Si da inoltre il vantaggio che una volta scannerizzata la foto viene immediatamente pubblicata mentre l’originale rientra subito in possesso del proprietario…..

    Dove
    Prima sul blog e poi, in un secondo momento, una volta raccolte e ordinate per tema e per altri parametri, fare magari la mostra – per esempio – all’asilo.

    Quando
    Con questi parameri si potrebbe lanciare l’iniziativa anche subito

    Che ne pensate?

  7. sentinella ha detto:

    Che l’idea funzioni non c’è dubbio: anche ieri ci ha scritto un ex-braccagnino amico del Caribù, Gabbione, Peo, il quale si è riconosciuto in una foto pubblicata sul blog.
    Il problema è, come sempre, che ci vuole chi si rimbocchi la maniche: girare casa per casa da quelli che potrebbero avere vecchie foto, mettere annunci, fare il passaparola, etc…
    Poi vecchie immagini richiamano un pubblico di una certa età, poco propenso all’uso del computer; inoltre questo nostro blog, seppure visto da una media di 100 persone al giorno, deve aumentare il numero degli accessi e raggiungere il maggior numero di persone.
    Certo, una mostra sul blog, potrebbe servire come anteprima ad una mostra pubblica organizzata in qualche locale di Braccagni.
    Non tarpiamoci le ali, io stesso ho una vastissima collezione di vecchie cartoline della zona e vediamo quello che si può fare.

    • mezzamestola ha detto:

      Conoscete tutti Roby, il su babbo, fotografo di Braccagni, dovrebbe avere l’archivio di negativi più completo che possiamo immaginare, provate a parlare con lui, la prima foto che mi fece, fu circa 40 anni fa… e pui era sempre presente a scuola alla chiesa alle feste…

  8. sentinella ha detto:

    In effetti con Ivan Giannini ci parlammo diversi anni fa e sicuramente da qualche parte ha i negativi. Lui era davvero il fotografo ufficiale delle cerimonie di Braccagni, ma anche in questo caso non pensare che sia cosa facile averli.
    Primo: bisogna dare certe garanzie, poi, per esempio, non tutti possono essere d’accordo a mettere foto (o cartoline) nel blog, in quanto facilmente duplicabili.

    • patrizio ha detto:

      Roby è un esperto, forse uno dei più bravi, di informatica e immagini digitali, almeno per quello che ricordo, lui saprà dirti come fare per tutelare il diritto d’autore, bassa risoluzione e blocco della copia, tracciabilità di chi viola queste regole.

      Io propendo per una pubblicazione a bassa risoluzione sul blog, e una mostra vera con gli originali, magari anche una proiezione su grande schermo, una serata con proiezione e commento.. sarebbe un momento di ricordi e molto altro.

      Peraltro se venisse fuori che ci sono immagini con me e i miei, con i miei amici, io sarei disposto anche a comprarne le copie pagandone il giusto prezzo a Ivan. Credo che la stessa cosa farebbero in moltissimi.

      Secondo me vale la pena parlarne con gli interessati.

  9. roberto ha detto:

    Ti garantisco che sarà fatto.

  10. Nello ha detto:

    Secondo me la foto da Vallincupo è del 1968-69, perchè come giustamente fa notare il Granocchiaio ci sono le Case Rosse (1964) ma c’è anche la nuova cabina che fu costruita nel 1967-68.